Gears of War 4, ovvero coperture, Xbox e Unreal Engine 4

Gears of War 4, ovvero coperture, Xbox e Unreal Engine 4

Abbiamo provato la beta di Gears of War 4, disponibile per tutti gli abbonati a Xbox Live dal 25 aprile. È stata l'occasione per mettere le mani su uno dei videogiochi più attesi del 2016, che promette di rilanciare Xbox One. La versione finale rimane, infatti, prevista per il prossimo 11 ottobre.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

Prime impressioni

Una beta, dunque, piuttosto povera per contenuti e segnatamente deludente per quanto riguarda il dettaglio grafico: ci aspettavamo di più visto l'impiego di Unreal Engine 4. D'altro canto, sarà col single player che Gears of War 4 darà il meglio di sé da questo punto di vista, con una storia cinematografica ed emotiva, secondo i piani di The Coalition. Sulla quale, però, vige ancora quasi il massimo riserbo, per ovvi motivi. Detto questo, non possiamo non essere entusiasti del ritorno delle meccaniche multiplayer tipiche di Gears of War, con la tattica che vince sulla velocità fine a sé stessa, e i peculiari movimenti tra coperture.

Le novità, dunque, sono molto poche, ma comunque in grado di garantire qualche variante interessante: il Combat Knife, ad esempio, rende i combattimenti ancor meno di posizione, offrendo un'ulteriore possibilità di aggiramento delle coperture. Nelle prime partite l'uccisione con il coltello produce un certo frastornamento per gli aficionados della serie, proprio perché è un tipo di azione fortemente inatteso per la tradizione Gears. Anche i nuovi equilibri legati alle Power Weapon sembrano interessanti, così come la modalità Dodgeball, che conferisce ancora più enfasi all'uccisione e, dal punto di vista opposto, alla sopravvivenza.

Torniamo per un attimo alla storia per dire che si tratta della scintilla che dà il via a un nuovo universo espanso per Gears of War, che si contraddistinguerà per toni più cupi e per un approccio ancora più viscerale. I protagonisti saranno tre: JD Fenix, Kait e Del; come si è intuito JD è il figlio di Marcus Fenix, celebre protagonista dei precedenti capitoli dell'acclamata serie ex Epic Games. La storia avrà luogo 25 anni dopo le vicende conclusive del terzo capitolo, e gli eventi si svolgeranno nell'arco di 24 ore, in cui JD Fenix farà parte di un gruppo chiamato gli Outsiders.

Alla fine del terzo capitolo, infatti, i superstiti del COG (Coalition of Ordered Governments) annientano le Locuste tramite l'Imulsion, in un attacco che però come effetto collaterale compromette lo sfruttamento dei combustibili fossili. Per questo l'umanità deve adattarsi a nuovi metodi di sopravvivenza e fronteggiare delle violente tempeste di sabbia. A causa dell'epidemia che si sta diffondendo su Sera, inoltre, il direttivo COG stabilisce che solo pochi esseri umani possono rimanere sul pianeta e ordina la creazione di mura che possano proteggere le città da tutto ciò che proviene da fuori. C'è, infatti, una legge marziale che impedisce ai forestieri di fare accesso alle città. Queste decisioni così nette producono il malcontento nella popolazione, e alcuni cittadini si riuniscono intorno a una nuova forza d'azione e iniziano a farsi chiamare, per l'appunto, Outsiders. Ne fa parte JD, figlio di Marcus Fenix e Anya Stroud, insieme ai suoi amici Delmont "Del" Walker e Kait Diaz, i quali saranno chiamati a fronteggiare un'altra globale minaccia alla sopravvivenza dell'umanità.

Nota dolente per certi giocatori è il fatto che Gears of War 4 includerà un sistema di microtransazioni, anche se dovrebbero essere solamente estetiche come capita per Hearthstone o Mass Effect 3. Tramite soldi veri o valuta in-game sarà possibile acquistare dei forzieri che, una volta aperti, dispiegano nuove skin per i personaggi e le armi, bonus di esperienza e altri contenuti che, stando ai proclami di The Coalition, non modificano gli equilibri di gioco. Per quanto riguarda i DLC post-rilascio, però, le mappe addizionali andranno acquistate a parte se si vogliono organizzare sessioni private basate su server dedicati oppure se si vuole giocare in LAN. Basta che solo il creatore del match acquisti le mappe, comunque, visto che chi partecipa alla sessione potrà giocare sulla nuova mappa anche se non acquistata separatamente. Le nuove mappe saranno comunque disponibili nelle playlist a rotazione e quindi i giocatori potranno accedervi, come da consuetudine, su base casuale e senza pagare.

Il level cap di questa beta è il livello 20 e, nonostante non ci sia una progressione vera e propria, sussiste una ricompensa per chi ottiene tutti questi punti esperienza. In particolare si può ottenere una skin personaggio “Vintage Kait” e alcune skin speciali per la pistola e il Lancer. Vi ricordiamo che il lancio della versione definitiva è previsto per l'11 ottobre, in esclusiva Xbox One.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
monster.fx22 Aprile 2016, 15:46 #1
Io non ci vedo nulla di eclatante come grafica ...
Molti oggetti sono squadrati con delle texture oscene ...
Minuto 1.45 di "8 tips for learning multiplayer" ... crolla il framerate ...

Poi magari il single player sarà gratificante anche dal punto di vista estetico.
mirkonorroz22 Aprile 2016, 18:15 #2
Beh... direi che e' una delle prove (scontate) che avere un buon motore grafico e' condizione non del tutto necessaria e sicuramente non sufficiente ad avere un prodotto con una ottima grafica. (Idem per motori non realtime basati ancora di piu' sulla fisica-ottica)
Unrealizer23 Aprile 2016, 20:04 #3
Solo a me sembra normale che una beta non abbia una grafica da urlo? Sarà una build pubblicata più per stressare il netcode (da qui il fatto che sia solo multiplayer) che per far vedere la qualità grafica. Stessa cosa per Mirror's Edge Catalyst, che ho provato ieri sera su Xbox One, graficamente siamo sotto al Mirror's Edge del 2008, ma anche questa è solo una beta!
LordPBA24 Aprile 2016, 13:01 #4
ho giocato a tutti i GoW, tranne questo.

non ho mai fatto caso alla grafica (comunque bella)

ho fatto invece caso al divertimento. Molto giocabili e cinematografici.

Essendo dei giochi la prima cosa che devono fare e' divertire, GoW ci e' riuscito fino adesso.

Promosso
ningen25 Aprile 2016, 11:30 #5
Ha lo stesso gameplay legnoso, macchinoso, lento e pesante di 10 anni fa.
Non vedo nessuna evoluzione, solo un titolo dal nome forte che avrà successo solo per quello. Molti tps simili sono avanti anni luce (come Binary domain, dove abbiamo l'inclusione dello smembramento dei nemici, e Warframe, che ha un sistema di movimento dinamico che GOW si sogna).
Graficamente è vero che è una beta ed avete tutte le ragioni di questo mondo per mostrare un gioco di una piattezza grafica simile, ma non è normale che un gioco come il nuovo UT che condivide lo stesso motore grafico ed è in pre-alfa mostra mappe molto più dettagliate e rifinite rispetto a questa beta (vedere Outpost, Titan pass e le altre che sono texturizzate) e praticamente è leggerissimo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^