Nova: Operazioni Segrete, un'espansione per StarCraft II

Nova: Operazioni Segrete, un'espansione per StarCraft II

StarCraft II si arricchisce di una nuova espansione, rilasciata da Blizzard nel corso del 2016 attraverso tre DLC, che vede come protagonista Nova, il fantasma Terran già protagonista mancata del celebre progetto StarCraft: Ghost. Vediamo cosa ha da offrire il primo DLC di questa nuova serie.

di Antonio Rauccio pubblicato il nel canale Videogames
Blizzard
 

November "Nova" Terra

Con l'uscita di Legacy of the Void, Blizzard ha concluso la trilogia di StarCraft II: un sequel rilasciato in tre parti (scelta poco apprezzata da larga parte del pubblico), che ha saputo accogliere degnamente l’eredità di quel capolavoro rivoluzionario rappresentato dal primo capitolo, senza stravolgerne (sarebbe stato folle il contrario) l’equilibrio, rinnovando l’appeal estetico e arricchendo la formula collaudata con alcune nuove caratteristiche.

Blizzard ha in seguito annunciato Nova: Operazioni Segrete, una campagna aggiuntiva rilasciata tramite una serie di tre DLC, che espande ulteriormente l'esperienza di gioco, consentendo di controllare uno dei personaggi più iconici della saga: la soldatessa fantasma November "Nova" Terra.

Perché iconico un NPC che compare sporadicamente solo nel secondo capitolo della serie? Nova, in realtà, avrebbe dovuto essere la protagonista di StarCraft: Ghost, un FPS tattico Sci-Fi messo in cantiere da Blizzard dopo Brood War in collaborazione con Nihilistic Software prima e Swingin' Ape Studios poi, che avrebbe dovuto sbarcare anche su console. Un progetto giunto ad uno stadio di sviluppo molto avanzato, con tanto di trailer e cut scene come da tradizione Blizzard (che potete trovare su YouTube con una semplice ricerca), ma rinviato di volta in volta, fino ad essere ufficialmente sospeso e poi cancellato.

Anche se considerato da molti semplice vaporware, StarCraft: Ghost ha suggestionato tantissimo i fan della saga, e come effetto collaterale ha generato una serie di romanzi e serie a fumetti, che hanno sviluppato il personaggio di Nova e quanto era noto del plot della trama di StarCraft: Ghost, rendendola una delle protagoniste a pieno titolo della saga, anche se fino ad allora nessuno l’aveva mai controllata all’interno di un gioco.

Dopo due brevi comparsate in Wings of Liberty e Heart of the Swarm, Nova diventa finalmente personaggio protagonista e giocabile di StarCraft, all’interno di Nova: Operazioni Segrete, che possiamo ritenere con una buona dose di certezza riproponga alcuni degli elementi di StarCraft Ghost, con due ragioni a sostegno questa ipotesi. La prima è che Pardo, Pearce e Morhaime, tre voci autorevoli della compagnia, in passato siano tornati più volte sulla possibilità di riprendere quel progetto (questo prima dell’annuncio ufficiale della cancellazione), ribadendo un aspetto ben noto della Blizzard, ovvero il carnale attaccamento alle proprie IP e alle proprie idee. E’ dunque legittimo pensare che molte delle buone idee in termini di gameplay e trama di StarCraft: Ghost non siano finite nel dimenticatoio, ma siano state recuperate e riutilizzate per Nova: Operazioni Segrete, che pur basandosi su un RTS puro, cerca un approccio peculiare e differente dallo standard del genere, come vedremo nel prosieguo dell’articolo. La seconda ragione è che questa espansione aggiuntiva era prevista fin dall’inizio, se vogliamo dare ancora credito alla Product Slate di Blizzard trapelata qualche anno fa:

In quella pianificazione, StarCraft II era già programmato come trilogia e c’era un’ulteriore progetto legato a questo secondo capitolo, denominato Phoenix, che nei fatti si è rivelato essere Nova: Operazioni Segrete. Siamo certi che non c’entra nulla l’omonima unità aerea Protoss, piuttosto quel nome tecnico suggerisce metaforicamente l’animale che risorge dalle sue ceneri, ovvero il progetto morto StarCraft: Ghost e poi risorto come ulteriore espansione di StarCraft II.

Se siete ancora qui, dopo questo volo pindarico, torniamo a questo punto a focalizzare la nostra attenzione sul primo DLC che abbiamo provato per voi, che comprende le prime tre missioni della campagna di Nova ed è venduto al prezzo singolo di 7,49 €. Gli altri due DLC usciranno nel corso del 2016, completando l'esperienza entro il 1 dicembre, e c'è la possibilità di acquistare fin da subito tutti e tre i package in un'unica soluzione, al prezzo complessivo di 14,99 €.

 
^