I 30 videogiochi più attesi del 2016

I 30 videogiochi più attesi del 2016

All'interno di ogni pagina trovate le informazioni più fresche su ciascun gioco, le più recenti immagini e gli ultimi video. Abbiamo inserito nella rassegna i titoli più attesi del 2016, non quelli il cui rilascio è improbabile nel corso dell'anno come, ad esempio, Cyberpunk 2077.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Deus Ex Mankind Divided

Deus Ex Mankind Divided
publisher: Square Enix
software house: Eidos Montreal
piattaforme: PC, PlayStation 4, Xbox One
data di pubblicazione: 23 agosto 2016

Mankind Divided porterà avanti la storia di Human Revolution e si concentrerà ancora una volta sulle ripercussioni morali dipendenti dalla rapida diffusione delle installazioni cybernetiche. Due anni dopo il disastro di Panchaea raccontato nel precedente episodio, coloro che usano questo tipi di potenziamenti sono visti come il nemico e il più possibile emarginati.

Jensen non lavora più per la Sarif Industries ma per la Interpol e adesso è chiamato a mettersi sulle tracce del responsabile dell'attacco, il leader dalla ARC Talos Rucker. Mankind Divided si concentra sulle crescenti tensioni tra chi è avverso ai potenziamenti biomeccanici e i cosiddetti Transumanisti, ovvero coloro che appoggiano la ricerca sugli esseri umani. Mankind Divided esplora le conseguenze di uno dei finali di Human Revolution, quello in cui i Transumanisti si ribellano agli Illuminati. Mankind Divided non consente di importare i salvataggi da Human Revolution, per cui semplicemente due dei tre precedenti finali verranno ignorati. Una cosa peraltro già successa nel franchise di Deus Ex, visto che Deus Ex 2: Invisible War portava avanti un'interpretazione unica nata dai tre possibili finali dell'originale Deus Ex.

Nel corso della storia i giocatori saranno chiamati a fare delle scelte che potranno influire pesantemente sui fatti e modificare, quindi, la storia. Il tutto all'interno di mondi di gioco che saranno decisamente più dettagliati grazie alle nuove tecnologie grafiche e che ospiteranno personaggi dotati di intelligenza artificiale migliorata rispetto a quella di Human Revolution. E questo vale sia per la componente stealth che per quella da sparatutto.

Mankind Divided riproporrà lo stealth preciso che ha decretato il successo del precedente capitolo. Basato sulle coperture e con visuale in terza persona mentre si prepara la tattica di accerchiamento delle guardie, anche questo Deus Ex si sposta nella prospettiva in prima persona quando si deve sparare. Eidos Montreal promette un miglioramento dell'intelligenza artificiale, soprattutto per quanto riguarda i boss, e nuovi innesti che consentiranno di diversificare ancora di più le tattiche.

Tesla sprigiona una scarica elettrica che mette KO quattro guardie contemporaneamente, mentre le Nanoblade sono delle lame da lanciare dalla distanza. Icarus Dash permette, invece, di spiccare dei consistenti balzi e raggiungere destinazioni lontane. Ogni arma da fuoco, poi, sarà quasi completamente personalizzabile in termini di ottiche, mirino, puntatore, silenziatore, e così via. E anche i dialoghi saranno potenziati, visto che in certi casi sarà possibile avere la meglio su un personaggio con la forza delle parole, piuttosto che ricorrere alle armi.

Mankind Divided costituirà, poi, un netto avanzamento rispetto al predecessore anche in termini di grafica, visto che sarà basato sul nuovo Dawn Engine. Costruito sulle DirectX 12, Dawn Engine garantirà nuovi effetti di Depth of Field & Bokeh, oltre che miglioramenti a livello di post-processing e correzione cromatica, così come per l'illuminazione globale. Verranno introdotti nuovi algoritmi di Parallax Occlusion Mapping e di Screen Space Reflection e nuovi effetti di illuminazione volumetrica e densità dell'aria. I materiali e la peluria verranno gestiti tramite la tecnologia fornita da Pure e il gioco sarà supportato, sul lato tecnico, da AMD.

 
^