The Game Awards 2015: pochi annunci, The Witcher 3 gioco dell’anno

The Game Awards 2015: pochi annunci, The Witcher 3 gioco dell’anno

Anche l’edizione 2015 degli Oscar dedicati ai videogiochi è andata in archivio. Il format di quest’anno si è posto in linea di continuità con l’edizione 2014. Poche le world premiere di un certo peso, Bethesda e From Software sono rimaste a bocca asciutta, mentre un po’ a sorpresa abbiamo assistito all’exploit del titolo indipendente Her Story.

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
 

I Vincitori

Anche in questa edizione 2015 le statuette consegnate ai vincitori sono state disegnate dalla compagnia neo zelandese WETA Workshop. La rappresentazione di un angelo che emerge da una composizione di blocchi digitali intende simboleggiare l’evoluzione del medium videoludico e la sua collocazione tra le principali forme di intrattenimento dell’epoca contemporanea.

Nonostante l’agguerrita concorrenza gli sviluppatori di CD Projekt hanno tenuto banco e si sono tolti delle belle soddisfazioni. The Witcher 3: Wild Hunt ha infatti conquistato il riconoscimento come gioco dell’anno, avendo la meglio su altri grandi titoli come Bloodborne, Metal Gear Solid V, Fallout 4 e Super Mario Maker. Il team polacco ha anche trionfato nelle categorie studio dell’anno e miglior RPG, a discapito di Bethesda e From Software. Bloodborne e Fallout 4 sono i principali delusi, essendo stati superati in tutte le categorie per cui avevano ricevuto una nomination. In compenso The Phantom Pain è riuscito a prevalere come miglior action-adventure e per la miglior colonna sonora, mentre Super Mario Maker è il miglior titolo indirizzato alle famiglie.

Il bilancio per Nintendo è positivo soprattutto in virtù dei due premi conquistati da Splatoon nelle categorie Best Multiplayer e Best Shooter, con buona pace dei soliti Call of Duty e Halo. La miglior performance è invece ad appannaggio del film interattivo Her Story, ideato da Sam Barlow con la partecipazione dell’attrice Viva Seifert. Il titolo, attualmente disponibile su PC e iOS, ha conquistato il premio per la miglior narrazione superando candidati di alto calibro come Life is Strange, Tales From the Borderlands e lo stesso The Witcher 3.

Quest’anno la palma di miglior prodotto indipendente è spettata a Rocket League, che si è imposto sull’agguerrita concorrenza rappresentata da Ori & the Blind Forest e Axiom Verge. Nel corso della serata è stato anche annunciato che il gioco, dopo essere approdato su PC e PlayStation 4, esordirà su Xbox One nel corso del 2016.

Da segnalare infine l’assegnazione dell’Industry Icon Award, che in questo caso è andato ai leggendari sviluppatori di Weswood Studios. Dune II ha avuto il merito di far nascere e crescere il genere RTS ed è stato d’ispirazione per molti altri prodotti di grande successo, da Warcraft a Starcraft, fino alla recente esplosione dei Moba come League of Legends e Dota.

Di seguito vi riportiamo l’elenco completo dei vincitori e le relative nomination per ciascuna categoria:

Game of the Year

  • Bloodborne
  • Fallout 4
  • Metal Gear Solid 5: The Phantom Pain
  • Super Mario Maker
  • The Witcher 3: Wild Hunt

Developer of the Year

  • Bethesda Game Studios
  • CD Projekt Red
  • From Software
  • Kojima Productions
  • Nintendo

Best Shooter

  • Call of Duty: Black Ops 3
  • Destiny: The Taken King
  • Halo 5: Guardians
  • Splatoon
  • Star Wars Battlefront

Best Action-Adventure Game

  • Assassin’s Creed Syndicate
  • Batman: Arkham Knight
  • Metal Gear Solid 5: The Phantom Pain
  • Ori and the Blind Forest
  • Rise of the Tomb Raider

Best RPG

  • Bloodborne
  • Fallout 4
  • Pillars of Eternity
  • The Witcher 3: Wild Hunt
  • Undertale

Best Fighting Game

  • Guilty Gear Xrd Sign
  • Mortal Kombat X
  • Rise of Incarnates
  • Rising Thunder

Best Sports/Racing Game

  • FIFA 16
  • Forza Motorsport 6
  • NBA 2K16
  • Pro Evolution Soccer 2016
  • Rocket League

Best Multiplayer

  • Call of Duty: Black Ops 3
  • Destiny: The Taken King
  • Halo 5: Guardians
  • Rocket League
  • Splatoon

Best Indie Game

  • Axiom Verge (Tom Happ)
  • Her Story (Sam Barlow)
  • Ori and the Blind Forest (Moon Studios/Microsoft Studios)
  • Rocket League (Psyonix)
  • Undertale (tobyfox)

Best Family Game

  • Disney Infinity 3.0
  • Lego Dimensions
  • Skylanders SuperChargers
  • Splatoon
  • Super Mario Maker

Best Mobile or Handheld Game

  • Downwell (Moppin/Devolver Digital)
  • Fallout Shelter (Bethesda)
  • Lara Croft Go (Square Enix)
  • Monster Hunter 4 Ultimate (Capcom)
  • Pac-Man 256 (Hipster Whale/Bandai Namco)

Best Narrative

  • Her Story
  • Life is Strange
  • Tales From the Borderlands
  • The Witcher 3: Wild Hunt
  • Until Dawn

Best Art Direction

  • Batman: Arkham Knight
  • Bloodborne
  • Metal Gear Solid 5: The Phantom Pain
  • Ori and the Blind Forest
  • The Witcher 3: Wild Hunt

Best Score or Soundtrack

  • Fallout 4 (Inon Zur)
  • Halo 5: Guardians (Kazuma Jinnouchi)
  • Metal Gear Solid 5: The Phantom Pain (Justin Burnett, Ludvig Forssell, Daniel James)
  • Ori and the Blind Forest (Gareth Coker)
  • The Witcher 3: Wild Hunt (Marcin Przybylowicz, Mikolai Stroinski)

Best Performance

  • Ashly Burch – Chloe Price (Life is Strange)
  • Doug Cockle – Geralt (The Witcher 3: Wild Hunt)
  • Mark Hamill – The Joker (Batman: Arkham Knight)
  • Camilla Luddington – Lara Croft (Rise of the Tomb Raider)
  • Viva Seifert (Her Story)

Games for Change

  • Cibele (Nina Freeman)
  • Her Story (Sam Barlow)
  • Life is Strange (Dontnod Entertainment)
  • Sunset (Tale of Tales)
  • Undertale (tobyfox)

Industry Icon Award – Westwood Studios co-founders Brett Sperry and Louis Castle

 

Fan Choices

 

Most Anticipated Game

  • Horizon Zero Dawn
  • No Man’s Sky
  • Quantum Break
  • The Last Guardian
  • Uncharted 4: A Thief's End

Best Fan Creation

  • GTA 5 – Targets (Hoodoo Operator)
  • Real GTA (Corridor Digital)
  • Portal Stories: Mel (Prism Studios)
  • Super Mario Maker e-Reader Levels (Baddboy78/theycallmeshaky)
  • Twitch Plays Dark Souls (Twitch Community)

Trending Gamer

  • Christopher “MonteCristo” Mykles
  • Greg Miller
  • Markiplier
  • PewDiePie
  • Total Biscuit

 

eSports Categories

 

Game of the Year

  • Call of Duty: Advanced Warfare
  • Counter-Strike: Global Offensive
  • Dota 2
  • Hearthstone: Heroes of Warcraft
  • League of Legends

Player of the Year

  • Peter “ppd” Dager (Dota 2 – Evil Geniuses)
  • Syed Sumail “Suma1L” Hassan (Dota 2 – Evil Geniuses)
  • Olof “olofmeister” Kajbjer (CS:GO – Fnatic)
  • Lee “Faker” Sang-hyeok (League of Legends – SK Telecom T1)
  • Kenny “KennyS” Schrub (CS:GO – Team EnVyUs)

Team of the Year

  • Evil Geniuses
  • Fnatic
  • Optic Gaming
  • SK Telecom T1
  • Team SoloMid
 
^