Call of Duty Black Ops III: recensione e confronto PC/PS4

Call of Duty Black Ops III: recensione e confronto PC/PS4

In questa recensione ci concentriamo soprattutto sul confronto tecnico tra le versioni PC e PS4 di Call of Duty Black Ops III, soprattutto con un'analisi del consumo della memoria VRAM e RAM.

di Davide Fasola, Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
ActivisionCall of Duty
 

Conclusioni

Come i suoi predecessori, Black Ops III richiede praticamente solo riflessi e poca o nessuna strategia. È un approccio particolarmente gradito ai fan di Call of Duty, che hanno consentito al nuovo titolo di Treyarch di far segnare il record di vendite al lancio, come praticamente accaduto con quasi tutti i recenti capitoli della serie. Nei primi tre giorni di commercializzazione, infatti, Activision ha fatturato ben 550 milioni di dollari grazie all'ultimo Call of Duty.

Le Wallrun e i nuovi Specialisti, effettivamente, costituiscono dei cambiamenti importanti per la parte di multiplayer competitivo, che rimane pertanto adrenalinica e coinvolgente. Non si stravolge certo l'impostazione classica, ma l'eccessiva importanza della progressione, un certo auto-aim e alcuni aspetti fin troppo semplicistici potrebbero essere elementi non graditi da tutti i giocatori.

Detto questo, gli Specialisti vanno padronaggiati a dovere, perché hanno finito per aumentare il divario tra coloro che giocano tutto il giorno e quelli che invece possono dedicare solo alcune ore la settimana a Call of Duty. Non solo vanno "livellati" in maniera parallela rispetto alla progressione delle armi e delle altre abilità, ma ciascuno di loro possiede due abilità speciali con cui bisogna familiarizzare. Il nuovo sistema di movimento rende queste abilità fondamentali e capaci di alterare gli equilibri di gioco, anche perché incrementano ulteriormente la velocità.

Black Ops III è poi campione di quantità, visto che i giocatori trovano nella confezione praticamente tre giochi differenti. La campagna single player è interessante perché giocabile in co-op. Gli equilibri di gioco sono tarati in modo da favorire la coordinazione tra i giocatori: uno di loro, ad esempio, potrebbe disporre di abilità particolarmente efficaci contro gli automi, mentre un altro giocatore potrebbe specializzarsi nell'affrontare gli umani. Anche nel single player, come nel multiplayer, poi i giocatori possono personalizzare e potenziare le armi e l'armatura. Detto questo, la storia rimane banale come quella dei precedenti Call of Duty, oltre che difficile da seguire per via di certi sostanziosi "buchi di sceneggiatura".

Questo dipende dalla struttura a flashback utilizzata da Treyarch per le sue storie, che qui ripercorre lo schema che avevamo ritrovato anche in Black Ops III. Unitamente a una storia fin troppo lontana rispetto ai nostri tempi, tale impostazione rende le vicende poco credibili, con certe connessioni semplicistiche visto i presupposti generali che prevedono invece un quadro geopolitico teoricamente molto complesso. È una storia che sicuramente sarà di intrattenimento per un pubblico particolarmente giovane, e che si incastra comunque bene all'interno delle semplici meccaniche di gioco della parte single player, andando a formare un tipo di opera di intrattenimento per certi versi inedita, a metà strada tra cinema e videogioco. Allo stesso tempo, per un pubblico adulto rischia di rivelarsi fin troppo banale.

La modalità Zombi, inoltre, si rivela meno competitiva sul lato tecnico rispetto al resto delle modalità di gioco, pur mantenendo le solite caratteristiche di godibilità e immediatezza.

Insomma, se volete un gioco con il quale poter fare una partita rapida e poi passare ad altro allora Black Ops III potrebbe fare per voi. Rimane consigliato, anche per i discorsi tecnici fatti nel corso della recensione, principalmente al pubblico delle console, che però deve tenere bene in mente che si tratta di un titolo che può garantire una longevità massima di un anno, perché irrimediabilmente a novembre prossimo, con ogni probabilità, ci sarà un nuovo ennesimo Call of Duty.

122 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Riccardo8227 Novembre 2015, 16:18 #1
anche qeusto confronto dimostra che le console sono un pc di fascia bassa..
D.A.r.k.27 Novembre 2015, 16:21 #2
... e dimostra come i lettori il più delle volte non leggono gli articoli...
mashiro.tamigi27 Novembre 2015, 16:28 #3
Originariamente inviato da: Riccardo82
anche qeusto confronto dimostra che le console sono un pc di fascia bassa..


Per 350€ compreso il gioco (offerta PS4 presente su alcuni siti) dubito che esista un hardware che vada a offrire dettagli paragonabili, la stessa fluidità ela tessa semplicità di utilizzo di una console.

Per giocare il 90% del mercato dispone di quella cifra.
Per quello le console vendono tanto.

Le console non dei top di gamma ma degli ottimi compromessi.
Lino P27 Novembre 2015, 16:47 #4
Originariamente inviato da: Riccardo82
anche qeusto confronto dimostra che le console sono un pc di fascia bassa..


non mi sembra. Meglio ancora, si continua a trascurare che hardware e ottimizzazione sono 2 parametri inscindibili.

"Infine, con i benchmark abbiamo verificato come il settaggio "Extra" alla risoluzione 3840x2160 sia eccessivo per la nostra configurazione di test, dotata di Intel Core i7-3280, 16 GB di RAM e GeForce GTX Titan. Con questo setup agguantiamo i 60fps impostando il gioco sul livello di dettaglio "Alto" e ripristinando la risoluzione 1080p, ovvero più o meno le medesime impostazioni che troviamo su PS4. Il che conferma ancora una volta come il motore grafico di Call of Duty sia tarato sull'hardware delle console e poi adattato al PC, proprio in virtù del fatto che sfruttando pienamente una configurazione come quella della nostra postazione di test teoricamente si dovrebbe ottenere molto di più rispetto al vetusto hardware della console"

se i motori attuali non sono tarati per rendere come devono su pc, puoi avere tutta la potenza del mondo, e spenderci quanto ti pare, ma i fatti dimostrano che per avere la stessa qualità, a 1080 e 60 fps, ci vuole una piattaforma in cui con 400 euro ci prendi solo il processore.
Ne vogliamo ancora parlare?
marino8627 Novembre 2015, 16:58 #5
Scusate ma una cosa non l'ho ancora capita in questo gioco il multiplayer offline split screen è a 2 o 4 giocatori perchè su internet c'è chi dice 2 off + 2 online e chi dice 4 offline
pWi27 Novembre 2015, 17:05 #6
Originariamente inviato da: marino86
Scusate ma una cosa non l'ho ancora capita in questo gioco il multiplayer offline split screen è a 2 o 4 giocatori perchè su internet c'è chi dice 2 off + 2 online e chi dice 4 offline


Lo split screen offline su console è per due giocatori. Il co-op è per quattro se giochi online.
Kommodore6427 Novembre 2015, 17:36 #7
Originariamente inviato da: Lino P
ci vuole una piattaforma in cui con 400 euro ci prendi solo il processore.

Solite esagerazioni che non portano da nessuna parte.
Lo sanno anche i muri che gli i5 sono attualmente il TOP per il gaming (l'HT non viene ancora ben sfruttato in gaming) e che è sufficiente andare su quello più economico (vedi 4440, 4460 e 6400/6500) per avere il miglior rapporto prezzo/prestazioni ed i costi sono molto più inferiori (anche 160/170 euro).
In più il processore non è il componente principale su cui puntare la maggior parte del budget per avere prestazioni ottimali in game, processori inferiori ad un i5 possono garantire un gaming soddisfacente, ma è ovviamente la scheda video il componente fondamentale in tale ambito.
Per non parlare della RAM, attualmente non vengono sfruttati neanche tutti gli 8GB "standard".
Quando si parla di PC GAMING bisogna sempre sparare cifre folli (anche qui), è una cosa che non ho mai capito e mai capirò.
Riccardo8227 Novembre 2015, 17:59 #8
@ D.A.r.k.
e dimostra anche che al mondo c'è gente che la bocca la pares solo per dire stronzate..

buon aperitivo
riuzasan27 Novembre 2015, 18:04 #9
La scheda grafica da sola (GTX TITAN) per giocare a 1080'p a 60 fps a livello HIGH costa una Ps4 1 Tera + gioco incluso + pad ... (e restano pure dei soldi)

Attualmente resta la piattaforma preferibile per chi si accontenta di giocare in FullHD (vista anche la bassissima qualità dei porting)
Lino P27 Novembre 2015, 18:10 #10
Originariamente inviato da: Kommodore64
Solite esagerazioni che non portano da nessuna parte.
Lo sanno anche i muri che gli i5 sono attualmente il TOP per il gaming (l'HT non viene ancora ben sfruttato in gaming) e che è sufficiente andare su quello più economico (vedi 4440, 4460 e 6400/6500) per avere il miglior rapporto prezzo/prestazioni ed i costi sono molto più inferiori (anche 160/170 euro).
In più il processore non è il componente principale su cui puntare la maggior parte del budget per avere prestazioni ottimali in game, processori inferiori ad un i5 possono garantire un gaming soddisfacente, ma è ovviamente la scheda video il componente fondamentale in tale ambito.
Per non parlare della RAM, attualmente non vengono sfruttati neanche tutti gli 8GB "standard".
Quando si parla di PC GAMING bisogna sempre sparare cifre folli (anche qui), è una cosa che non ho mai capito e mai capirò.


sicuramente con i5 ed 8gb di ram, + una buona vga di fascia media, il titolo lo giochi, e ci mancherebbe, ma per avere 60 fps a 1080 in qualità alta, si spendono cifre ingiustificate per la resa ottenuta.
Il fulcro dell'articolo è: che config mi serve per avere 60 fps con quel setting? Assemblala, fai 2 conti e poi vedi.
Dalla redazione ti dicono, che con quel po' di roba che hanno a disposizione, per avere quel framerate hanno dovuto settare il gioco su alto.
Non capisco cosa ci sia da interpretare.
Il discorso dell'I5 + 8gb era + che valido fino a pochissimo tempo fa, me in questa sede si analizza proprio il fatto che tende a non essere + così, anche perchè nonostante la qualità non proprio sbalorditiva di questi porting, si deve continuare a legittimare l'acquisto di certo hardware, altrimenti il mercato di riferimento collasserebbe, poi sta all'intelligenza del singolo, davanti a manifestazioni empiriche di questo tipo, capire se ne valga ancora la pena o no.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^