Disney Infinity 3.0: mondi Disney, Star Wars, Marvel e Pixar insieme

Disney Infinity 3.0: mondi Disney, Star Wars, Marvel e Pixar insieme

Da qualche giorno Disney ha lanciato sul mercato la versione 3.0 di Disney Infinity, il suo prodotto con le action figure intercambiabili che modificano l'esperienza di gioco. Oltre ad avere finalmente i playset di Star Wars, la versione 3.0 si fa notare per i miglioramenti al gameplay e alla tecnologia.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Disney
 

Con Disney Infinity 3.0, Disney intende portare ulteriormente avanti la filosofia che ha già adottato da qualche anno, infarcedola con un gameplay migliore. Filosofia che vede alla base la necessità di unire brand concettualmente anche molto diversi tra di loro e offrire un'esperienza sempre più complessa all'interno della cosiddetta Scatola dei Giochi.

Disney Infinity 3.0

All'interno della versione 3.0, così come delle precedenti, abbiamo infatti due modalità di gioco differenti: Mondi e Scatola dei Giochi. Nel primo caso abbiamo delle avventure cinematografiche, con gameplay differenti a seconda dell'universo trattato, che puntano sull'immersività così come fanno i film da cui derivano. Nella Scatola dei Giochi, invece, i giocatori hanno la possibilità di sperimentare liberamente, creando scenari ed esperienze di gioco completamente inedite, mischiando mondi e personaggi provenienti da universi differenti, per poi ovviamente giocare quanto così creato, oltre che condividerlo sulla rete.

Con Disney Infinity 3.0 si cambia l'approccio allo sviluppo, anche per venire incontro alle richieste della community. Lo sviluppatore storico della serie, Avalanche Software, infatti, è stato supportato in questo caso da 8 team esterni, con ciascuno di loro che si è occupato di uno specifico aspetto del gioco. Disney Infinity 3.0, infatti, offrirà esperienze di gioco diametralmente opposte tra di loro, come volo, guida di veicoli, combattimenti, risoluzione di enigmi, platforming, e altro ancora.

In questo contesto si segnala soprattutto il coinvolgimento di Ninja Theory, l'apprezzato team di sviluppo di Heavenly Sword, Enslaved Odyssey to the West ed Hellblade, che si è occupato nello specifico del sistema di combattimento. Quindi, di tutte le meccaniche alla base del funzionamento delle spade laser, delle nuove animazioni che si sono rese necessarie e di tutti gli effetti di smembramento. Il combattimento con la spada laser, infatti, è stato sviluppato ad hoc specificamente per i Playset (Mondi) dedicati a Star Wars.

Prima di vedere nel dettaglio i nuovi Mondi di Disney Infinity 3.0, però, bisogna velocemente ricordare come funziona questo prodotto Disney. Similmente a quanto avviene con Skylanders di Activision e con gli Amiibo di Nintendo, i giocatori devono piazzare la corrispondente action figure per attivare in-game il personaggio ad essa associato. Nei Mondi di Star Wars, ad esempio, i giocatori potrebbero decidere di iniziare l'avventura con Obi-Wan e poi continuarla con Yoda, per semplice divertimento personale o perché magari il secondo personaggio è più efficace del primo in base alla sfida da affrontare.

Abbiamo poi i cosiddetti Power Disc, i gettoni che conferiscono abilità speciali ai personaggi selezionati. A partire da Disney Infinity 3.0, questi gettoni non si trovano più in bustine cieche ma in blister di 4, che permettono all'acquirente di sapere con precisione quale abilità sta comprando già nel momento dell'acquisto.

Disney Infinity 3.0

Tornando ai PlaySet di Disney Infinity 3.0 abbiamo Il Crepuscolo della Repubblica, dedicato agli Episodi 1/2/3 di Star Wars; Insieme contro l'Impero, dedicato agli Episodi 4/5/6; Il Risveglio della Forza; Inside Out e Marvel, con quest'ultimo che diventerà disponibile a partire dalla prossima primavera, mentre Il Risveglio della Forza arriverà nella stagione natalizia.

Nel caso di Star Wars si tratta di una riproposizione praticamente fedele delle famose vicende che caratterizzano questi film. Abbiamo una base cinematografica importante, sia durante la narrazione che durante il gameplay, e l'uso della famosissima colonna sonora di Star Wars. Il tutto all'interno dei pianeti appartenenti alla tradizione Star Wars come Tatooine, Hoth ed Endor, ben riprodotti e capaci di offrire spazi di gioco piuttosto ampi. Al loro interno troviamo anche elementi conosciuti dello scenario di Star Wars, come i Bantha, e avventure coinvolgenti che puntano sugli aspetti maggiormente enfatici di Star Wars. Non manca la riproduzione di famose battaglie, come quella di Hoth o quella che porta all'eliminazione della Morte Nera, per quanto riguarda la "vecchia" trilogia. Insomma, un livello di immersione interessante, soprattutto per i più giovani ai quali si vuol far conoscere la tradizione di Star Wars.

Si nota come sia stata rivista anche l'impalcatura tecnica, con nuovi effetti di luce emanati dalle spade laser e una maggiore distruzione per gli ambienti. Le migliorie sul piano tecnico, come dicevamo, sono da accreditare principalmente a Ninja Theory, che ha allestito un sistema di combattimento finalmente fluido e gratificante per Disney Infinity. Abbiamo più animazioni e maggior controllo, con un gameplay più cinematografico e un sistema di combattimento più viscerale. Tra le altre cose si possono usare i Poteri della Forza, che sprigionano effetti ad area, o prendere una cassa e scagliarla contro i nemici.

Ma il marchio di fabbrica di Ninja Theory riguarda soprattutto la possibilità di combattere in aria: ovvero afferrare i nemici e cominciare a colpirli a mezza altezza. Una meccaniche di gioco già vista in precedenti giochi Ninja Theory.

Ricordiamo che in queste avventure i giocatori possono liberamente cambiare il personaggio selezionato. Per farlo, infatti, basta rimpiazzare l'action figure sulla base con quella di un altro personaggio. Tutti i personaggi di Star Wars possono essere intercambiati e usati all'interno di qualsiasi Mondo Star Wars. Ovviamente, però, non sarà possibile combattere la battaglia di Hoth con Topolino o con qualsiasi altro personaggio che non appartenga all'universo Star Wars. Per questo genere di cose c'è sempre la Scatola dei Giochi.

Disney Infinity 3.0

Le avventure a piedi non sono le uniche messe a disposizione dai PlaySet di Star Wars. Ci sono, infatti, anche i combattimenti spaziali affrontabili con il Millennium Falcon o con gli X-Wing. Sono tipologie di gioco pensate per essere il più possibili rigiocabili alla ricerca della migliore prestazione e dei punteggi più alti. Ci hanno ricordato Star Fox Zero, il prossimo titolo Nintendo per Wii U, vista anche la presenza della piroetta che ci consente di posizionarci immediatamente alle spalle del nemico che insegue.

Tornando alle avventure a piedi, non poteva mancare il rifacimento della battaglia innevata di Hoth, che è possibile vivere grazie a Disney Infinity 3.0 in maniera differente. Ad esempio, si può impersonare Yoda e andare a distruggere con la spada laser le lunghe leve del Camminatore AT-AT. Una volta scoperchiate le "zampe", Yoda, o chi per lui, può arrampicarsi fino a trovare il sistema elettrico centrale e mandare in corto circuito il bestione metallico.

Ma ovviamente non manca la possibilità di procedere nel modo classico e di usare il cavo per far inciampare il grosso Camminatore e metterlo fuori combattimento. In casi come questo si nota come la fisica sia processata in tempo reale, con effetti sempre differenti a seconda della situazione di gioco.

Passando al PlaySet di Inside Out, tratto ovviamente dal prossimo attesissimo film d'animazione della Pixar, ci troviamo con meccaniche di gioco completamente differenti. Non più azione dalla prospettiva in terza persona, ma il classico platformer a scorrimento orizzontale. In questo caso ogni personaggio si caratterizza per meccaniche e abilità differenti. Fear, ad esempio, può percorrere le superfici a testa in giù, in barba alla forza di gravità.

Ma ovviamente c'è poi la Scatola dei Giochi ad esaltare la creatività dei più piccini, e non. Avalanche ha cercato di costruire un'esperienza di gioco meno dispersiva e più focalizzata verso specifici obiettivi di gioco. Ha, quindi, creato un hub che dà accesso a sei fette: un sistema pensato per guidare il giocatore verso l'esperienza di gioco che desidera. Così può concentrarsi sulla guida o sul platforming o, ancora, sulla risoluzione di enigmi.

Disney Infinity 3.0

Naturalmente può modificare ogni aspetto di questi mondi, invocando ad esempio un potere o un veicolo, o passando da un personaggio all'altro nel classico modo. Può decidere di cambiare la conformazione del terreno in modo da alterare il funzionamento di un marchingegno e risolvere in questo modo il puzzle.

C'è anche la possibilità di entrare nel famoso cinema El Capital o nel Flynns Arcade di Tron, nel primo caso per scaricare i contenuti creati dagli altri giocatori, e nel secondo per giocare online in sfide competitive. Per la prima volta in Disney Infinity, infatti, c'è la possibilità di affrontare sfide competitive multiplayer online all'interno della Scatola dei Giochi, come lo può essere ad esempio una gara automobilistica. E si nota come il gameplay sia migliorato anche in questa componente, oltre che in quella di volo: è più spettacolare e il sistema di controllo maggiormente reattivo.

In definitiva, Disney Infinity, dopo aver ricevuto tante critiche non di poco conto soprattutto per quanto riguarda la pochezza del gameplay e la scarsa immersività dei mondi di gioco, con questa versione 3.0 fa un salto qualitativo importante. Principalmente per il miglior gameplay e un sistema di combattimento di classe e finalmente degno di questo nome. La Scatola dei Giochi è, inoltre, meno dispersiva e più focalizzata. Insomma, Disney Infinity 3.0 si rivela un ottimo modo per far conoscere ai più piccoli la tradizione di certi baluardi mondo del cinema che farebbero bene a conoscere.

  • Articoli Correlati
  • Disney Infinity 2.0: un livello superiore grazie a Marvel Disney Infinity 2.0: un livello superiore grazie a Marvel In commercio dalla giornata di ieri, Disney Infinity 2.0 amplia la struttura e le caratteristiche di gioco del prodotti made in Disney ed è basato su tecnologia Nfc. Dopo 3 milioni di copie vendute, Disney è più che mai intenzionata a colmare il gap rispetto ad Activision e a Skylanders.
0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^