I 25 migliori videogiochi dell'E3 2015

I 25 migliori videogiochi dell'E3 2015

Abbiamo selezionato quelli che secondo noi sono i giochi presentati all'E3 che più faranno parlare di sé nei prossimi mesi. All'interno della rassegna non troverete quei titoli che sono stati solamente annunciati senza che sia stato mostrato qualcosa di concreto durante la fiera.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
MicrosoftSonyXboxPlaystation
 

Total War Warhammer

Total War Warhammer
publisher: Sega
software house: The Creative Assembly
piattaforme: PC
data di pubblicazione: TBA

The Creative Assembly ha mostrato una demo ambientata nella mappa Battle of Blackfire Pass. Si tratta di una battaglia tra le forze dell'Impero e l'esercito degli Orchi e Goblin. Il gioco colpisce principalmente per le enormi differenze nel comportamento delle varie unità, con gli Orchi e Goblin che palesano molta più aggressività rispetto alle forze imperiali. Il passaggio in cui si svolge la battaglia inoltre è molto significativo nello scenario di Warhammer, perché rappresenta nella tradizione l'unica arteria che congiunge i regni delle due fazioni.

I personaggi più importanti dei due eserciti, inoltre, devono portare a termine delle specifiche missioni per ottenere nuovi oggetti spendibili in battaglia, abilità e cavalcature. Queste missioni sono distribuite fra varie battaglie e quella del Blackfire Pass è la battaglia finale per il leader della fazione degli umani, l'Imperatore Karl Franz. Se il giocatore che controlla questo personaggio porta a termine tutte le missioni previste, alla fine della battaglia entrerà in possesso del Martello di Sigmar.

Ma è l'esercito degli Orchi e Goblin che si nota maggiormente, visto che ogni creatura ha delle caratteristiche peculiari e alcune fra di esse sono realmente mastodontiche. I Troll, ad esempio, eseguono attacchi ad area, mentre i Giganti sono in grado di prendere in pugno diverse unità nemiche e scagliarle via. Gli enormi ragni Arachnarok portano scompiglio tra le fila nemiche, mentre i più tradizionali cannoni e carri a vapore dell'Impero faticano a respingere tutti questi mostri con la sola potenza di fuoco a loro disposizione.

The Creative Assembly ha dovuto rivedere pesantemente il sistema di animazioni, soprattutto per adattarlo alla fazione degli Orchi e Goblin. Ci saranno 30 tipi di scheletri, mentre normalmente in un Total War ne troviamo 5 o 6.

Naturalmente l'Imperatore non è l'unico eroe presente sul campo di battaglia, visto che potranno esserci eroi come Witch Hunter e Warrior Priest tra gli umani o il famoso Grimgor Ironhide tra gli Orchi. Ognuno di loro sarà dotato di poteri peculiari, essendo in grado di evocare piedi giganti per annientare grosse porzioni dell'esercito nemico o lune luminose per abbagliarli. Prima delle battaglie, però, bisognerà scegliere in quale porzione della mappa si vuole che sia disponibile la magia, in modo ovviamente da non rendere questo elemento preponderante sulla classica strategia di Total War.

Gli eroi e i Lord compariranno anche nella componente gestionale del gioco. Sarà molto importante acquisire esperienza con queste pedine, ma bisognerà stare attenti a preservali perché potranno morire. Questo, invece, non succederà con figure come Karl Franz, che al massimo potrà infortunarsi sul campo di battaglia.

Gli elementi tradizionali di Total War, come l'approntamento degli insediamenti, la diplomazia e l'allenamento delle unità, funzioneranno come hanno sempre funzionato in questa serie. Rispetto alla tradizione di Total War, però, qui ci sarà una più spiccata componente da gioco di ruolo. Alcune unità saranno nettamente più efficaci delle altre sul campo di battaglia e bisognerà fare i conti con elementi ruolistici come il cooldown delle magie. The Creative Assembly ha adattato alcuni meccanismi tipici di Warhammer, come la casualità sull'esito di un attacco, alla struttura di Total War. In certi casi questi meccanismi di casualità si tramuteranno in meccaniche d'azione, quando ad esempio bisognerà interpretare un goblin quando verrà lanciato via da una macchina d'assedio a proiettili vivi.

In definitiva, l'obiettivo di The Creative Assembly è quello di far felici i fan di tutte e due le serie. Potrebbe uscirne un prodotto realmente molto innovativo sia per quanto riguarda la tradizione Total War che per il mondo di Warhammer.

 
^