Fifa 16: ecco le novità di quest'anno

Fifa 16: ecco le novità di quest'anno

EA Sports ha organizzato un evento a Milano in cui è stato possibile provare per la prima volta il nuovo capitolo della popolare serie di giochi di calcio. Fifa 16 è stato presentato anche al media briefing pre-E3 di Electronic Arts e uscirà il 24 settembre su tutti i formati principali. In questo articolo riassumiamo le nuove caratteristiche, al di là della presenza del calcio femminile, e forniamo le nostre impressioni dopo aver provato la prima demo.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Electronic ArtsFifa
 

Controllare il centrocampo

Ovviamente la parte nevralgica del gioco del calcio riguarda il centrocampo. Sono stati rivisti alcuni algoritmi relativi al comportamento dei centrocampisti, che adesso saranno più aggressivi e reattivi nel recupero della palla. Enrique ha detto che questo tipo di filosofia porterà a una migliore simulazione di quei giocatori che eccellono nella realtà in aggressività, portando gli esempi di Mascherano e del sempreverde Gattuso.

Ha spiegato che questa introduzione sarà un "game changer", perché evidenzierà l'aspetto di aggressività del gioco del calcio, rendendo ancora più godibili i match più serrati. Ed è poi passato sul nuovo concetto di "passare con uno scopo". Premendo RB, infatti, insieme al pulsante del passaggio, in Fifa 16 sarà possibile eseguire passaggi più precisi, più diretti e più rapidi, direttamente sui piedi del ricevente o leggermente più avanti nel caso di scatto in profondità. I nuovi passaggi, quindi, assumeranno una precisa conformazione in funzione del contesto e dello scopo dell'azione in corso, e per questo si differenzieranno da quelli dell'anno scorso realizzabili con LT. D'altronde, in base al livello di "skill" del calciatore che passa, tutto ciò potrebbe rappresentare un rischio, portando a passaggi completamente sbagliati.

Sarà poi possibile realizzare dei dribbling senza necessariamente toccare il pallone, spiazzando l'avversario che difende semplicemente con il movimento del corpo. Per farlo bisogna premere LB e poi rilasciarlo al momento giusto per disorientare il difensore: se durante questa operazione si preme anche RT allora l'attaccante farà il movimento senza toccare la palla. Può essere ovviamente un'arma in più per le azioni d'attacco.

Ci saranno poi nuovi cross dinamici, maggiormente ricompensatori secondo le promesse di Enrique con le ali che cercheranno di incurvare la traiettoria della palla in modo da aggirare i difensori. Pensate a un'ala che scatta sulla fascia e che è impossibilitata a mettere la palla al centro dell'area di rigore perché marcata adeguatamente. Allora cercherà di aggirare il difensore con un cross a effetto che aggirerà quest'ultimo sulla sua destra, per poi piegare verso il centro dell'area.

Quanto ai "momenti di magia" del gioco del calcio, Enrique ha parlato soprattutto della fase finalizzatrice. EA Sports con il nuovo Fifa intende sfruttare meglio gli algoritmi che gestiscono l'elasticità e il momentum del pallone con un sistema di tiro rinnovato e più spettacolare. Ci saranno anche nuove animazioni, per esempio per i tiri al volo.

Ha corretto anche alcune incertezze dei portieri. Con Fifa 15, infatti, erano stati introdotti quelli che EA Sports definisce come "i portieri di nuova generazione", ma i nuovi avanzamenti tecnologici consentono adesso di andare oltre. Nello specifico, è stato risolto il problema dei tiri da lontano da campo aperto. In quei casi in Fifa 15 il portiere faceva una previsione troppo ottimistica sulla complessità della presa finendo per lasciarsi scavalcare dalla traiettoria del pallone. Enrique sostiene che questo difetto ha richiesto molto lavoro perché riguardava un meccanismo in profondità dell'algoritmo di intelligenza artificiale dei portieri, ma che non si ripresenterà più in Fifa 16. I portieri, quindi, valuteranno accuratamente il livello di complessità delle prese di questo tipo.

Si è parlato anche di "consapevolezza procedurale", con i giocatori che saranno più attenti sui movimenti della palla e sull'andamento del gioco. Ad esempio, i difensori manterranno lo sguardo fisso sugli attaccanti che stanno scattando, mentre un calciatore guarderà la palla dopo averla svirgolata.

Gli arbitri, inoltre, utilizzeranno lo spray per segnare sul terreno di gioco la posizione in cui dovrà essere collocato il pallone quando si sta per battere un calcio di punizione e la posizione in cui si dovrà collocare la barriera. Questi segni sul terreno di gioco durano per qualche secondo dopo che il calcio di punizione è stato battuto.

 
^