The Old Blood, una nuova esperienza Wolfenstein

The Old Blood, una nuova esperienza Wolfenstein

Wolfenstein The Old Blood è un DLC standalone di The New Order, ovvero la più recente incarnazione di Wolfenstein e uno dei migliori sparatutto in prima persona degli ultimi anni. Offre una storia del tutto nuova, che fa da introduzione agli eventi di The New Order, oltre che nuove meccaniche di gioco e nuove armi.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Bethesda
 

Le armi necessarie a sconfiggere il nemico nazista

La storia di The Old Blood si riduce quindi in un continuo mettersi sulle tracce di spie americane per ricevere sostegno o generali nazisti da mettere fuori combattimento. Un percorso che ci porterà a esplorare i meandri del Castello Wolfenstein, realizzato ai tempi del Sacro Romano Impero, e un paio di cittadine bavaresi, con architettura fedelmente ispirata dalla realtà, così come l'atmosfera che si respira in questi luoghi.

Ma appunto si perde il fascino e la profondità, oltre che l'emozionalità, della storia originale, svilendo anche l'universo distopico che tanto bene MachineGames aveva allestito per rilanciare il franchise Wolfenstein.

In The Old Blood ci sono un paio di nuove armi, come il fucile bolt-action, una sorta di fucile a pompa molto efficace anche sulle lunghe distanze. E poi la pistola Kampfpistole, un lanciarazzi tascabile da utilizzare soprattutto contro i nemici dotati di resistente armatura. Ma le armi sono ben studiate e ben bilanciate, portando il giocatore a cambiare frequentemente, e ad alternarle tutte, sulla base delle caratteristiche dei nemici da affrontare.

Prima di iniziare i combattimenti con i boss (abbastanza mosci in questa espansione) può essere molto utile, oltre che divertente, raccogliere tantissime vite anche se si è a 100. In questi casi si va in sovraccarico, nel senso che le vite in eccesso vengono progressivamente scalate fino a tornare a quota 100, ma può essere altrettanto utile nell'ottica di ammorbidire la furia dei nemici. Prima di certi combattimenti si è così in grado di avere momentaneamente anche 300 o 400 vite, che appunto ricorda ciò che accadeva nei vecchi shooter id Software.

Come nel gioco originale, se si va a letto si può giocare l'originale Wolfenstein 3D, con la grafica a sprite e i pavimenti senza texture che resero comunque mitico questo grande gioco del passato. Si usano le armi "moderne", così come le nuove meccaniche di movimento, ma si possono ripercorrere gli interi livelli dell'esperienza originale, senza avere la possibilità di ritornare nella "modernità" se non dopo una morte.

A parte gli scenari di cui abbiamo già detto, di questo The Old Blood bisogna sottolineare la longevità. L'esperienza è suddivisa in 8 capitoli e servono almeno 10 ore per portarla a termine al livello di difficoltà medio. Una longevità assolutamente notevole per un contenuto di espansione, superiore a quella di molti altri giochi interi, che può essere un valido incentivo a spendere i 20 euro necessari per acquistare The Old Blood (ricordiamo che non è richiesto il gioco originale per farlo funzionare).

Ma The Old Blood non costituisce un miglioramento in termini di gameplay rispetto all'originale The New Order, mentre MachineGames ha rinunciato, praticamente in maniera totale, alla parte di narrazione, uno degli elementi vincenti dello sparatutto uscito un anno fa. E ancora una volta ignora il multiplayer per questa serie.

  • Articoli Correlati
  • Recensione Wolfenstein The New Order: si torna agli albori degli fps Recensione Wolfenstein The New Order: si torna agli albori degli fps Con The New Order, la software house svedese MachineGames ha il non facile compito di riportare alla modernità Wolfenstein, e quindi da una parte mantenere il fascino dei videogiochi di una volta e dall'altra contestualizzarlo all'interno di una struttura che sia anche moderna e immersiva. Ha deciso di farlo esclusivamente in chiave single player, escludendo una modalità, quella multiplayer, che ha comunque fatto la storia del franchise.
1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emanuele8312 Maggio 2015, 07:52 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link all'Articolo: http://www.gamemag.it/articoli/4360...tein_index.html

Wolfenstein The Old Blood è un DLC standalone di The New Order, ovvero la più recente incarnazione di Wolfenstein e uno dei migliori sparatutto in prima persona degli ultimi anni. Offre una storia del tutto nuova, che fa da introduzione agli eventi di The New Order, oltre che nuove meccaniche di gioco e nuove armi.

Click sul link per visualizzare l'articolo.


a 20 euro su steam è un buon affare, specialmente perché non seve il primo capitolo installato. Peccato i 34Gb di download, ci impiego 10 ore se tutto va bene...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^