Battlefield Hardline: qualche miglioramento rispetto alla precedente beta?

Battlefield Hardline: qualche miglioramento rispetto alla precedente beta?

Dopo la deludente prima beta di Battlefield Hardline, lanciata in fretta e furia in occasione dello scorso E3, Visceral Games, la software house famosa per Dead Space, ci riprova. La seconda beta di Battlefield Hardline, che rimarrà attiva fino alla giornata di domenica, appare più rifinita e capace di offrire equilibri di gioco migliori. Basterà per soddisfare i fans storici di Battlefield?

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Electronic ArtsBattlefield
 

Rapina

Partiamo con Corto Circuito. Credo che sia una delle modalità di gioco più "folli" mai viste in uno shooter multiplayer. I giocatori devono entrare in possesso di una delle auto marcate presenti sulla mappa di gioco e cominciare a girare per la mappa, senza decelerare mai. Visceral, in realtà, vuole creare una sorta di variante dinamica di Conquista, dove i punti da controllare non sono appunto fissi sulla mappa ma si spostano continuamente, restituendo al tutto una connotazione di mobilità che appunto prima non esisteva. Rimanere sull'auto e continuare a procedere velocemente, infatti, consente di far scendere il numero di ticket degli avversari.

Ma questa modalità dopo i primi minuti di gioco sembra ridicola principalmente per due fatti: uno, le mappe di Hardline sono troppo piccole per permettere di divertirsi con la guida dei veicoli; due, il modello di guida delle auto è talmente approssimativo che guidare non costituisce per niente una sfida, neanche con le moto. Insomma, a primo impatto Corto Circuito sembra veramente mal fatta, anche perché si spara pochissimo, e per una serie che ha costruito il suo successo sulle meccaniche di firing non è proprio il massimo.

Queste considerazioni, però, valgono soprattutto per la mappa ambientata nel Downtown di Los Angeles, che in realtà ci aveva fatto storcere il naso già nella prima beta, anche perché studiata soprattutto per favorire il combattimento in verticalità e per sfruttare nuovi elementi di gioco come la teleferica e il rampino, che invece mal si sposano con Corto Circuito. Passando invece alla mappa introdotta per la prima volta con questa beta, ovvero Deserto, Corto Circuito diventa molto più divertente.

Si tratta di una mappa molto ampia, capace di offrire ampi spazi aperti che esaltano le caratteristiche di spostamento dei veicoli. In Deserto vi è un'arteria principale che le due squadre devono controllare il più possibile per avere la meglio sul nemico, ma anche tanti spazi appunto desertici ai bordi, dove è possibile darsi battaglia. Siamo chiamati a "possedere" anche alcuni grossi camion e dei pachidermici furgoni, che rendono maggiormente variegata l'esperienza di guida. Le dimensioni dei mezzi e gli spazi aperti incrementano anche la capacità del team avversario di stanare i veicoli, utilizzando mine a terra o poderosi lanciarazzi. Il tutto rimane comunque molto veloce, nonostante la mappa sia più grande, e l'esperienza di guida è leggermente più gratificante.

Gli ampi spazi di Deserto permettono di intervenire in battaglia con l'elicottero, ma in questa mappa si trovano anche i prelievi battaglia Stinger, ovvero la controffensiva più efficace contro i mezzi aerei.

Anche Rapina risulta essere migliorata. In realtà le caratteristiche generali della modalità non cambiano in maniera netta, però Visceral ha introdotto degli elementi che evidenziano in maniera più efficace lo scenario da "guardie e ladri". Questi ultimi, infatti, sono chiamati a penetrare in un caveau di sicurezza di una banca e una volta scardinata la porta blindata devono recuperare i sacchi di soldi e portarli ai punti di estrazione. Dopo aver installato l'attrezzo per violare il caveau bisogna presidiarlo per qualche secondo e questo crea dei punti di stallo in cui impazza la battaglia con i poliziotti. I quali presidiano anche tutte le vie di fuga.

Una modalità asimmetrica, in cui i sospetti devono comportarsi in maniera sensibilmente differente rispetto ai poliziotti, e che quindi mal si sposa con la classica impostazione di Battlefield, appunto pensata originariamente per la simmetricissima Conquista. In Rapina viene favorito il "campering", ma non per questo la componente tattica viene svilita completamente. Anzi bisogna proteggersi sia se si gioca per una squadra che per l'altra e studiare bene la mappa per capire quali sono i percorsi più efficaci.

Ma la modalità più equilibrata e probabilmente più longeva nel lungo periodo, nonostante gli sforzi di EA e Visceral di rendere Battlefield più rapido e innovativo, rimane sempre Conquista. Questa tipologia di match esalta ai massimi livelli la componente tattica di Battlefield, il focus sugli spostamenti e l'abilità nel padroneggiare le armi. Anche perché è l'unica modalità della beta affrontabile in 64 giocatori impegnati nel match contemporaneamente (feature disponibile solo su next-gen e PC). Come accennavo prima resta, però, sorge un dubbio: come è possibile che dei ladri scatenino un conflitto su così vasta scala?

 
^