Evolve, miglior gioco multiplayer dell'anno?

Evolve, miglior gioco multiplayer dell'anno?

Dopo i test all'E3 e al GamesCom e le open beta dei giorni scorsi, Evolve sembra il titolo designato a conquistare la palma di miglior videogioco multiplayer dell'anno. Gli autori di Left4Dead sono riusciti a riproporre l'adrenalina e la strategia del loro gioco originale all'interno di una cornice però molto differente, quella di un titolo competitivo asincrono.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
2K GamesEvolve
 

Cacciatori

Se si gioca tra le fila dei Cacciatori, si può scegliere se schierarsi come Assalto, Trapper, Medico o Supporto. Questi quattro soldati sono in grado di sprigionare un'enorme potenza di fuoco contro il nemico, possono nascondersi alla sua vista, creare scudi elettrici e inondare la bestia di fiamme. Il Trapper può disseminare trappole, mentre chi si schiera come Supporto è in grado di creare gli scudi di cui abbiamo appena parlato o di rendere tutti invisibili. Assalto può incassare molti colpi e fare tanti danni al nemico, mentre il Medico può rigenerare le risorse vitali dei compagni e disseminare sul corpo della bestia dei piccoli dispositivi che, se colpiti dai compagni, causano delle forti esplosioni e sottraggono alla creatura molte vite.

Come vedremo nelle prossime pagine, di ogni classe fanno parte diversi personaggi, ciascuno di loro caratterizzato da un preciso Loadout e da una specifica configurazione di abilità passive e attive.

La coordinazione è fondamentale quando si gioca come Cacciatori, i quali possono essere devastanti e agire nell'ombra, anche perché dotati di strumenti che evidenziano le orme della bestia e che consentono quindi loro di mettersi sulle tracce di quest'ultima. Ma allo stesso tempo giocare nei panni della creatura dà una forte sensazione di potenza: anzi, mi spiego meglio, di essere nettamente i più potenti nel match multiplayer. A seconda delle personalizzazioni dei giocatori, il grosso mostro è in grado di emettere fuoco e di lanciare arpioni, ma anche di sprigionare delle scariche elettriche. Si muove con grande agilità per la mappa di gioco, percorrendo molto spazio con pochi passi. Le sue animazioni sono convincenti ed è incredibilmente reattiva al controllo, sia con mouse e tastiera che con gamepad.

Il giocatore può personalizzarla scegliendo innanzitutto se debba trattarsi di un Golia o di un Kraken. La scelta è fondamentale perché incide sulle abilità a disposizione, i poteri speciali, la stessa conformazione fisica del mostro e sulla sua capacità di muoversi sulla mappa. A disposizione dei giocatori ci sono caratteristiche diverse e possibilità di configurazione dei poteri prima del match, e questo vale anche per i Cacciatori. Si può scegliere quale personaggio interpretare e stabilire i buff a disposizione: per esempio aumentare le risorse vitali o migliorare attributi quali velocità e resistenza.

Se giocare come Cacciatori mette molta fibrillazione perché si cerca di agire senza farsi individuare subito dalla creatura e richiede tanta coordinazione, spingendo i giocatori a gridare fortemente gli ordini ai compagni perché in preda al panico, quando si gioca come Mostro si ha la sensazione di poter distruggere tutto. Ma all'inizio, in realtà, si è deboli, e se non si "feedda" (è proprio il caso di dirlo) a dovere questa enorme bestia, non si hanno chance di sopravvivenza contro i cacciatori. Nelle prime partite vincono sempre questi ultimi, perché padroneggiare per bene la creatura richiede un attimo di apprendistato e di dedizione.

Questa deve andare alla ricerca delle altre creature presenti sulla mappa e gestite dall'intelligenza artificiale. Può usare i suoi poteri per ucciderle e poi può mangiarle per nutrirsi, diventare più grossa e acquistare resistenza contro le armi del nemico. Attenzione, però, perché alcune creature gestite dall'IA sono potenti quanto lo stesso Golia o Kraken, e questo vuol dire che vanno affrontate con circospezione. Bisogna, inoltre, capire se conviene effettivamente farle fuori per nutrirsi o se è meglio preservare le risorse per i combattimenti contro i Cacciatori.

Vi assicuro che il primo contatto con il Mostro è motivo di grande esaltazione e allo stesso tempo di preoccupazione, perché se troppo evoluto farà fuori la squadra di umani in men che non si dica. Se il Mostro raggiunge il massimo livello di evoluzione, lo Stage 3, diventa praticamente invulnerabile. Per evitare che questo avvenga ogni Cacciatore deve esplicitare al meglio il suo ruolo, accollandosi precise responsabilità sul campo di battaglia. Ci sono tre personaggi per ciascuna delle quattro classi, per un totale di 12 Cacciatori differenti.

 
^