I 10 migliori videogiochi del 2014

I 10 migliori videogiochi del 2014

Anche quest'anno Hardware Upgrade e Gamemag offrono la classica dei migliori giochi dell'anno precedente, scelti dai lettori. Si parte dalla decima posizione e si risale fino al gioco vincitore.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Electronic ArtsKunos Simulazioni
 

9a posizione

Hearthstone Heroes of Warcraft

Produttore: Blizzard
Sviluppatore: Interno
Piattaforme: Mac, PC, iOS
Uscita: marzo
Percentuale di voti conseguita: 4,17%

Il dilagante successo di Hearthstone ha modificato più di uno dei programmi di Blizzard, che si è resa così conto che le produzioni multimilionarie non si sposano più bene con le esigenze del pubblico di oggi. I giocatori moderni amano sempre più l'immediatezza e la concretezza, tutti elementi in cui il gioco di carte collezionabili contestualizzato nello scenario di Warcraft eccelle.

Hearthstone è un gioco dannatamente assuefacente: una volta che iniziate la scalata verso le carte più prestigiose, infatti, difficilmente riuscirete a ritirarvi. Anche perché bisogna essere molto agguerriti, e disporre di un mazzo di carte notevole, per poter tenere testa agli avversari online. Il funzionamento di base di Hearthstone non è dissimile rispetto ai giochi di carte collezionabili tradizionali. Il giocatore personalizza un mazzo, formato da carte che ha sbloccato nel corso della progressione e in base alle ricompense che ha ottenuto, e di turno in turno può utilizzare le carte che fanno parte del suo mazzo. L'uso delle carte per ogni turno è regolato dalla disponibilità di mana, con ogni carta che richiede un certo numero di punti mana in funzione della sua efficacia.

I giocatori possono schierare delle carte "minion" oppure ricorrere a magie lanciate dall'eroe che interpreta. I "minion" possono, a loro volta, attaccare altri "minion" oppure infliggere direttamente danni all'eroe avversario. Quando un "minion" attacca, da una parte rappresenta un'arma contro l'avversario, ma dall'altra subisce in quello stesso turno un danno dall'avversario che sta attaccando, la cui entità dipende dalle statistiche di quest'ultimo. Ogni carta è infatti dotata di due valori di base: ovvero, l'attacco, quindi i punti vitali che può sottrarre alla carta attaccata in quel turno, e le risorse vitali.

In Hearthstone ci sono "minion" di diverso tipo. Possiamo avere dei difensori, dotati di tanti punti vitali e quindi da utilizzare all'interno di strategie da "tanking". Possiamo anche avere dei "minion" in grado di curare, oppure dei "taunt", ovvero delle carte che provocano l'attacco dell'avversario, impedendo a quest'ultimo di attaccare carte diverse da sé stessa. Le carte "charge" invece consentono di attaccare l'eroe avversario o un altro "minion" nello stesso turno in cui la carta viene schierata, mentre normalmente bisogna aspettare il turno successivo prima di iniziare ad arrecare danni.

Gli eroi, da parte loro, possono lanciare delle magie che, se nella maggior parte dei casi arrecano semplicemente danno all'eroe avversario o ai suoi "minion", possono anche produrre effetti secondari, come impedire che una carta venga utilizzata, ridurre la sua efficacia o trasformarla in creature più deboli come pecore e rospi.

Gli eroi, inoltre, dispongono di un'abilità speciale che è legata alla classe di appartenenza. Naturalmente, questa abilità ha caratteristiche che rimandano all'essenza del tipo di eroe e alle sue peculiarità. L'abilità speciale viene esplicitata con un gettone che si trova subito alla destra della figura dell'eroe impersonato, mentre sulla sinistra può apparire un altro gettone in base alle carte che vengono giocate. In quest'ultimo caso si può trattare di un'arma speciale o di un pezzo di armatura, tutti elementi che possono fornire aiuto supplementare nelle fasi di difesa o di attacco. In Hearthstone ci sono nove iconiche classi di World of Warcraft, ovvero mage, hunter, warrior, shaman, druid, priest, rogue, paladin e warlock.

 
^