2015, i videogiochi più attesi dell'anno

2015, i videogiochi più attesi dell'anno

Il 2014 è stato un anno molto difficile per l'industria videoludica, che ha vissuto il passaggio alla nuova generazione di console e che vede costantemente l'emergere di nuove forme di gaming, più immediate e pensate per sfruttare soprattutto i dispostiivi mobile. Ma il 2015 sarà un anno cruciale, che vedrà finalmente l'emergere di diversi titoli capaci di sfruttare i nuovi hardware.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Produttore: Konami
Sviluppatore: Kojima Productions
Piattaforme: PC, PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One
Uscita: 2015

Nel 2014 è stata la volta di Gound Zeroes, ovvero del prologo di The Phantom Pain, ma nei prossimi 12 mesi dovrebbe arrivare anche il gioco completo, l'ultima immaginifica storia scaturita dal genio di Hideo Kojima.

Ground Zeroes prende le mosse nel 1975, un anno dopo Peace Walker, mentre il gioco principale si svolge nel 1984, nove anni più tardi. Il protagonista è Big Boss, ovvero Naked Snake, mentre il titolo porrà enfasi sui personaggi con uno stile narrativo simile a quello del precedente capitolo di Mgs e una storia che orbiterà intorno a uomini che diventano delle macchine da guerra.

Così come Peace Walker, Metal Gear Solid 5 offrirà una meccanica di gioco imperniata sullo sviluppo di una base, attraverso la quale sarà possibile ricercare nuove armi e oggetti. Inoltre, i giocatori saranno in grado di accedere alla base anche attraverso i loro smartphone. Kojima ha rivelato anche che il nuovo Fox Engine gestirà dinamicamente l'alternarsi del giorno con la notte. Il giocatore, inoltre, con le sue scelte determinarà l'ordine cronologico degli eventi e deciderà quali missioni affrontare per prime, ma soltanto alla fine delle vicende avrà un'idea chiara sul messaggio che il titolo intende proporre.

Insomma, verrà a mancare la struttura lineare dei precedenti giochi della serie, in cui il giocatore si trovava sempre a spostarsi da un punto A a un punto B. Qui avrà molta più scelta, e potrà determinare anche il modo di interagire e le tattiche di assalto. Ad esempio, in certe missioni potrà impossessarsi di un aereo o di un elicottero per creare dei diversivi, all'interno di quella che Kojima definisce "vera esperienza open-world".

Ma torneranno anche alcuni dei personaggi "sopra le righe" tipici del mondo di Metal Gear Solid, tra cui ‘Skull Face’ – che già avevamo visto nel primo trailer di Ground Zeroes – una sniper chiamata Quiet ma anche Eli, un giovane ragazzo che sembra possedere doti da leader. Nel cast saranno presenti anche Code Talker, Kazuhira Miller, oltre al già citato Revolver Ocelot.

In The Phantom Pain ci sarà anche un'articolata modalità multiplayer, incentrata sulle Mother Base dei giocatori. Sarà, infatti, possibile gestire un grosso hub di riferimento, all'interno del quale si potranno inserire soldati, armi fisse, sistemi di sorveglianza, e altro ancora. Non mancherà la possibilità di attaccare le Mother Base degli altri giocatori, sfruttando le meccaniche di gameplay, alle volte sopra le righe e fortemente ironiche, della componente di gioco principale.

 
^