Recensione The Crew e confronto tra PC e Xbox One

Recensione The Crew e confronto tra PC e Xbox One

The Crew è il nuovo racing MMO prodotto da Ubisoft e sviluppato congiuntamente da Ivory Tower e da Ubisoft Reflections. The Crew sfrutta la suite GameWorks di NVIDIA e per questo abbiamo deciso di analizzare a fondo la grafica e di confrontarla con quella di Xbox One. Anticipiamo, però, che il nuovo racer Ubisoft non è certo il gioco con la miglior grafica dell'anno, anzi...

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
NVIDIAUbisoftXboxMicrosoft
 

Conclusioni

Croce e delizia di The Crew è la sua enorme mappa di gioco. Da una parte, infatti, è molto piacevole da esplorare nella sua interezza e permette di variare diffusamente le strategie, approfittando dei grandi spazi aperti, ad esempio per distanziare gli inseguitori, dall'altra però è deludente in termini di varietà e densità. Le attività da svolgere sono sempre le stesse e gli spostamenti da una città all'altra alla lunga si rivelano monotoni e noiosi.

Però è comunque una mappa molto grande, che richiede l'opzione del "fast travel" in molti casi. I giocatori, infatti, possono raggiungere istantaneamente i punti sensibili della mappa, a patto che li abbiano esplorati in precedenza.

Che lo si giochi in team o da soli, poi, le protagoniste indiscusse di The Crew sono senza dubbio le almeno 130 automobili a disposizione. Si va dalla Ferrari alla Fiat 500 Abarth agli ultimi modelli di casa Alfa Romeo. Dalle Aston Martin alle Bentley, dalle BMW alle Cadillac. E poi Chevrolet, Dodge, Ford, GM, Hummer, Jeep, Chrysler, Lamborghini, Maserati, McLaren, Mercedes, Mini, Nissan, Pagani, Volkswagen, Koenigsegg, Ruf, Shelby, Saleen e Spyker. Tutte oltretutto ampiamente personalizzabili e potenziabili spendendo le risorse acquisite durante la progressione o tramite valuta reale.

Ma sono proprio le missioni a deludere, perché dopo qualche ora di gioco ci si rende conto di come The Crew non riesca a dare nulla oltre a quanto già sono in grado di offrire i giochi già presenti sul mercato. Bisogna collaborare per risolvere alcune missioni, ma non si va molto oltre il suddividersi le risorse vitali da sottrarre a un avversario speronandolo a turno. D'altra parte, tuttavia, le collisioni non sono proprio convincenti: più che sportellate sembrano leggere toccatine, visto che le auto presentano una grande resistenza a deformarsi.

Curioso anche il sistema di risorse vitali che, sebbene ci si trovi all'interno di un titolo ovviamente molto diverso rispetto a uno shooter, ricorda quelli dei vari Call of Duty. Dopo qualche secondo dall'impatto, infatti, la vettura torna progressivamente e automaticamente al livello massimo di risorse vitali, con i danni che scompaiono fisicamente dalla scocca della vettura, fino a diventare invisibili.

Si può usare il cosiddetto Pro-Tox, per velocizzare per qualche istante l'auto oltre il suo potenziale di base. Il tutto all'interno di un modello di guida che resta semplicistico e arcade, anche togliendo gli aiuti e seppure sia possibile giocare anche con il volante, oltre che con il gamepad. Non ci sono differenze marcate tra il modello di guida delle varie vetture e si ha la sensazione che la perdita di aderenza delle auto sia dettata più che altro dalla casualità.

È anche possibile disabilitare il cambio automatico, il che prevede di adattare il proprio stile di guida al funzionamento del Pro-Tox. Quest'ultimo, infatti, può essere utilizzato per far salire velocemente i giri del motore e rimediare così a un errore di guida. Il livello di guida resta sempre molto approssimativo, e non si può gustare ad esempio la potenza di una Ford Mustang o la precisione di una Nissan GTR. Detto questo, bisogna però aggiungere che il Pro-Tox interferisce con la guida. Ad esempio, se lo si attiva bruscamente mentre l'auto non è in condizioni di perfetta aderenza, si perderà il controllo sul veicolo.

Ma rendere possibile guidare in maniera simulativa e con il cambio manuale non sembra essere stata la preoccupazione principale degli sviluppatori. Lo si capisce anche dal visualizzatore della marcia innestata, che è piccolissimo e richiede una ricerca con gli occhi di qualche secondo la prima volta che si prova a individuarlo. Occupa una posizione su schermo proprio sacrificata, che comunque rende sempre difficoltosa l'individuazione della marcia innestata.

Si può comunque abilitare anche la frizione per quei volanti che ne sono dotati. Detto questo, l'intelligenza artificiale è quella tipica dei giochi arcade: ovvero, gli altri piloti aspettano il giocatore se questi sbaglia o lo rincorrono come forsennati se va particolarmente bene. Il risultato è che l'andamento di alcune gare sfiora il ridicolo, rendendo le competizioni stesse alquanto frustranti perché proprio l'ultissimo tratto diventa quello decisivo.

E poi ci sono stati tanti problemi di connessione ai server di gioco nella fase di lancio, che hanno reso impossibile nei primi giorni trovare gli avversari da sfidare, che non fossero oltretutto troppo forti o troppo poco forti rispetto al nostro livello di esperienza. Adesso le cose vanno molto meglio, ma può sempre capitare di dover rifare una gara, anche single player, perché il server è caduto.

Il sistema di matchmaking stabilisce automaticamente le sessioni e assegna arbitrariamente gli avversari da affrontare. Può, quindi, capitare di ritrovarsi all'interno di sessioni con giocatori troppo forti o troppo scarsi o, peggio ancora, senza nessun altro giocatore in carne e ossa da affrontare o con cui collaborare. Non ci sono server dedicati per le gare e il tutto fa riferimento al classico sistema di migrazione dell'host.

Insomma, allo stato attuale delle cose The Crew rimane un gioco assolutamente da rivedere. Vorrebbe ripetere il successo del primo Test Drive Unlimited, ma pecca, e anche tanto, in profondità.

  • Articoli Correlati
  • Assassin's Creed Unity: ecco com'è la grafica su PC Assassin's Creed Unity: ecco com'è la grafica su PC In questo articolo ci concentriamo sugli aspetti tecnici della grafica della versione PC di Assassin's Creed Unity e, in particolare, valutiamo l'apporto della suite NVIDIA GameWorks. Purtroppo Assassin's Creed Unity ha avuto molte problematiche tecniche nella fase di lancio, ma allo stato attuale delle cose, benché ci siano problemi ancora con le texture e con lo streaming del mondo di gioco, è perlomeno giocabile.
11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gildo8811 Dicembre 2014, 17:43 #1
Un disastro da quanto vedo, Ubisoft non si smentisce
Prossimo della lista The Division, siate pronti ad un pesante Downgrade, prestazioni orribili, meccaniche noiose e ripetitive (alla Destiny) e tanta tanta pubblicità.
JamesTrab11 Dicembre 2014, 17:47 #2
Originariamente inviato da: gildo88
Un disastro da quanto vedo, Ubisoft non si smentisce
Prossimo della lista The Division, siate pronti ad un pesante Downgrade, prestazioni orribili, meccaniche noiose e ripetitive (alla Destiny) e tanta tanta pubblicità.


Quotone, dopo questa tripletta di Ubisoft è difficile riporre speranze in The Divion. Imho se non avesse il reparto UbiArt sarebbe peggio di EA, e di misura.
gildo8811 Dicembre 2014, 17:57 #3
Originariamente inviato da: JamesTrab
Quotone, dopo questa tripletta di Ubisoft è difficile riporre speranze in The Divion. Imho se non avesse il reparto UbiArt sarebbe peggio di EA, e di misura.


Ma infatti credo che l'unica cosa buona di Ubisoft siano quelli
Per il resto, questo 2014 è stato anche peggio del solito ed ha mostrato la loro vera natura a tutti, anche ai fan inossidabili.
Lian_Sps_in_ZuBeI12 Dicembre 2014, 01:41 #4
vi siete dimenticati di dire,che su pc chi ha una vgta gtx770 in su forse pure 670 puo benissimo giocare in 2k con fxaa e salutare AA dallo schermo..sempre restando a 60 fps..oppure giocare in tutta tranquillita a 4k 30 fps.

tutto un'altro gioco.

Nhirlathothep12 Dicembre 2014, 01:56 #5
Originariamente inviato da: Lian_Sps_in_ZuBeI
vi siete dimenticati di dire,che su pc chi ha una vgta gtx770 in su forse pure 670 puo benissimo giocare in 2k con fxaa e salutare AA dallo schermo..sempre restando a 60 fps..oppure giocare in tutta tranquillita a 4k 30 fps.

tutto un'altro gioco.


a me, da pc gamer queste frasi non piacciono :

- se i poligoni sono quelli, restano quelli
- se gli ambienti sono spogli restano spogli
- se la cura al di fuori dei modelli delle auto in primo piano è nulla, resta nulla

Servono bravura, attenzione ai dettagli e capacità artistiche da parte di chi crea il gioco, i filtri a palla e il ds non possono sopperire
Riccardo8212 Dicembre 2014, 08:58 #6
quindi che faccio? lo metto sotto l'albero o cerco altrove?? chi lo ha provato mi può consigliare?
Riccardo8212 Dicembre 2014, 08:58 #7
prenderei la versione xbox one..
grazie per l'aiuto
Marko#8812 Dicembre 2014, 10:52 #8
Originariamente inviato da: Lian_Sps_in_ZuBeI
vi siete dimenticati di dire,che su pc chi ha una vgta gtx770 in su forse pure 670 puo benissimo giocare in 2k con fxaa e salutare AA dallo schermo..sempre restando a 60 fps..oppure giocare in tutta tranquillita a 4k 30 fps.

tutto un'altro gioco.


Con un modello di guida così di merda guardi alla grafica?
Nessuno pretendeva un simulatore ma cacchio, almeno la differenza fra un modello di auto e l'altro!
cm0s12 Dicembre 2014, 13:55 #9
ragazzi il gioco non è poi cosi di merda come è stato segnalato, almeno non per gli amanti del genere corse in questione. vi segnalo inoltre che come si vede dagli screen sull'articolo i recensori dello stesso non hanno provato a fondo e/o fino alla fine il gioco, o almeno questo mi sembra. non posso dire che il gioco sia esente da bug, i bug ci sono e non sono pochi si, ma rendiamoci conto che cmq il gioco è appena uscito. in allegato un video su youtube riguardante il gameplay su pista https://www.youtube.com/watch?v=lg2...eature=youtu.be
omihalcon13 Dicembre 2014, 17:53 #10
Laguna seca poteva essere fatta in modo più realistico, sembra un' altra pista, ma sbaglio o mi ricorda GT Racing 2 della Gameloft come fisica delle auto? Anzi no perchè in GT Racing non si staccano dal suolo, cmq è molto arcade, già TDU mi pare migliore.
Come tuning invece vedo che si possono fare buone cose...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^