Recensione The Crew e confronto tra PC e Xbox One

Recensione The Crew e confronto tra PC e Xbox One

The Crew è il nuovo racing MMO prodotto da Ubisoft e sviluppato congiuntamente da Ivory Tower e da Ubisoft Reflections. The Crew sfrutta la suite GameWorks di NVIDIA e per questo abbiamo deciso di analizzare a fondo la grafica e di confrontarla con quella di Xbox One. Anticipiamo, però, che il nuovo racer Ubisoft non è certo il gioco con la miglior grafica dell'anno, anzi...

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
NVIDIAUbisoftXboxMicrosoft
 

Babel

Trattandosi di un gioco Ubisoft, la prima cosa che ti colpisce in The Crew è che la grafica del gioco sia fluida, e anche sul PC. Questo dipende dal fatto che non è stato usato il solito motore Anvil di Watch Dogs e Assassin's Creed, che presenta diversi limiti nello streaming di ampie mappe di gioco producendo frame drop. The Crew è infatti basato su una tecnologia proprietaria di Ivory Tower, conosciuta come Babel.

Babel è pensata per gestire una mappa di gioco di queste dimensioni, da percorrere oltretutto in maniera molto rapida con bolidi potentissimi. C'è un'altra faccia della medaglia, ovviamente: possiamo assolutamente dimenticarci il livello di dettaglio di Watch Dogs o Assassin's Creed Unity. Anzi, The Crew, dal punto di vista grafico, assomiglia più a un titolo di precedente generazione.

Come gli ultimi giochi Ubisoft, integra la suite NVIDIA Gameworks, e quindi offre effetti avanzati come HBAO+ e TXAA, ma abilitarli o disabilitarli comporta minime variazioni alla qualità della grafica. Anche la versione PC si discosta poco o nulla rispetto a quella Xbox One. Insomma, il gioco è ben adattato al PC come sistema di controllo e utilizzo dell'hardware, consentendo di scegliere se giocare con il gamepad o con il volante, ma non sfrutta certo la capacità di elaborazione supplementare delle ultime schede GeForce o Radeon per stupire.

C'è grosso spazio, invece, alla personalizzazione, visto che i giocatori possono sbloccare nuove componenti dell'auto e installarle per migliorare le prestazioni. L'auto, così, aumenta di livello: solamente con veicoli particolarmente competitivi si possono affrontare le missioni più ardue. Gli Stati Uniti di The Crew, infatti, comprendono diversi tipi di missione, ognuna contraddistina per un preciso livello di difficoltà. Come accade in un buon gioco di ruolo, quindi, se non si possiede l'equipaggiamento (l'auto in questo caso) adatto non si possono affrontare i nemici più agguerriti.

Quando si acquista una nuova auto bisogna scegliere quale starter kit installare, e questo determina la fisionomia del veicolo tra stock, tuning, offroad, xtreme, raid e pista. Gli starter kit preparano, quindi, le auto in base al tipo di terreno, poi si possono installare le altre componenti meccaniche per migliorarne le prestazioni.

Nel proprio QG, quindi, il giocatore può personalizzare con cognizione di causa il proprio mezzo e anche visualizzarne l'esploso, guardando nel dettaglio il funzionamento di ogni componente. Ecco che vede tutti le parti del motore azionarsi autonomamente, così come sospensioni, ammortizzatori, differenziali, e tutto quello che si trova all'interno di un'automobile.

L'auto può essere personalizzata anche dal punto di vista estetico, installando nuove aerografie, cerchioni, etichette, spoiler, e altre componenti ancora. A tal proposito Ubisoft ha predisposto un sistema di acquisti in-app, visto che con valuta reale si possono comprare pacchetti di Crediti Crew. Per 4,99 €, ad esempio, si possono acquistare 45 mila Crediti Crew, mentre per 29,99 € ne avrete 340 mila. Soprattutto i miglioramenti estetici hanno dei costi esorbitanti, quindi nelle battute iniziali del gioco se non spenderete soldi veri non potrete applicarli. Si possono acquistare anche alcuni potenziamenti per migliorare le prestazioni o la guidabilità del veicolo, ma in nessun caso sarà impossibile proseguire a giocare se non si spende denaro reale.

Anche il personaggio/pilota acquisisce punti esperienza quando porta a termine le missioni. Per ogni livello scalato si possono distribuire punti in cinque diversi alberi delle abilità, che hanno i seguenti nomi: che frenata!, lascia o raddoppia, chiacchiere da strada, missionario e the crew. A seconda di come distribuisce i punti abilità, quindi, il giocatore può migliorare l'efficacia della frenata con tutte le auto, la quantità di punti esperienza ottenuti per ciascuna missione od ottenere maggiori profitti quando svolge le missioni in co-op.

 
^