Madden NFL 15: football is life!

Madden NFL 15: football is life!

Madden 15 è senza ombra di dubbio il miglior Madden che abbia mai giocato. Punto. Compratelo, se vi piace il Football. La mia recensione potrebbe concludersi qui, ma forse è più opportuno dilungarsi maggiormente su quello che EA ha saputo fare, per ottenere questo risultato eccellente.

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
 

Attacco di precisione

Le migliorie di Madden 15 ci sono anche in attacco. Certo, non sono clamorose come quelle riservate alla difesa, ma ci sono e contribuiscono a rendere ancora migliore l’esperienza di gioco. Anzitutto, anche qui, è disponibile un ricchissimo tutorial che consente di padroneggiare al meglio non solo ‘i tasti di gioco’, ma anche i concetti.

Poi è da notarsi un evidente efficientamento del comparto corse. Ci sono tanti modificatori applicabili (trigger per la corsa controllata, finte rapide e intuitive, cambi di direzione molto più repentini, inerzia diminuita), ci sono ‘colpi’ interessanti apportabili (uno stiff arm riveduto e corretto, le esultanze pre-touchdown, quando si corre in campo aperto…). In generale, però, sono i compagni nel RB ad essere stati decisamente migliorati: ora gli schemi di corsa funzionano molto meglio perché il running back è molto più scortato e protetto.

Per quanto riguarda il quarterback, in Madden 15 si riscontra un notevole potenziamento del cambio di traiettoria legato all’utilizzo dello stick durante il lancio. In generale, lanciare è un po’ più complicato, sia per la necessità di un buon equilibrio (per far sì che il football prenda la giusta parabola), sia per la grande efficacia delle difese avversarie.

Strumento utile in mano al QB, però, sono gli audibles: attraverso gli ordini impartiti all’ultimo istante, infatti, si potranno sia cambiare gli schemi in esecuzione, sia modificare le scelte di protezione della nostra prima linea.

Mai come in Madden 15 ho visto field goal o punt a rischio blocco. Negli scorsi anni, l’operato attivo degli special team era pressoché infallibile. A parte le incognite dovute al vento e i possibili errori di calibratura del calcio da parte dell’utente, non c’era una vera azione della difesa che potesse frenare l’operato del kicker o del punter. Oggi qualcosa sembra cambiato in modo marcato: gli special team difensivi possono essere un vero fattore e possono bloccare senza pietà i calci avversari (soprattutto i punt).

 
^