Call of Duty Advanced Warfare: sarà vera rivoluzione?

Call of Duty Advanced Warfare: sarà vera rivoluzione?

Il nuovo Call of Duty presenta degli interessanti elementi di differenziazione rispetto al recente passato della serie. Innanzitutto è sviluppato da un team che finora non si era mai occupato autonomamente di un Cod, ovvero Sledgehammer Games. Il progetto è iniziato tre anni fa e punta a svecchiare massicciamente, tramite un nuovo scenario futuristico e a meccaniche di gioco decisamente più aggressive, una struttura di gioco che da una parte attira ancora i suoi vecchi fan ma dall'altra fatica a coinvolgere il resto dei giocatori.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Call of Duty
 

Hands-on

Abbiato testato Advanced Warfare su Xbox One. Come sa chi ci segue costantemente, Advanced Warfare ci aveva piacevolmente colpiti in occasione del GamesCom, visto che le nuove dinamiche si sposano bene con gli schemi collaudati e il gioco è ancora più adrenalinico e veloce che mai. Dopo questo secondo test, invece, dobbiamo dire che Advanced Warfare rischia di stancare dopo un po', soprattutto perché il cambiamento rispetto al passato diventa meno evidente dopo qualche partita. Insomma, Sledgehammer non vuole rischiare di offrire un prodotto troppo dissimile rispetto al passato.

Inoltre, certe meccaniche ci sono parse malamente bilanciate. Abbiamo notato, infatti, come la corsa sia adesso molto meno efficace rispetto ai precedenti Call of Duty. Al punto che sembra che il personaggio non reagisca al nostro input e che quindi non corra per niente. L'esperienza da redattore ci fa dire che queste build pre-release spesso presentano degli equilibri di gioco che differiscono, a volte anche sensibilmente (vedi il caso Fifa), rispetto alle versioni definitive, per cui invitiamo i lettori a prendere questo appunto con le dovute precauzioni. Ma sembra proprio che Sledgehammer abbia voluto rallentare la corsa per rendere ancora più evidenti, in termini di equilibri di gioco, i nuovi grossi balzi consentiti dai jetpack.

Abbiamo già detto come non si sia voluto alterare completamente la filosofia alla base di Cod: i soldati possono compiere salti molto ampi ma allo stesso tempo non sono contemplate azioni troppo complesse come le camminate sui muri, proprio per evitare di rendere l'azione meno immediata. Ma questa probabilmente non è l'unica motivazione: le nuove capacità di movimento, infatti, mal si sposano con le mappe tipiche di Call of Duty, ancora una volta di ristrette dimensioni. Probabilmente, proprio per ovviare a questo inconveniente, Sledgehammer ha deciso di modificare qualche equilibrio di gioco e di rendere la corsa così lenta, perlomeno in questa build.

Le dimensioni così piccole per le mappe rendono anche eccessivamente confusionario il nuovo Uplink. Probabilmente il sottoscritto non è il giocatore più veloce al mondo, ma in questa modalità, in cui bisogna raccogliere un drone, passarlo ai compagni o tirarlo nell'uplink avversario, e in cui al giocatore è richiesto contemporaneamente di padroneggiare la situazione drone e di avere un'idea delle posizioni dei soldati nemici sulla mappa, ci sono semplicemente troppe cose da fare all'interno di spazi fin troppo ristretti. Non che la scelta sulle dimensioni delle mappe sia casuale: sappiamo che gli autori di Call of Duty intendono mantenere il gioco molto rapido e avere ritmi forsennati, ma forse questa impostazione si sposa meno bene con le novità di quest'anno e le armi elettriche.

Queste ci sono parse, inoltre, fin troppo forti rispetto alle tradizionali armi meccaniche. Prendete anche questa come una prima impressione, ma nelle 3-4 partite che abbiamo giocato ci è parso proprio che coloro che erano dotati di arma elettrica fossero più competitivi rispetto agli avversari.

Abbiamo giocato le modalità Hardpoint, Uplink e Kill Confirmed rispettivamente nella mappe Retreat, Defender e Recovery. La prima e la terza sono state le modalità, come avrete capito, che ci sono piaciute di più, perché esaltano molto bene gli equilibri di Call of Duty. In Kill Confirmed, come sanno i giocatori di Cod, bisogna non solo uccidere gli avversari ma anche raccogliere le loro dogtag. In Hardpoint conquistare e mantenere un punto sensibile della mappa che varia a rotazione. Quest'ultima modalità esalta meglio di tutte le nuove possibilità strategiche.

Con il dorsale sinistro, infatti, si attiva la nuova abilità che, come abbiamo visto, può permetterci tra le altre opzioni di scomparire o di avere maggiore armor. Con il dorsale destro, invece, si lanciano le varie granate associate all'apposito launcher installato sull'esoscheletro. I nuovi salti, inoltre, sono di vitale importanza, e il giocatore deve essere sufficientemente esperto per dosarli opportunamente in funzione delle caratteristiche delle varie mappe. Come da tradizione Cod, infatti, non solo abbiamo mappe molto piccole, ma anche caratterizzate dalla presenza di diversi locali e di stretti corridoi.

D'altronde, i nuovi super-balzi costituiscono un'opportunità di esplorazione aggiuntiva e permettono di padroneggiare la mappa in un modo nuovo. Alla base, chiaramente, bisogna avere una buona conoscenza delle varie armi e sapersi districare fra le tantissime opzioni messe a disposizione dal nuovo Cod, personalizzabile come non mai grazie al Perk 13 e soprattutto al nuovo sistema di loot.

Che dire per concludere? Per rispondere al titolo dell'articolo, diciamo che non è vera rivoluzione, ma metà rivoluzione. Notiamo degli importanti cambiamenti a livello tecnologico e a livello di meccaniche di movimento, e questo renderà anche la campagna single player interessante, perlomeno per chi ama i videogiochi intesi alla maniera dei film. È spettacolare e coinvolgente, non è possibile chiederle di più. Advanced Warfare non è come Ghosts, ovvero un titolo rifinito alla buona e basato su un imponente riciclo di asset. Sembra veramente un titolo competitivo in tanti aspetti, seppure non profondamente differente nella filosofia di base rispetto alla tradizione dei recenti Call of Duty. Bisogna tenere in conto, inoltre, che si tratterà di un acquisto che ha una vita di un solo anno, visto che con ogni probabilità nella successiva stagione natalizia ci sarà ancora un nuovo Cod.

Novità che quindi si incastonano in una cornice già ampiamente collaudata, e che farà felici i fan della serie che avranno quindi modo di rivivere l'esperienza Cod da una prospettiva leggermente differente. È il solito discorso, insomma: i fan lo ameranno e i detrattori lo odieranno come non mai.

Uscirà il 4 novembre su PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One e PC.

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
qboy03 Ottobre 2014, 18:15 #1
ogni anno promettono mari e monti ma poi è il solito Ctrl+c e Ctrl+v
Nhirlathothep03 Ottobre 2014, 18:18 #2
edit : ok!
lupo rosso03 Ottobre 2014, 20:02 #3
speriamo che sia la volta buona!!??
PaulGuru03 Ottobre 2014, 20:25 #4
Grande ! Spero non sia troppo pesante in 1440p !
devil_mcry03 Ottobre 2014, 20:35 #5
Graficamente sembra davvero notevole, potrebbe essere il primo COD che compro
hek03 Ottobre 2014, 23:02 #6
E la madonna che graficona!!! Vedete i dettagli delle textures, i colori ai limiti del foto-realismo e le ombre fatte benissimo su ogni singolo oggetto

Mi sa che questo sarà veramente il primo gioco next-gen da un punto di vista visivo, come lo fu il primo Crysis nel 2007 per la old-gen.

Speriamo solo che non ci vogliano tipo 75 GB liberi sull'hd per installarlo e 6GB di Vram per giocare a dettagli Alti
PaulGuru04 Ottobre 2014, 00:24 #7
Originariamente inviato da: hek
Speriamo solo che non ci vogliano tipo 75 GB liberi sull'hd per installarlo e 6GB di Vram per giocare a dettagli Alti


eh io di quello ho paura
bobby1004 Ottobre 2014, 00:48 #8
Originariamente inviato da: hek
E la madonna che graficona!!! Vedete i dettagli delle textures, i colori ai limiti del foto-realismo e le ombre fatte benissimo su ogni singolo oggetto

Mi sa che questo sarà veramente il primo gioco next-gen da un punto di vista visivo, come lo fu il primo Crysis nel 2007 per la old-gen.

Speriamo solo che non ci vogliano tipo 75 GB liberi sull'hd per installarlo e 6GB di Vram per giocare a dettagli Alti


Cambia quella carretta di pc e prendine uno migliore.
Neos704 Ottobre 2014, 01:43 #9
speriamo...è quello che ripetono ogni anno.
sinceramente da un cod mi aspetto una campagna avvincente e che veramente sia capace di far emozionare i giocatori come quella di MW2 per il resto nel multiplayer confido poco da ormai un paio di titoli
noshalans04 Ottobre 2014, 10:34 #10
il gioco sarà sicuramente una mattona per quanto riguarda l'utilizzo della Vram...

almeno 3 Gb a 1080p saranno obbligatori secondo me.

sulla carta promette bene, vediamo se Sledgehammer Games sarà all'altezza oppure dovremmo aspettare il prossimo anno Treyarch, per avere qualcosa di decente.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^