Star Citizen si candida a soppiantare Crysis come punto di riferimento per la grafica

Star Citizen si candida a soppiantare Crysis come punto di riferimento per la grafica

I simulatori spaziali stanno tornando in auge grazie a Star Citizen e a Elite Dangerous, a cui dedicheremo prossimamente un altro articolo. Per il momento andiamo a spulciare tutte le caratteristiche tecniche che Cloud Imperium Games ha finora rivelato a proposito di Star Citizen.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Vivi il tuo sogno...

I giocatori potranno personalizzare liberamente la propria esperienza di gioco, a partire dall'atteggiamento da tenere. Come in Freelancer, si potrà diventare mercenari o liberi mercanti, personalizzando la propria nave per combattere i pirati o per percorrere le rotte mercantili.

Secondo le promesse di Cloud Imperium Games, non ci saranno limiti imposti dal gioco in riferimento al livello di personalizzazione del proprio alter ego virtuale. "L'abilità di ogni giocatore sarà l'unico limite alle proprie capacità", dice lo sviluppatore di West Hollywood. I giocatori potranno decidere di trasportare da soli i loro cargo cercando di evitare gli attacchi dei pirati o di unirsi a una compagnia militare o, ancora, diventare contrabbandieri di merci illecite, creare una propria società e allearsi con i pirati.

Per fare tutto questo avranno a disposizione diversi tipi di navi spaziali: da caccia monoposto a lunghissime corvette. Tutte navi che potranno essere acquistate o catturate con azzardate manovre di abbordaggio. A seconda dei propri scopi, inoltre, la nave può essere personalizzata in un modo piuttosto che in un altro. Chi vuole dedicarsi all'esplorazione, ad esempio, potrebbe propendere per i motori per i viaggi a lungo raggio, mentre i mercenari potrebbero decidere di spendere i propri crediti per dotare le navi di scudi più potenti.

Ogni elemento della nave, infatti, sarà personalizzabile: dalle armi agli scudi, dai reattori di potenza ai motori, dai propulsori all'arredamento della cabina di pilotaggio.

Ogni nave presenterà dei compromessi in termini di armi, struttura e velocità. Il modello fisico su cui si baserà Star Citizen sarà molto dettagliato e determinerà dinamicamente se una nave spaziale sarà più o meno maneggevole. Ci sarà un cockpit unico per ognuna delle navi spaziali presenti nel mondo di Star Citizen, mentre il pilota apparirà in una forma renderizzata dinamicamente.

I giocatori, inoltre, saranno in grado di spostarsi velocemente nello spazio tramite quelli che Roberts definisce “jump points”, dei settori di giunzione dello spazio che consentono di teletrasportarsi da un punto all'altro della galassia. Ma, quando ci si ritrova all'interno dei sistemi stellari, gli spostamenti avverranno a velocità più basse.

 
^