Sacred 3: Requiem per un Action RPG

Sacred 3: Requiem per un Action RPG

Eccovi la recensione di Gamemag di Sacred 3, il capitolo della nota serie che applica una considerevole inversione di tendenza rispetto alle classiche meccaniche di gioco di Sacred.

di Antonio Rauccio pubblicato il nel canale Videogames
 

Doccia fredda

Un'autentica doccia fredda, ecco come si può riassumere l'esperienza di gioco di Sacred 3. Prendete tutti i timori che erano stati sollevati nei confronti di Diablo III, sulla semplificazione del gameplay, sui sospetti di maggior interesse di Blizzard per le versioni console. Sacred 3 è la perfetta concretizzazione di timori di questo tipo, dove per Diablo III invece si sono rivelati infondati, quantomeno con l'uscita dell'espansione Reaper of Souls.

La ricetta applicata dagli chef di Keen può essere riassunta così: prendete un Action RPG, sbucciatelo di ogni elemento RPG, pulite via ogni caratteristica che possa conferire spessore o profondità, riducete insomma a pezzettini la complessità fino ad arrivare al mero button smashing, date forma ai controlli in modo che siano ottimizzati per il pad, condite con abbondante ironia che fa tanto "guascone" e decorate bene l'aspetto del piatto per sedurre gli occhi e... la frittata è fatta.

Quello che lascia amareggiati è che la produzione ha sicuramente dei lati positivi: su tutti la solida confezione tecnica e la cura dell'aspetto narrativo (che guarda caso erano i due difetti principali del prequel), ma purtroppo, il passaggio di testimone tra Ascaron e Keen si è tradotto in una estrema semplificazione e mortificazione del gameplay. La ricerca dell'immediatezza poteva non essere un male a tutti i costi: entrare nelle meccaniche di gioco è immediato e nelle prime fasi il divertimento è coinvolgente, soprattutto se si gioca in compagnia. Ma quando i forti limiti che viziano il gameplay e l'assoluta mancanza di spessore si manifestano, ci si chiede seriamente che differenza ci sia tra Sacred 3 e i picchiaduro a scorrimento orizzontale dei coin-op di tanti anni fa.

C'è infine una considerazione sostanziale che condiziona la valutazione. Se questo titolo si fosse presentato come uno spin-off della saga, alla stessa stregua del sopracitato Sacred Citadel, lo avremmo accolto probabilmente con maggior favore. Ma il nome impresso sulla confezione non è Sacred Weapon Spirits: quel 3 porta con sé la dignitosa eredità ricevuta da Ascaron, che non andava così avvilita e demolita. In un panorama videoludico come quello odierno, dove i gusti del grande pubblico premiano le app mordi-e-fuggi, i titoli che si presentano bene alla vista e che non richiedono impegno o materia grigia, Deep Silver ha preferito uno sviluppatore "consolaro" come Keen, puntando ad un remunerativo reboot sgarzolino e spensierato, abbandonando una software house di vecchia scuola come Ascaron, che forse meritava ancora fiducia. C'è un ultimo lato positivo: dopo aver provato il titolo di Keen, probabilmente appenderete il pad al chiodo e vi verrà voglia di riprendere mouse e tastiera per rigiocare Sacred 2.

Depennato Sacred 3 dalla lista dei titoli degli Action RPG più attesi, le mie attenzioni di veterano del genere puntano ora non all'imminente mini espansione di Path of Exile, non alla seconda espansione di Diablo III, ma ad uno dei titoli più intriganti e promettenti che mi è capitato di vedere: Lineage Eternal di NCSoft. A parte un video introduttivo disponibile da ormai troppo tempo sul web, le notizie in merito sono pochissime, ma sembrerebbe che la beta sia pronta a partire entro la fine dell'anno. Speriamo che questa produzione sappia onorare la proprietà intellettuale su cui si basa, e non venga sprecata come successo per Sacred 3.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Samoht21 Agosto 2014, 17:04 #1
Lo stavo provando. Che tristezza. I gusti sono gusti, quindi non dico che è brutto... ma chi come me era abituato agli altri due capitoli, avrà una sorpresa piuttosto amara.
Rainy nights21 Agosto 2014, 21:27 #2
Perfettamente d'accordo con il recensore, per me è la delusione del lustro.
Bestio22 Agosto 2014, 01:53 #3
Proprio vero che non c'è un limite al peggio!
Elementi RPG quasi inesistenti, Loot assente, Mancanza di profondità, Fattore di rigiocabilità prossimo allo zero, e hanno il coraggio di spacciarlo come un RPG??
Certa gente sarebbe da denunciare e radiare dall'albo degli sviluppatori se mai ve ne fosse uno.
gildo8822 Agosto 2014, 10:12 #4
In principio fu Dungeon siege III, poi toccò a Diablo III ed infine a Sacred III, tutti semplificati e martoriati. Mi sa che il 3 porta sfiga agli rpg hack & slash
Il prossimo quale sarà? Tourchlight 3? La legge del 3 sembra mietere tante vittime

Rido per non piangere. L'ultimo baluardo del genere è Poe, a dispetto di quanto dicano i detrattori. Tral'altro proprio in questi giorni dovrebbe essere uscita una nuova espansione gratuita. Ne potrei approfittare per ritornare a giocarci dopo un pò di tempo che non lo tocco
jolly7422 Agosto 2014, 13:03 #5
@l'autore della recensione, si sa niente di più preciso sul promettentissimo Lineage Eternal, quello sembra davvero una fig**a
Ho visto il video sul tubo e mi è venuta l'acquolina
AnTrA22 Agosto 2014, 13:38 #6
@jolly74 come ho scritto in recensione, l'unica anticipazione disponibile al momento è il video di gameplay. Qualche giorno fa è stato confermato che questo inverno partirà la closed beta in Corea. Vi terrò aggiornati sulle pagine di Gamemag di qualsiasi novità, seguirò in prima persona il titolo, che promette davvero bene.
CYRANO22 Agosto 2014, 19:11 #7
Hanno fregato anche me, presa la versione Ps3 praticamente al D1 a scatola chiusa.
Deludentissimo.



Clmslk,ksbnsjmlsnmsòmòsmòssà
KetchupX30 Agosto 2014, 12:38 #8
avrebbero potuto fare il botto e invece ci rifilano un pacco.
Per fortuna sono riuscito a resistere alla tentazione del day one...
Per chi ci sta giocando, quando sarà in offerta a €20 su steam ne vale la pena o secondo voi resta cmq da scaffale?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^