I 25 migliori videogiochi del GamesCom 2014

I 25 migliori videogiochi del GamesCom 2014

È tempo di bilanci dopo una settimana intensa e cruciale per l'industria dei videogiochi come quella del GamesCom. Folle che si scagliano contro le porte di ingresso, neanche un metro quadro libero per poter camminare tranquillamente, tanta passione e dedizione verso i videogiochi: questo, e molto altro, è il GamesCom!

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Quadro
 

Mortal Kombat X

Mortal Kombat X
publisher: Warner Bros. Interactive Entertainment
software house: NetherRealm Studios
piattaforme: PC, PlayStation 3, PlayStation 4, XBox 360, Xbox One
data di pubblicazione: 2015

La demo di Mortal Kombat X al GamesCom è stata molto convincente, con un gioco che da una parte affonda le radici nella tecnologia e nelle meccaniche collaudate degli ultimi picchiaduro di NetherRealm Studios, dall'altra si rivela innovativo in termini di fluidità e reattività, oltre che nell'esaltazione dei personaggi e dello scenario tipici di Mortal Kombat.

Innanzitutto sono stati rivelati nuovi personaggi come Cassie Cage, D'vorah e Kotal Kahn. Mentre, per quanto riguarda le meccaniche di gioco, una delle prime innovazioni sono le varianti di stile per i vari personaggi. Per esempio, i giocatori potranno scegliere tra Ninjutsu, Hellfire e Inferno per quanto riguarda Scorpion, e tra Cryomancer, Unbreakable e Grandmaster per quanto attiene Sub Zero. Il primo combattimento proposto al GamesCom era infatti tra i due personaggi più iconici in assoluto della tradizione Mortal Kombat.

Sub Zero era configurato nella variante Cryomancer e Scorpion in quella Hellfire, quindi rappresentavano proprio i massimi opposti possibili e immaginabili nello scenario di Mortal Kombat. Scorpion, in questa configurazione, era in grado di far apparire un demone dal terreno che bloccava per qualche istante l'avversario attanagliandolo con grossi artigli, mentre Sub Zero poteva creare la classica sagoma di ghiaccio e poi scagliarla contro il nemico.

Durante i furiosi combattimenti notiamo come la telecamera si sposti leggermente per sottolineare i momenti più spettacolari, rendendo l'azione cinematografica e coinvolgente senza perdere immediatezza nel controllo. Mortal Kombat X si rivela subito molto fluido con ottime animazioni e personaggi che danno l'impressione di essere degli dei praticamente imbattibili che combattono tra di loro per degli obiettivi molto alti.

Il match successivo era tra Raiden e Kano, il primo nella variante Thunder God e il secondo come Cutthroat. Raiden era in grado di scagliare diverse combo elettriche in questa combinazione, mentre come Master of Storms può creare dei nodi elettrici che che generano aree impenetrabili.

In Mortal Kombat X bisognerà saper sfruttare anche gli oggetti presenti nella scenario, ad esempio perché in uno degli stage i personaggi sono in grado di afferrare delle botti e scagliarle sui nemici. Avremo anche il classico Power Meter, che funzionerà in maniera differente a seconda delle caratteristiche del nemico e delle abilità X-Ray e degli altri poteri in dote a ciascun personaggio.

NetherRealm spiega che Mortal Kombat X porterà le mosse X-Ray e le Fatality nella next-gen. Abbiamo visto come Kano sia in grado di squarciare la pancia di Raiden, dalla quale cadono le budella, e poi perforare il cranio e guardarci dentro. Le fatality saranno ancora più devastanti rispetto al solito e imprevedibili, consegnando ancora una volta quel mix di cui solo Mortal Kombat e capace tra crudeltà e ironia.

 
^