I 25 migliori videogiochi del GamesCom 2014

I 25 migliori videogiochi del GamesCom 2014

È tempo di bilanci dopo una settimana intensa e cruciale per l'industria dei videogiochi come quella del GamesCom. Folle che si scagliano contro le porte di ingresso, neanche un metro quadro libero per poter camminare tranquillamente, tanta passione e dedizione verso i videogiochi: questo, e molto altro, è il GamesCom!

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Quadro
 

Lara Croft and the Temple of Osiris

Lara Croft and the Temple of Osiris
publisher: Square Enix
software house: Crystal Dynamics
piattaforme: PC, PlayStation 4, Xbox One
data di pubblicazione: 9 dicembre 2014

Il Tempio di Osiride è il follow-up di Lara Croft and the Guardian of Light, un action-adventure con elementi co-op in visuale isometrica, che vede come protagonista la celebre eroina di Tomb Raider.

Il discreto successo e l'accoglienza riservata per il primo capitolo hanno spinto il produttore a mettere in cantiere il seguito, in cui, a differenza del gioco precedente, sarà possibile una co-op fino a quattro giocatori.

A differenza del primo capitolo, prevale adesso il tono orientale, sia negli scenari che nelle armi a disposizione di Lara. Quest'ultima si rivela subito molto reattiva, restituendo un feeling molto simile a quello dei Tomb Raider del passato, soprattutto per quanto riguarda le sparatorie, rigorosamente con due pistole, e i salti all'interno dei complessi livelli di gioco.

In Lara Croft and the Temple of Osiris si mira con lo stick analogico destro, mentre Lara può usare anche il bastone di Osiride per attivare alcuni meccanismi magici. Quest'ultimo, infatti, emette un raggio di luce che consente al giocatore di interagire con oggetti anche molto distanti rispetto alla sua posizione.

Lara fa squadra con Carter, un vecchio cacciatore di taglie, alla ricerca della staffa di Osiride, una reliquia leggendaria. Tuttavia, dopo averla trovata, Carter commette l'errore di toccarla, attivando così una trappola e una maledizione che colpisce entrambi i protagonisti: per scongiurare questo destino, i due esploratori, con l'aiuto del figlio e della moglie di Osiride, dovranno fermare l'asceda del Dio e invertire la maledizione.

Il Tempio di Osiride ricalca in gran parte il primo capitolo della serie, offrendo la stessa visuale isometrica per i livelli, conditi di puzzle ed enigmi da risolvere, gemme da raccogliere e nemici da sconfiggere.

Anche le scelte in termini di controlli vengono confermate, con l'utilizzo del doppio stick analogico (uno per i movimenti, uno per la mira), rotolate per schivare o fuggire da situazioni complicate e abilità speciali peculiari per ciascun personaggio.

Lara e Carter possono sparare rampini, che servono non solo per afferrare gli anelli e aiutarli a salire, ma anche per interagire con gli altri personaggi o fungere da funi temporanee per attraversare zone pericolose. Gli altri due personaggi disponibili, Horus e Iside, possono generare scudi utili sia per difendersi dagli attacchi nemici, sia come piattaforme su cui gli altri personaggi della squadra possono saltare per raggiungere sporgenze superiori. Ogni personaggio potrà avvalersi di armi speciali, fucili e mitragliatrici (per Lara e socio), e speciali raggi di energia (per la famiglia Osiride), oltre ad avere accesso a bombe con controllo remoto, per rimuovere ostacoli o abbattere nemici di dimensioni generose.

Fino a quattro giocatori in locale oppure on-line, ma se si preferisce, è comunque possibile giocare da soli.

 
^