Dark Souls 2 Crown of the Sunken King: non tutte le strade portano alla morte

Dark Souls 2 Crown of the Sunken King: non tutte le strade portano alla morte

Il seguito di Dark Souls, benché realizzato in maniera eccelsa, è sempre stato messo al secondo posto dai fan della serie per una piccola serie di pecche. Il tutto si è accentuato dopo il teaser trailer di Bloodborne, visto da molti come il vero seguito, anche per il coinvolgimento diretto di Miyazaki. Vediamo se il primo dei tre DLC è in grado di dire la sua, e far ritornare gli appassionati dell’RPG giapponese nella terra di Drangleic.

di Gioacchino Visciola pubblicato il nel canale Videogames
 

Power up the Beast cannon

Il solo Level Design potrebbe tranquillamente trascinare l’intero DLC al successo. E’ stupendo sentirsi persi in un videogioco. E’ un po’ come tornare al Tempio dell’Acqua di Ocarina of Time, dove bestemmie e leve fanno da padrone. Ma Shulva non è solo bella, disegnata magistralmente e densa di cosa da fare, è anche invasa da nemici pericolosi, nel vero senso della parola.

Ho iniziato il DLC con un personaggio “pure sorcerer” SL 80, con statistiche messe a caso ed equipaggiamento base. Inutile dirvi che dopo 2 ore ho cominciato a soffrire pesantemente: i nemici presenti nel santuario sono tosti. Non tanto i primi, che possono essere tranquillamente fronteggiati singolarmente, quanto quelli che si nascondono nelle profondità.

E a proposito di nemici tosti, ho notato un netto miglioramento nel modo di gestire i combattimenti da parte loro. In particolare mi è piaciuto fronteggiare le guardie messe a difesa di un certo Boss. Finalmente ho avuto l’impressione di affrontare qualcuno che è stato addestrato, ed addestrato bene, a fermarti, e non una semplice carcassa contenente Anime.

Anche i Boss, in totale 3, non scherzano, e sono allo stesso livello della sfida data dall’intero DLC. Quello che più mi ha fatto divertire e ridere è stato uno dei Boss opzionali…diciamo Mini Boss opzionali.

Non posso spoilerarvi nulla, pena la sorpresa rovinata, ma sappiate che molto probabilmente dovrete chiedere un aiutino ai deliranti viandanti delle terre di Drangleic, e fare della sana ed efficace Jolly cooperation.

I due Boss principali si difendono parecchio bene, e richiederanno molta pazienza, tattica ed una pianificazione efficace, soprattutto se come me siete stregoni puri. Anche qui evito di divulgare informazioni.

Posso invece sussurrare qualcosa sugli oggetti che si troveranno all’interno del DLC. Pur non avendo ancora provato l’esperienza in NG+, posso dire tranquillamente che i tesori nascosti di Shulva sono decisamente divertenti e ben pensati. Nella maggior parte dei casi si tratterà di piccoli Buff per Build specifiche che fino ad ora non hanno ricevuto grandi attenzioni sia da parte degli sviluppatori, sia da parte dei player. Che Fashion Souls 2 Dlc Edition abbia inizio.

 
^