4444: come 2048 e Threes, ma con i colori

4444: come 2048 e Threes, ma con i colori

Abbiamo deciso di dare spazio a una piccola software house indipendente, Cellar Ghost, e al programmatore italiano Francesco Maisto, il quale ha realizzato un gioco decisamente interessante sulla scia del successo di 2048 e di Threes.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

2048 è un titolo molto interessante e godibile come sanno bene i suoi tantissimi fan. È stato realizzato da un ragazzino, Gabriele Cirulli, che come abbiamo scoperto insieme in questa intervista è stato artefice di un dilagante successo a soli 19 anni. Da quel momento si sono diffusi a macchia d'olio, soprattutto sul Google Play Store, i cloni di 2048, ma ci sono anche progetti che, seppur comunque ispirati dal capolavoro di Cirulli, sono più articolati, più innovativi e meglio strutturati rispetto ai semplici cloni.

4444

È il caso di 4444, sviluppato da un altro programmatore italiano, Francesco Maisto. In questo gioco bisogna accoppiare quadrati dello stesso colore per fare in modo che si uniscano gli uni con gli altri e formino quadrati più grandi. Su una griglia fatta di diversi quadrati, infatti, bisogna piazzare il quadrato proposto dal gioco all'interno di una coda e bisogna collocarlo in prossimità dei quadrati del suo stesso colore. In certi casi l'elemento successivo della coda può essere preservato e messo da parte, in modo da utilizzarlo più avanti quando può essere più conveniente farlo. Il tutto fino a far diventare tutta la griglia dello stesso colore.

Meccaniche che, come spesso capita per i giochi per dispositivo mobile, sono più difficili da spiegarsi che da giocarsi, e che vengono dettagliate in maniera molto efficace dal tutorial interno al gioco. 4444, quindi, è immediato come Threes, ma allo stesso tempo porta a ragionare e anche a procedere rapidamente. A differenza di altri giochi simili, infatti, la componente del tempo è cruciale, visto che i giocatori ottengono più punti e stelline di ricompensa se sono veloci a inserire i quadrati nei punti giusti.

Ci sono altri elementi di gioco oltre i quadrati, visto che potrebbero esserci delle gabbie da scardinare con l'apposito utensile o insetti dal grosso occhio che, se non annientati in tempo, suddividono i quadrati in ulteriori quadrati più piccoli, rendendo lo schema ancora più complicato.

All'interno del gioco ci sono quattro modalità di gioco: tutorial, mosse, tempo e arcade. In mosse si può ragionare liberamente senza avere vincoli di tempo, se non per conseguire un numero più alto di stelline. In tempo, invece, bisogna procedere rapidamente per completare gli schemi. Infine, c'è la modalità arcade, con tutti gli elementi di gioco presenti contemporaneamente, con gli insetti di cui abbiamo parlato prima e le gabbie.

Il gioco è il frutto di un anno di lavoro di Francesco Maisto, sviluppatore italiano che, dopo anni di peregrinazioni e lavoro per diverse aziende di produzione e sviluppo di videogames fra Roma e Londra, si è trasferito a Tallinn per provare a mettersi in proprio ed ha creato un piccolo studio. Questo è il suo primo lavoro.

4444 è disponibile sull'App Store in versione premium e per il Google Play Store, in versione freemium. La seconda quindi è completamente gratuita, mentre la prima ha un costo di 1,99 €. Ma a questo punto lascio la parola a Francesco, che ci spiega meglio come funziona il suo gioco e ci racconta come lo ha sviluppato.

4444

Gamemag: Per prima cosa ti chiedo di descrivere velocemente il tuo gioco.

Francesco Maisto: 4444 è un puzzle game in cui il giocatore deve accorpare quattro quadrati dello stesso colore e dimensione per formarne di piu' grandi fino a unire tutti i quadrati sullo schermo in un unico grosso quadrato. A complicare la vicenda intervengono dei mostriciattoli rompiscatole che tagliano i quadrati in quattro parti e ne cambiano il colore. In realta' come molti puzzle games, e' molto piu' semplice capirne le regole giocandolo che descrivendolo :)

Gamemag: Mi sembra che la componente del tempo sia cruciale rispetto ad altri giochi simili. Quanto è importante all'interno delle meccaniche di gioco?

Francesco Maisto: Hai ragione, in tutte le modalità di gioco il tempo gioca un suo ruolo. Ovviamente è cruciale nella modalita' di gioco 'tempo'. Nella modalità 'mosse' apparentemente si gioca prendendosi tutto il tempo che si vuole, ma è solo risolvendo i puzzle velocemente che si ottengono i punteggi maggiori (stelline). In modalità 'arcade', infine, il ritmo diventa via via più frenetico con l'aumentare del punteggio, fino ad arrivare a un punto in cui per sopravvivere devi avere riflessi da pistolero del Far West!

4444

Gamemag: Tu lavori da Tallinn. Perché hai deciso di lasciare l'Italia e di lavorare dall'estero?

Francesco Maisto: È che preferisco il clima Estone: 6 mesi di neve ed estate con picchi di 25 gradi se si è fortunati! Scherzi a parte, personalmente mi è sempre piaciuto andare in giro per il mondo, e il mio modo di viaggiare è trovare lavoro in un paese e viverci - cosa che ti dà la possibilita' di apprezzarlo in maniera piu' profonda rispetto a un semplice turista. Cosi' ho vissuto in Brasile, USA, Inghilterra e, ultimamente, in Estonia. Non è che preferisca altri paesi all'Italia in assoluto, ma in Italia ci ho vissuto più della metà dei miei (ahime' numerosi) anni e a un certo punto ti vien voglia di fare anche altre esperienze. Tallinn è stata una scelta facilitata dal fatto che la società per cui lavoravo precendentemente, Miniclip, aveva una sede qui, per cui è stato facile farsi trasferire e arrivare in Estonia con un posto di lavoro gia' pronto.

Gamemag: 4444 mutua alcune idee da 2048 e da Threes. Perché i giocatori dovrebbero preferirlo a questi ultimi?

Francesco Maisto: Non credo affatto che 4444 debba essere preferito a gemme come Threes e 2048 - consiglio anzi di prenderli e goderseli tutti e tre! Con quello che costano oggi i giochi per mobile la somma dei tre giochi non dovrebbe superare il costo di una birra media al pub! In realtà credo che la fonte d'ispirazione piu' importante per 4444 sia stato il glorioso Tetris. La presenza di una casella "next" e di una "hold" per conservare un quadrato fin quando non serva, sono mutuate dal capolavoro di Pajtnov. In più la soddisfazione di ridurre la complessita' del tavolo da gioco virtuale accorpando tanti quadrati di diversi colori e dimensioni fino ad ottenerne uno solo è simile, io credo, alla sensazione di ripulire un livello di Tetris creando righe complete.

4444

Gamemag: Che strumenti hai utilizzato per lo sviluppo di 4444 e quali sono state le principali sfide da superare durante le varie fasi di sviluppo?

Francesco Maisto: Ho realizzato 4444 usando la tecnologia Adobe AIR che ne ha consentito, tra le altre cose, un porting indolore su diverse piattaforme (iOS, android, web, PC). AIR è una tecnologia molto sottovalutata (per una serie di motivi che hanno più a che vedere col 'fanboyismo' che con un'analisi razionale) che si presta ottimamente allo sviluppo di giochi 2D multipiattaforma. Un'altra caratteristica molto importante soprattutto per sviluppatori indie (leggi: squattrinati) è che è praticamente gratuita.

Le sfide principali per me sono state strettamente personali. Da un lato ho dovuto rispolverare le mie conoscenze di programmazione ad oggetti che negli ultimi anni erano un po' arruginite. In più, non avendo mai sviluppato per iOS o Android, ho dovuto dedicare una buona fetta del mio tempo di sviluppo a capire come far girare il gioco su queste due piattaforme. Last but not least, eccezion fatta per la musica e le voci, ho fatto praticamente tutto da solo; e se da un lato lavorare da solo ti dà piena libertà creativa e per molti versi aumenta la tua produttività (fondamentalmente perche' non devi ottenere l'approvazione di nessuno), da un altro avere team member con cui condividere e discutere problemi e decisioni è una cosa che mi è mancata molto.

Gamemag: Ho notato che hai scelto due modelli di business differenti per Apple Store e Google Play Store. Perché?

Francesco Maisto: In realtà originariamente entrambe le versioni avrebbero dovuto avere lo stesso modello di business: gratis da scaricare e con la possibilità di sbloccare livelli aggiuntivi a pagamento (il cosiddetto 'try and buy'). Poi il publisher di 4444 (BulkyPix) ha presentato il gioco ad Apple prima del lancio ed Apple ci ha fatto sapere che secondo loro 4444 si prestava più ad un modello di business premium - a prezzo pieno e con tutti i contenuti sbloccati, per intenderci. Così una settimana prima del lancio mi sono rimboccato le maniche, iniettato diverse flebo di caffè, e ho tirato fuori due versioni una per Apple, a pagamento, e l'altra per Google Play, 'try and buy'.

Gamemag: Ci sarà una versione per Windows Phone? Quali sono le principali differenze fra i tre ecosistemi mobile in questo momento?

Francesco Maisto: Generalmente il mercato Windows Phone è meno remunerativo, con le dovute eccezioni che confermano la regola. Purtroppo la tecnologia che ho usato non consente di esportare per Windows Phone e il gioco andrebbe riscritto da zero. Per questo non sono sicuro che ci sarà una versione per Windows Phone, ma al momento sto vagliando diverse opzioni e sono in contatto con Microsoft per un eventuale sponsorizzazione dello sviluppo. Diciamo che tutto dipende da quanto successo avranno le altre versioni del gioco.

  • Articoli Correlati
  • 2048 e il ragazzino italiano di 19 anni che ha creato il nuovo fenomeno virale della rete 2048 e il ragazzino italiano di 19 anni che ha creato il nuovo fenomeno virale della rete Ci siamo fatti spiegare da Gabriele Cirulli come è riuscito a ottenere tanto successo con il suo 2048, che non è altro che la fusione di due giochi già esistenti, a loro volta simili a Threes, uno dei maggiori successi in ambito mobile dell'ultimo periodo. Gabriele ha solo 19 anni, ma è già abilissimo con tutte le tecnologie che circolano sul web.
0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^