The Sims 4: nuova vita al simulatore di vita

The Sims 4: nuova vita al simulatore di vita

Abbiamo provato la demo di Crea un Sim, ovvero l'editor interno a The Sims 4 con il quale è possibile creare i sim che poi andranno gestiti nell'esperienza di gioco principale. Dopo il fallimento di SimCity, Maxis deve tutelare il suo franchise di riferimento, e lo fa allestendo una struttura che conferisce ancora più versatilità e più potenza a ogni meccanica di gioco.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Specializzato nei sentimenti

Con The Sims 4, Maxis dà l'idea di voler passare da quella che assomigliava più a una "simulazione della casa delle bambole" a un simulatore più profondo e più potente dei sentimenti e dei rapporti interpersonali, determinati oltretutto sulla base delle differenze caratteriali che intercorrono tra i vari Sims.

Un fattore di evidente miglioramento rispetto al fallimentare SimCity riguarderà poi la possibilità di giocare anche offline, mentre il precedente gestionale, nella prima fase del lancio, richiedeva obbligatoriamente di mantenere il PC collegato a internet. Detto questo, come abbiamo visto anche nella parte di Crea un Sim, ci sarà un supporto online praticamente perenne all'interno dell'esperienza di gioco, visto che sarà possibile condividere qualsiasi tipo di creazione e curiosare su ciò che fanno gli amici.

La fase di creazione è stata incredibilmente potenziata, e questo riguarda sia i Sims che le abitazioni. Non solo abbiamo il nuovo strumento di manipolazione che consente di alterare corpi e strutture con una precisione al pixel, ma avremo anche caratteristiche completamente nuove, come la possibilità di applicare cappelli senza influire sull'acconciatura, o le nuove camminate. La versatilità in termini di personalizzazione degli abbigliamenti inoltre dovrebbe essere particolarmente gradita dal pubblico storico di The Sims.

Anche l'intelligenza artificiale risulterà migliorata, con i Sims che saranno in grado di svolgere più di un'attività contemporaneamente, come mangiare e guardare la TV o parlare e camminare. Ma, per esempio, anche l'arrabbiatura e la depressione funzioneranno in maniera differente, e potranno portare anche a conseguenze positive. Insomma, una donna depressa potrebbe sfornare un romanzo di enorme successo, mentre un atleta infuriato potrebbe sfogarsi mettendo più dedizione nell'allenamento.

I sentimenti tristi inoltre produrranno impatti specifici sull'ambiente circostante. Ad esempio, solo se si è tristi sarà possibile dipingere certi tipi di quadri. Ma i giocatori avranno più controllo anche sui ricordi: mentre in The Sims 3 il simulatore assegnava automaticamente i significati emotivi ai vari ricordi, qui sarà proprio il giocatore a decidere se il Sim dovrà ricordare con soddisfazione o meno un certo evento della vita passata. Un matrimonio, quindi, potrebbe anche corrispondere a un sentimento negativo, mentre una doccia a uno positivo. Con ripercussioni, ovviamente, sui matrimoni e le docce successivi.

The Sims 4 ha quindi tutte le carte in tavola per essere di nuovo fortemente appetibile per il suo pubblico di riferimento. Sembra adattarsi alle tendenze più moderne e riuscire ad accontentare soprattutto coloro che sono particolarmente attenti alla sfera emotiva. Probabilmente, bisogna attendersi spazi di gioco meno grandi rispetto a quelli di The Sims 3, ma ciò potrebbe incidere sull'esperienza di gioco in maniera meno drastica rispetto a quanto accaduto con SimCity per via delle differenti impostazioni e caratteristiche di gioco dei due titoli.

La demo di Crea un Sim diventerà disponibile pubblicamente nel corso del mese di agosto, mentre la versione definitiva di The Sims 4 uscirà il 4 settembre nei formati PC e Mac.

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
alessio89g_15 Luglio 2014, 15:37 #1
Complimenti a Rosaria Grasso :-D
Therinai15 Luglio 2014, 16:03 #2
Vado a comprare una birra e i pop corn
mirkonorroz15 Luglio 2014, 16:46 #3
Se passasse nelle mani di bioware, sai che !
Therinai15 Luglio 2014, 18:46 #4
E non ditemi, voi maschietti che state leggendo, che non avete mai giocato a The Sims, e che non vi siete divertiti, perché non ci crederei.

bobby1015 Luglio 2014, 19:33 #5
si mi sono divertito 10 minuti a ucciderli tutti.
Mai capito niente di sto gioco
Gnaffer15 Luglio 2014, 19:58 #6
Non voglio fare il guastafeste di turno ma... una volta fatti arrivare ai massimi livelli professionali, coppia felice e bambino in arrivo... non ho più avuto stimoli...

Certo è stato alquanto divertente usare la limousine per andare a giocare a scacchi in spiaggia o andare a rimorchiare le altre donne in piazza mentre la moglie dormiva
Lian_Sps_in_ZuBeI15 Luglio 2014, 20:41 #7
A me piace costruire le case ed arredare.. Poi basta.
MaxFabio9315 Luglio 2014, 21:20 #8
The Sims è una serie che ho sempre apprezzato sin dal primo nel 2001, mi sono sempre divertito ed ogni tanto lo riprendo per passarci qualche ora, mi diverto a ricreare me stesso o persone conoscenti che fanno cose diverse dalla realtà di tutti i giorni...certo con tutte le espansioni però...senza è impossibile. A lungo andare ci si annoia è vero perchè man mano che si va avanti le possibilità di fare nuove "scoperte" diminuiscono ma ha sempre un suo perchè...

Vedo dei miglioramenti in questo nuovo The Sims 4, sopratutto per l'intelligenza dei Sims e l'interazione con gli stessi, l'unico dubbio mio che rimane è sulla grafica e sulle espansioni, la grafica per essere nel 2014 è troppo datata si vede subito...è troppo "plasticosa" rispetto al precedente capitolo, capisco che deve essere scalabile e giocabile da tutti (dubito che chi abbia un computer datato vada a comprare il gioco base più 30 espansioni) ma la EA mi sembra che abbia esagerato, non è una cosa principale ma secondo me deve essere il più realistico possibile...
icoborg16 Luglio 2014, 02:23 #9
E non ditemi, voi maschietti che state leggendo, che non avete mai giocato a The Sims, e che non vi siete divertiti, perché non ci crederei.


mai giocato.
Fos16 Luglio 2014, 05:12 #10
Originariamente inviato da: icoborg
mai giocato.

Ha chiesto di non dirglielo!

Glie lo direi anch'io, ma non mi (ci) crederebbe. (ma sono più un omone che un maschietto... )

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^