Diablo III adesso in salsa next-gen

Diablo III adesso in salsa next-gen

Il prossimo 19 agosto diventerà disponibile Diablo III: Ultimate Evil Edition, la versione del celebre action rpg Blizzard per le console comprensiva dell'espansione Reaper of Souls. Inoltre, la Ultimate Evil Edition segnerà il debutto di Diablo sulla next-gen, offrendo spettacolari immagini a 1080p su PS4.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
BlizzardDiablo
 

1080p su PS4 e 900p su Xbox One

Si, ma solo su PS4. Mi riferisco alla risoluzione nativa alla quale saranno renderizzate le immagini delle versioni next-gen di Diablo III: Ultimate Evil Edition. Avremo, infatti, 1080p@60fps su PS4 e 900p@60fps su Xbox One. Non è un dato da prendere come definitivo, però, perché Blizzard ha promesso di lavorare duramente per avere la risoluzione fullHD anche su Xbox One, ma ha anche ammesso che fino a oggi riesce a spingersi solo fino a 900p, perché comunque preferisce mantenere il frame rate stabile a 60fps.

Già questo, perlomeno in ambito Xbox, fa scemare un po' dell'hype su questo titolo, visto che i possessori di Xbox One si troverebbero tra le mani una versione del gioco che dal lato tecnico migliora solo in minima parte rispetto alla vecchia versione per Xbox 360, che girava a 720p. Naturalmente, ci sono molti altri spunti di interesse, ma non si può non sottolineare come la console Microsoft sembri perdere l'ennesima sfida tecnica con la rivale PS4.

Una filosofia quasi completamente diversa sta alla base del Diablo III per console rispetto a quello per PC, come abbiamo visto nella recensione della versione old-gen. Naturalmente le principali differenze sono date dal sistema di interfacciamento, più accessibile e che rende il gioco ancora più adrenalinico su console, seppure meno preciso. E questo riguarda anche tutta la parte di interfaccia, che su console è maggiormente semplificata per favorire ancora una volta l'accessibilità.

Ma Diablo III per console non è affatto noioso, anzi è divertente anche per il pubblico tipico di questo sistema. Velocissimo, gratificante nella misura in cui si "arano" decine e decine di mostri e immersivo perché racconta storie interessanti e conduce i giocatori all'interno di scenari suggestivi. Se la risoluzione 720p delle versioni old-gen, inoltre, rendeva le immagini un po' troppo "pasticciate" e confusionarie, con la nuova 1080p tutto diventa più spettacolare, quasi come su PC. A differenza che per quest'ultima piattaforma, dove l'esperienza di gioco resta comunque più intima, su console si può giocare in quattro in co-op sulla stessa macchina e solitamente lo si fa con monitor di enormi dimensioni, mentre si gioca comodamente sdraiati sul divano.

Insomma, il giocatore console non guarda tanto al decimo di differenza nelle statistiche tra un oggetto leggendario e l'altro, quando al coinvolgimento nell'esperienza di gioco e alla spensieratezza che un titolo sicuramente "scacciapensieri" per natura come Diablo può riuscire a dare. Insomma meno precisione e meno competitività, ma ancora più devastazione.

Il sistema di interfacciamento, ovviamente, è ottimizzato per il gamepad e, tra le altre cose, adesso con lo stick analogico destro il personaggio può schivare i colpi e scivolare velocemente fuori dal fulcro dello scontro. Si tratta di un elemento molto importante, perché ovviamente non c'è più la possibilità di spostarsi rapidamente premendo su un'altra parte della mappa. Naturalmente poi bisogna indirizzare le magie, e lo si fa ancora muovendo lo stick analogico destro dopo aver ovviamente lanciato la magia schiacciando l'apposito tasto. Questo tipo di azione naturalmente non è preciso come un click del mouse, ma rende il tutto ancora più serrato e ritmico per coloro che amano giocare con il gamepad.

Oltre all'interfacciamento, un'altra questione importante riguarda il livello di aggiornamento di questa versione di Diablo III. Da fonti interne a Blizzard abbiamo appreso che sul disco si troverà l'equivalente della versione 2.0.5 PC e Mac di Diablo III, mentre al day one, tramite aggiornamento digitale, sarà possibile applicare la nuova 2.0.6. È, infatti, ancora troppo presto per la 2.1 che su PC è ancora nella fase di Reame Pubblico di Prova.

Quest'ultima patch sarà cruciale per Diablo III PC/Mac perché rivoluzionerà nuovamente il multiplayer grazie alle nuove Stagioni. Queste offriranno l'opportunità periodica di ricominciare da capo, facendo progredire i propri personaggi e artigiani dal livello 1 senza risorse. In ogni Stagione i giocatori potranno cimentarsi nelle Conquiste, ovvero delle imprese speciali legate unicamente alle stagioni, che si aggiungono alle imprese già disponibili in gioco, per ottenere delle importanti ricompense. La 2.1 non è solo questo, e ce ne occuperemo meglio in separata sede, ma per il momento sappiate che avrà anche i Varchi Maggiori, ovvero una variante a tempo dei Varchi dei Nefilim; le Classifiche, un modo per misurare i progressi in Stagioni e Varchi Maggiori, e la nuova ambientazione della Cloaca.

 
^