Gli Amiibo e l'ennesimo viaggio nell'universo Nintendo

Gli Amiibo e l'ennesimo viaggio nell'universo Nintendo

Nintendo ha organizzato a Milano un evento Post E3, portando in Italia le demo che erano presenti a Los Angeles. È stata l'occasione giusta per provare con calma i nuovi giochi per Wii U, sui quali vi forniamo senza indugio le nostre impressioni.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
NintendoWii U
 

Super Smash Bros.

Ma naturalmente è cruciale per Nintendo e per Wii U, così come per 3DS, Super Smash Bros., anche perché può solleticare le attenzioni degli appassionati anche in chiave competitiva, e penso ai tornei e, perché no, allo sport elettronico. Super Smash Bros., co-prodotto da Bandai Namco, non sarà certo un gioco innovativo, limitandosi ad affinare gli equilibri e le meccaniche di gioco in funzione dei nuovi sistemi di interfacciamento e degli Amiibo, che verranno supportati sia dalla variante Wii U che da quella 3DS.

Super Smash Bros.

Come da tradizione della longeva serie, si tratta di affrontare adrenalinici match in salsa picchiaduro che coinvolgono quattro personaggi all'interno di stage di gioco con piattaforme. Gameplay bidimensionale e grafica 3D si mescolano per creare un'esperienza frenetica all'interno di livelli di gioco che possono modificarsi, e anche drasticamente, in tempo reale durante i match.

Il tutto è condito da una certa semplicità d'azione, visto che i giocatori possono interagire conoscendo i pochi tasti alla base del sistema di controllo di ciascun personaggio. Si possono agganciare gli avversari in presa e si possono eseguire dei colpi speciali modificabili sulla base della direzione impartita. Naturalmente, gli irriducibili della serie dovranno padroneggiare tutti i nuovi personaggi e i nuovi livelli di gioco se vogliono essere veramente competitivi.

A una prima occhiata, Super Smash Bros. per Wii U è pressoché identico al vecchio capitolo per GameCube, anche perché sarà giocabile, come è stato annunciato di recente e come era possibile fare allo stesso evento post-E3, proprio con il gamepad del GameCube. Il nuovo Smash, infatti, sarà meno accessibile rispetto al precedente Brawl, cercando di ripristinare la complessità gradita dai fan del Melee.

Ci saranno oltre 30 personaggi nel roster, tra cui Pacman, il Villager di Animal Crossing, ma anche Pikachu, Bowser, Pit, Fox, Mega Man, Kirby, Link, Samus, Rosalina & Luma del brand Mario, Little Mac di Punch-Out!!, Greninja dai Pokemon, i Mii, Sheik, Palutena da Kid Icarus, e chi più ne ha più ne metta, con ulteriori introduzioni che verranno annunciate a seguire.

Due sono le modalità di gioco principali: For Glory e For Fun. Nel primo caso vengono tolti gli oggetti dagli stage e ci si focalizza soprattutto sulle abilità del personaggio. Nel secondo, invece, bisogna fare i conti con gli elementi mobili dei livelli di gioco. Nel nuovo Super Smash Bros., inoltre, sarà possibile personalizzare le mosse speciali, rendendo ad esempio alcune di essere più efficaci su aree più ampie e rinunciando ad altri aspetti, come la rapidità ad esempio.

L'evoluzione dei personaggi riguarderà anche il supporto agli Amiibo: se si appoggia una delle statuine da collezione al GamePad di Wii U, infatti, il lottatore ad essa associato comparirà nel gioco nelle vesti di personaggio controllato dall'intelligenza artificiale, con il quale sarà possibile allenarsi. In questo modo, i lottatori associati alle action diventeranno sempre più forti e saranno sempre più difficili da battere.

Sembra un buon espediente per sfruttare da una parte i nuovi Amiibo e dall'altra non alterare il bilanciamento di gioco consolidato. Certo, dal punto di vista tecnico non dobbiamo attenderci chissà cosa da Super Smash Bros., ma è interessante la possibilità di poter giocare a 60fps fissi, il che rende il gioco incredibilmente fluido. L'uscita è prevista nella stagione natalizia per entrambi i formati.

 
^