Provato Fifa 15: ecco come sarà

Provato Fifa 15: ecco come sarà

In un evento organizzato da Electronic Arts a Milano abbiamo avuto modo di provare per la prima volta Fifa 15. Migliorerà in quattro aree principali rispetto al precedente Fifa: emozione e intensità, grafica, intelligenza artificiale e controllo dei calciatori.

di Dorin Gega, Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Electronic Arts
 

Gamepad alla mano

Dopo la lunga presentazione di Sebastian Enrique, giunge finalmente il momento di provare Fifa 15. Diciamo subito che la prima sensazione è che sia cambiato molto poco rispetto a Fifa 14. Ma ci sono due distinguo da fare: si tratta di una prima build che, dato quanto manca ancora al rilascio, potrebbe differire considerevolmente rispetto alla versione definitiva. E poi bisogna dire che il gioco è comunque ancora più reattivo rispetto al predecessore, con alcuni adeguamenti che comunque si "sentono", e tutto questo farà la felicità dell'appassionato di Fifa, che si troverà davanti all'ennesimo potenziamento del suo gioco di calcio preferito.

Detto questo, non notiamo (lo abbiamo giocato su Xbox One) una grafica particolarmente migliorata rispetto al predecessore né un tipo di reattività totalmente differente rispetto a Fifa 14. È vero che abbiamo adesso l'erba irregolare e una migliore ombreggiatura durante i replay in relazione alle inquadrature più ravvicinante, ma è anche vero che il gioco applica un sistema di ridimensionamento della qualità delle texture nel momento in cui la telecamera si allontana dagli oggetti e acquisisce la sua posizione naturale, quella televisiva. In questi casi, il motore diminuisce il dettaglio e le irregolarità al campo di gioco, per quanto ancora presenti, sono molto ben evidenti, e comunque più sbiadite.

Quanto alla reattività sul controllo, bisogna poi dire che il maggior miglioramento a Fifa negli ultimi anni in tal senso è stato il Precision Movement, introdotto da Fifa 14. Questo ha richiesto due anni di sviluppo e tanta dedizione da parte dei tecnici di Fifa, garantendo maggiore fluidità durante i match. Insieme all'Ignite Engine, Precision Movement l'anno scorso ha consentito di fare un balzo in avanti molto pronunciato rispetto a Fifa 13, cosa che non si ripeterà, perlomeno questa è la prima impressione, con Fifa 15.

All'evento di Milano ho giocato una partita con Dorin, lui ha scelto la Juventus e io il Barcellona (nella demo erano presenti 8 squadre). Abbiamo notato una migliore reattività dei calciatori, soprattutto dei difensori, adesso più precisi e liberi nelle marcature, mentre i giocatori più famosi, vedi Tevez, sono diventati più credibili quando realizzano le giocate più spettacolari, con animazioni che ti fanno subito pensare alla controparte reale.

Fra le novità abbiamo notato anche i nuovi movimenti rotatori: per esempio, Marchisio ha fatto un balzo felino per impossessarsi di un pallone che erano posizionato in senso obliquo rispetto alla sua disposizione iniziale. I piedi dei calciatori si adattano meglio a questi movimenti circolari disponendosi in modo da favorire l'avvicinamento del corpo del giocatore verso la posizione della palla, in questi casi difficilmente raggiungibile.

La partita è stata molto tirata, con azioni da una parte e dall'altra, almeno fin quando Chiellini non ha commesso un fallo a bordo area nei confronti di Neymar. Messi si è avvicinato per battere il rigore, tirandolo alle stelle. Sullo 0-0, nel secondo tempo entrano Giovinco da una parte e Fabregas dall'altra e, dopo qualche minuto, lo stesso Giovinco con uno splendido tiro a giro segna il gol dell'1-0. Il Barcellona non riesce a reagire e sembra aver "subito il colpo". Ma negli ultimi minuti abbiamo uno scatto d'orgoglio e Jordi Alba serve un invitante passaggio filtrante a Fabregas. L'ex trequartista dell'Arsenal si invola tra le maglie della difesa juventina e serve Messi che, a porta ormai spalancata, segna al 90' il gol dell'1-1. Insomma, i due subentrati hanno deciso il match.

Non si può dire che non ci siamo divertiti. Fifa è incredibilmente reattivo come sempre, se non ancora di più. I continui perfeziamenti lo rendono un simulatore ormai praticamente perfetto, se non fosse per qualche limite a proposito di alcuni comportamenti ricorrenti (cross che vanno inevitabilmente sulla testa dell'attaccante, la sensazione che il portiere sappia dove arriverà la palla dopo un tiro e palla puntualmente sui piedi dell'attaccante dopo la respinta del portiere).

L'annuncio di Fifa 15, ovviamente, non si esaurisce qui, visto che EA Sports si riserva di rivelare prossimamente altre novità in termini di modalità di gioco, autenticità, feature di gameplay, Fifa Ultimate Team e ricompense al pre-order e alla fedeltà dei giocatori di vecchia data.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
p0w3r3d09 Giugno 2014, 22:07 #1
"Insomma, i due subentrati hanno deciso il match."

Ho già capito tutto.
marco_iol09 Giugno 2014, 22:24 #2
Mi sa che quest'anno, dpo un anno di riflessione, tradisco PES...
arciere9109 Giugno 2014, 23:36 #3
(cross che vanno inevitabilmente sulla testa dell'attaccante, la sensazione che il portiere sappia dove arriverà la palla dopo un tiro e palla puntualmente sui piedi dell'attaccante dopo la respinta del portiere).

Bhe se si gioca in automatico è normale, lo dice la parola stessa
*aLe10 Giugno 2014, 00:35 #4
Guardo con curiosità e con un po' di fiducia a questo nuovo capitolo, chiamato a correggere le pecche di un gioco comunque buono come FIFA 14.
Le cose da limare, soprattutto per quanto riguarda il PC che con FIFA 14 è rimasto "indietro" di un passo, sono tante e sono sotto gli occhi di tutti quelli che ci hanno giocato:
[LIST]
[*]Tackle automatico: rimuovere please. Non s'è mai visto (a parte in Super Sidekicks o in Virtua Striker) che se il difensore si avvicina a meno di un metro dall'attaccante vince automagicamente palla senza premere alcun tasto. Il tackle andrebbe sempre deciso dal giocatore, se lo fa con tempismo è palla recuperata, altrimenti è uomo perso o fallo e magari anche cartellino.
[*]Passaggi filtranti alti con LB+Y: fixare please. Non tutti si chiamano Andrea Pirlo. E quando vedi Raimondi che fa un lancione di 80 metri dritto sul petto di Denis che nel frattempo si è magicamente smarcato, capisci che qualcosa non va. Anche con i settaggi tutti assistiti, 'ste robe non si devono vedere.
[*]Reazioni della difesa: vedere "passaggi filtranti alti". Non s'è mai visto su un campo da calcio un difensore che lasci passare l'attaccante e gli dica "cià dai, vai che io sto qui a guardare". Invece in FIFA spesso accade: sui lanci con LB+Y a scavalcare la difesa, una volta su due il difensore va in bambola e si perde totalmente l'attaccante.
[*]Resistenza dei giocatori: diminuire, diminuire, diminuire. Non si può vedere, online, una squadra che pressa in maniera asfissiante, su ogni palla, per 90' e che alla fine corre ancora. I giocatori nella realtà si stancano, dopo 20 minuti di pressing selvaggio almeno metà squadra dovrebbe essere alla frutta. Invece in FIFA non succede.
[/LIST]
Poi ci sarebbero millemila altre cose tra cui migliorare sensibilmente il senso di immersione nella partita (quando gioco Milan - Juve vorrei sentirmi allo stadio, non all'oratorio durante la partita scapoli - ammogliati) e sistemare quei glitch che spesso si vedono online (kick-off bug, disconnessione con partita vinta, etc)... Però stavolta, ammetto, non per colpa di EA ma per colpa di certi giocatori.

Insomma di lavoro ce n'è e non poco. A settembre stando a quanto vedo/sento ora sarà una bella lotta la scelta tra FIFA e PES (infatti anche PES 2014 partito male si è costantemente migliorato durante la stagione ed ora è un gioco più che godibile).
mirkonorroz10 Giugno 2014, 07:45 #5
L'impressione, mia, e' che ad insistere troppo sulle variabili la soglia del giocato si sposti inesorabilmente dalla parte della cpu/AI etc.
Ci si ritrovera' a chiedersi il perche' di certi comportamenti assurdi dettati da chissa' quale statistica, magari decisa a tavolino per personalizzare il giocatore virtuale, senza contare "la forma" del giocatore reale. Il giocatore reale dovra' cercare di adottare uno stile di gioco che porti a far funzionare in modo organico l'intera squadra, ma sinceramente la vedo dura e il rischio di un appiattimento generale e' dietro l'angolo, per mancanza di spunti fantasiosi o la presenza di soluzioni preconfezionate.

Comunque, presa questa strada, dovrebbero implementare, allora, un sistema di monitoraggio delle statistiche di ogni variabile per tutti i giocatori in modo da avere, almeno ad inizio partita una idea di quali saranno le difficolta' e a fine partita per aiutare il giocatore a capire alcuni eventi accaduti che magari non si riescono a spiegare.

Per quanto riguarda la grafica ha detto tutto la recensione: spero che non venga vanificata dal LOD selvaggio. Comunque gia' lo screenshot non fa gridare al miracolo: siamo sul cartoon forte, con pelle-dull e colori pastellosi. In assoluto a me basta che la grafica sia coerente e senza artefatti o spigoli o aliasing o popup, poi anche se lo stile e' cartoonoso, pazienza: pero' allora preferirei i pupazzi ai giocatori reali.

La demo e' d'obbligo=necessaria, ma ahime' come al solito non sufficiente, e non lo e' nemmeno il gioco, visto che poi spesso lo rovinano in corso d'opera.

Speriamo bene... facciamo gli ottimisti (e gli scongiuri)!
oliverb10 Giugno 2014, 08:18 #6
Fifa 14 next-gen non mi piace, troppo difficile e lento nella risposta ai comandi.
World Cup 14 invece è il migliore,
è un Fifa 14 last-gen migliorato, più divertente e intenso: finalmente è difficile segnare tramite calci d'angolo e cross, e i passaggi finalmente sono più rapidi, al contrario di Fifa 14 che dava una sensazione di una certa lentezza (oltre a segnare ad ogni calcio d'angolo).
Spero che questo Fifa 15 sia un World Cup ulteriormente più bello
Gello10 Giugno 2014, 13:54 #7
" ...L'ex trequartista dell'Arsenal si invola tra le maglie della difesa juventina e serve Messi che, a porta ormai spalancata, segna al 90' il gol dell'1-1..."

LOOOOOOOOL

" ...Fifa è incredibilmente reattivo come sempre, se non ancora di più. I continui perfeziamenti lo rendono un simulatore ormai praticamente perfetto..."

E STRALOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL
Riordian10 Giugno 2014, 14:18 #8
mi pare che come al solito gli sviluppatori ea dedichino un anno allo sviluppo a cose, magari non inutili, ma sicuramente meno importanti di altre. E che dopo un po' di partite ci si accorgerà dai soliti annosi difetti del gameplay...

Se ad esempio, tutta la squadra avversaria si sta dirigendo verso l'estremo difensore mentre farraginosamente un difensore gli passa la palla, ecco che quest'ultimo potrebbe impaurirsi e lasciare che la palla entri in porta. È come se la corsa di ciascun giocatore della squadra che attacca emetta una linea che va verso il portiere stesso, mentre questo può resistere a un numero di linee massimo. I calciatori, promette Enrique, reagiranno a tutto quello che avviene nella partita e l'attitudine complessiva della squadra cambierà sulla base di ciò che accade.


questa cosa spero invece di averla capita male perchè è troppo assurda per essere vera..
Gello10 Giugno 2014, 14:30 #9
Ma i Game2k non ce lo sfornano un gioco di calcio decente?
type11 Giugno 2014, 13:58 #10
Se è come quello che ho provato su XBox One tutti i giocatori umani diventano dei fenomeni, troppo facile.

Facevo dei cross e dei traversoni così precisi che solo Maradona sapeva fare, per non parlare dei tiri.

Tant'è che sto mio amico, uno che in pochi giorni giocando a FUT solo la sera arriva in prima divisione, è ritornato a giocarlo su pc.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^