Provato Fifa 15: ecco come sarà

Provato Fifa 15: ecco come sarà

In un evento organizzato da Electronic Arts a Milano abbiamo avuto modo di provare per la prima volta Fifa 15. Migliorerà in quattro aree principali rispetto al precedente Fifa: emozione e intensità, grafica, intelligenza artificiale e controllo dei calciatori.

di Dorin Gega, Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Electronic Arts
 

Unrivalled intelligence, player control

Con Fifa 15, inoltre, EA continuerà il suo lavoro sull'intelligenza artificiale, con l'obiettivo di avere un comportamento sempre più naturale e umano per tutti gli atleti sul campo di gioco. Il confronto tra attaccante e difensore sarà rivisto, fornendo a quest'ultimo più armi per cercare di rubare palla al primo, il che, però, lo porterà a esporsi di più e a rischiare di essere dribblato. In Fifa 14, infatti, era fin troppo difficile dribblare i difensori, che rimanevano troppo staticamente sulle proprie posizioni.

Avremo, poi, le cosiddette "Team Tactics", che riguarderanno l'atteggiamento di tutta la squadra. Sulla base di come si comporta il team avversario, infatti, la squadra potrebbe tendere a schierarsi a catenaccio oppure decidere di perdere tempo architettando una tattica di classica "melina". Niente di particolarmente innovativo rispetto al passato ma, stando alle promesse di Enrique, tutto dovrebbe essere ancora più oliato e il giocatore potrà determinare il comportamento dei calciatori non in possesso.

Inoltre, il team avversario gestito dall'intelligenza artificiale sarà in grado di modificare il proprio atteggiamento sulla base dell'attitudine del giocatore umano. Per esempio, percepirà se il giocatore umano è in difficoltà, per esempio dopo aver preso gol negli ultimi 5 minuti di gioco, e reagirà di conseguenza.

Ma naturalmente i cambiamenti più attesi riguardano la parte di controllo dei calciatori. Avremo le nuove "attacking runs", che influiranno su quegli scatti degli attaccanti in anticipo rispetto al passaggio. Questi sprint in Fifa 15 si adatteranno alla disposizione difensiva della squadra avversaria. Non si tratta di semplici scatti regolari in avanti, ma di corse non lineari e più umane con cui gli attaccanti cercano di adattarsi alla difesa e alle circostanze.

"Last man back": questa feature ha invece a che fare con il comportamento dell'ultimo uomo della difesa. Questi arretrerà e temporeggerà in caso di inferiorità numerica in difesa con lo scopo di far perdere tempo all'attaccante in possesso di palla e permettere al compagno di fare la diagonale. Anche in questo caso si tratta di comportamenti più naturali che simulano il tentativo umano di aiutarsi come può.

Il team di Fifa ha poi introdotto nuove animazioni che renderanno i movimenti degli atleti più credibili e permetteranno ai giocatori di controllare con maggiore precisione gli spostamenti sul campo di gioco. Abbiamo, ad esempio, dei nuovi movimenti circolari, che porteranno i calciatori a sporgersi lateralmente per posizionarsi meglio sulla base del luogo in cui si trova la palla. Inoltre, saranno in grado di disporre obliquamente il piede per favorire il movimento rotatorio.

Ci saranno ancora più animazioni per il controllo della palla e per i piccoli contrasti. Enrique, a tal proposito, ha mostrato durante la presentazione il famosissimo gol di Bale durante la finale della Coppa del Re. In questa azione non solo Bale palesa una potenza non indifferente ma esegue tanti piccoli tocchi sulla palla con il piede sinistro. Questo tipo di azione era impossibile in Fifa 14 ed è invece possibile in Fifa 15 grazie al nuovo sistema del "Run touch dribbling", ovvero a una migliore gestione dei tocchi alla palla in fase di dribbling.

Enrinque ha poi parlato di contatti più realistici sul piano fisico. In Fifa 15, infatti, verranno usate le corrispondenti animazioni a ogni tipo di situazione sul campo di gioco e al tipo di intensità con il quale viene calciata la palla. Ci saranno anche delle migliori deviazioni e alcune di queste potranno essere impercettibili in base alla traiettoria assunta dal pallone e al tipo di impatto con il corpo del difensore. Mentre in Fifa 14, spiega Enrique, tutti questi contatti facevano sì che il pallone partisse per la tangenziale, nel nuovo Fifa potremo avere anche deviazioni di piccolissima o nulla entità sulla traiettoria della palla.

Con "Man-to-man battles" ha invece voluto fare riferimento a interventi in tackle che non prevedono necessariamente la scivolata: avremo, quindi, nuove animazioni che porteranno i difensori a entrare in possesso della palla senza entrare troppo bruscamente sui piedi dell'avversario. Non mancheranno neanche nuove opzioni per il controllo dei compagni: nelle rimesse laterali e nei calci d'angolo, infatti, potremo prendere il controllo di un calciatore non in possesso. Questo innescherà una sorta di mini-gioco con cui sarà possibile mettere in difficoltà i difensori.

Ma ci saranno tante piccole aggiunte secondarie, come nuovi comportamenti difensivi e una migliore locomozione dei calciatori sul terreno di gioco. Nuove "skill move" per i giocatori più forti e nuove tipologie di tiro, così come inedite possibilità di controllo del pallone come la possibilità di realizzare un doppio tocco mentre quest'ultimo è in aria. Ci saranno anche nuovi tipi di passaggio, all'interno di movimenti e reazioni sempre contestuali all'azione.

 
^