YouTube verso l'acquisizione di Twitch per un miliardo di dollari

YouTube verso l'acquisizione di Twitch per un miliardo di dollari

Secondo quanto riporta Variety, Google ha fatto un'offerta a Twitch da un miliardo di dollari. Scartate altre offerte di importanti aziende tecnologiche. Una su tutte: Microsoft.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
GoogleMicrosoft
 

Citando fonti anonime, Variety riferisce che Google ha fatto un'offerta all-cash a Twitch e che l'accordo potrebbe essere annunciato pubblicamente a breve. Se confermato, risulterebbe ancora una volta sottolineato il valore delle dirette streaming e l'importanza del gaming competitivo.

Twitch

Twitch, infatti, è una piattaforma in rapida adozione, utilizzata da migliaia di giocatori enthusiast che amano condividere le proprie esperienze di gioco con la community. Gli streaming video più famosi sono seguiti da migliaia di fan, che rendono gli autori delle vere e proprie celeberità, osannate agli eventi di videogiochi e molto spesso testimonial di prodotti di grande richiamo. Abbiamo trattato il fenomeno Twitch già in questo articolo.

Un successo dilagante, che ha fatto diventare lo streaming delle sessioni di gioco una vera e propria moda del momento. I "twitcher" dimostrano passione nel condividere l'esperienza di gioco e interloquiscono con i "viewer" in tanti modi diversi, come la chat offerta dal servizio di condivisione. Si tratta di un modo per commentare i videogiochi e per vivere insieme i momenti più emozionanti e coinvolgenti.

Secondo il Wall Street Journal i colloqui sull'acquisizione sono ancora in una fase iniziale, ma la news è già stata riportata sui principali siti di informazione, e sta letteralmente facendo il giro del web, il che rimarca ancora una volta la centralità del fenomeno della condivisione dell'esperienza di gioco. La trattativa, tuttavia, non sarà finalizzata a breve.

The Verge riferisce che Twitch aveva avviato diverse trattative prima di scegliere Google come acquirente. Tra le società che sono state più vicine all'acquisizione ci sarebbe stata anche Microsoft.

Twitch e Google stanno ancora concordando i dettagli dell'accordo, principalmente sul livello di indipendenza che sarà ancora concesso a Twitch e sul marchio. "Twitch ha valutato tutte le offerte e alla fine ha propeso per quella di Google perché ritenuta la soluzione migliore per alimentare ancora la consistente crescita verificatasi negli ultimi anni", scrive The Verge.

Secondo Twitch, Google è il partner ideale per raggiungere gli obiettivi che la società si è prefissata, ovvero diventare la piattaforma definitiva per la visione e lo streaming di filmati di gioco in diretta. Nel 2013, l'azienda aveva già ottenuto 20 milioni di dollari dagli investitori, e rischia di ottenere profitti già a partire da quest'anno.

Ma il capitale così ottenuto non è ancora sufficiente per assicurarsi la tecnologia necessaria per supportare il tasso di crescita riscontrabile attualmente. Secondo le fonti, Twitch era stata contattata da parecchi venture capitalist, pronti a garantire ulteriore liquidità di denaro. Ma quello che effettivamente gli serviva era un partner tecnologico in grado di gestire enormi quantità di video generati su scala globale.

Come riferito da precedenti ricerche, infatti, durante i periodi di maggiore affluenza, Twitch gestisce più traffico di quanto riescono a fare gli stessi Facebook e Amazon. Per questi motivi, già nei precedenti mesi alcuni dirigenti di Twitch avevano ammesso che la società non era più in grado di gestire la crescita.

D'altronde, il tentativo di acquisizione di Microsoft avrebbe creato delle situazioni spiacevoli. Se il servizio fosse stato legato a Xbox, infatti, si sarebbero prodotte delle tensioni con Sony, visto che Twitch è integrato anche in PS4. Secondo le fonti, Twitch avrebbe rifiutato offerte della stessa consistenza di quella di Google da Microsoft e da altre aziende tecnologiche.

Inoltre, YouTube aveva ammesso il suo interesse nello streaming di filmati di gioco già al Game Developers Conference dello scorso anno, quando ha rivelato le sue API dedicate allo scopo. Ma i suoi sforzi non hanno ottenuto riscontri da parte della community, già fortemente focalizzata su Twitch. Quest'ultimo, infatti, aveva già ottenuto degli accordi con i principali organizzatori di tornei di sport elettronici, capaci di attirare tantissimi spettatori oltretutto con una forte predisposizione alla spesa, cosa che ha fatto drizzare le orecchie a più di uno sponsor illustre.

Un accordo, oltretutto, che potrebbe essere accomunato a quello di Instagram da parte di Facebook, anch'esso per un miliardo di dollari. Anche in quel caso uno dei protagonisti del mondo della tecnologia Top Class si assicurava un'azienda relativamente giovane ma che poteva essere vista come una minaccia competitiva.

E responsabile dell'acquisizione sarebbe proprio la divisione YouTube di Google, che fa parte del colosso di Mountain View ormai dal 2006, quando è stata acquisita per 1,65 miliardi di dollari. La fusione di Twitch con YouTube rappresenterebbe un importante cambiamento per quest'ultimo, che andrebbe decisamente verso la condivisione in diretta dei contenuti.

Twitch è una società con sede a San Francisco che consente di condividere i filmati di gioco dalle principali piattaforme: PC, Xbox One e PlayStation 4. È, infatti, integrata nativamente all'interno delle console di nuova generazione, visto che entrambe sono dotate di un'app che permette agli utenti di condividere con grande facilità gli ultimi minuti di gioco.

Annovera oltre 45 milioni di utenti attivi al mese e più di 1 milione di membri che trasmettono video ogni mese. Ma non si limita solamente allo streaming degli utenti, visto che trasmette anche spettacoli prodotti da grosse firme del mondo dell'editoria videoludica come GameSpot della CBS Interactive, Joystiq e Destructoid.

YouTube, d'altra parte, resta la piattaforma numero 1 per la fruizione di video su internet, distribuendo oltre 6 miliardi di ore di video al mese a un miliardo di utenti sparsi in tutto il mondo. Ma, nella stragrande maggioranza dei casi, si tratta di video caricati e non trasmessi in diretta. È per questo che l'acquisizione di Twitch potrebbe cambiare considerevolmente il paradigma di YouTube, facendo diventare la piattaforma di Google il riferimento anche nella fruizione di contenuti in diretta.

Twitch è stata fondata nel 2011 da Justin Kan e Emmett Shear, i co-fondatori di Justin.tv. Shear è tutt'oggi il CEO dell'azienda. Si è trattato di uno dei primi servizi in assoluto a ospitare flussi di video in diretta. Ha anche dei rivali, come Major League Gaming, con la differenza che quest'ultimo organizza e trasmette i propri tornei, mentre su Twitch si possono vedere solamente tornei organizzati da terze parti.

In passato ha già raccolto degli importanti finanziamenti, come quei 35 milioni di dollari provenienti da una cordata formata da Bessemer Venture Partners, Alsop Louie Partners, WestSummit Capital, Take-Two Interactive Software, Thrive Capital e Draper Associates. Ma oggi il servizio vanta partnership esclusive con i principali produttori di videogiochi, come Ubisoft, EA, Activision e Sony Online Entertainment. Secondo una ricerca realizzata da Sandvine, nel marzo 2014 Twitch è stato responsabile dell'1,35% di tutto il traffico internet.

Il servizio ha riscontrato un enorme successo anche nell'incarnazione presente nelle nuove console. Si è scoperto che questo tipo di utenti amano condividere le esperienze di gioco, e molti di loro hanno infatti massicciamente utilizzato il servizio da quando è diventato disponibile. Sony ha addirittura deciso di inserire sul gamepad di PS4 il tasto "Share" che consente di accedere istantaneamente ai servizi di condivisione.

Nella prima settimana di disponibilità dell'app Twitch su Xbox One, 108 mila broadcaster unici hanno cominciato a condividere i filmati di gioco, il che costituisce il 22% circa dell'intera base dei "twitcher". Nel dicembre del 2013, a un mese dal lancio di PS4, il 20% degli stream di Twitch proveniva proprio dalla nuova console Sony. Il servizio è stato abilitato su PS4, infatti, sin dal lancio, mentre è arrivato successivamente, nella prima parte del 2014, su Xbox One.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
qboy19 Maggio 2014, 13:09 #1
beh twitch faceva molta concorrenza a youtube mi pare e funzionava molto meglio
Lamba19 Maggio 2014, 13:58 #2
Originariamente inviato da: qboy
beh twitch faceva molta concorrenza a youtube mi pare e funzionava molto meglio


Concorrenza si, meglio no. Durante i grandi eventi degli LCS raggiungeva quasi 1M di utenti connessi contemporaneamente, e la cosa si faceva vistosamente sentire tramite lag ed interruzioni degli stream. L'acquisizione da parte di Google, se non oltraggiata da quelle capre dell'antitrust , sarà una gran cosa per noi utenti finali. Basta pensare al codec in sviluppo da Google VP8 e gli ovvi vantaggi nello streming
qboy19 Maggio 2014, 14:17 #3
Originariamente inviato da: Lamba
Concorrenza si, meglio no. Durante i grandi eventi degli LCS raggiungeva quasi 1M di utenti connessi contemporaneamente, e la cosa si faceva vistosamente sentire tramite lag ed interruzioni degli stream. L'acquisizione da parte di Google, se non oltraggiata da quelle capre dell'antitrust , sarà una gran cosa per noi utenti finali. Basta pensare al codec in sviluppo da Google VP8 e gli ovvi vantaggi nello streming


sfido chiunuqe con 1m di utenti a non far fatica
banryu7919 Maggio 2014, 14:37 #4
Originariamente inviato da: Lamba
... L'acquisizione da parte di Google, se non oltraggiata da quelle capre dell'antitrust , sarà una gran cosa per noi utenti finali. Basta pensare al codec in sviluppo da Google VP8 e gli ovvi vantaggi nello streming

Volevi dire "osteggiata", vero?
laverita19 Maggio 2014, 15:05 #5
Peccato era un bel servizio.
The_misterious19 Maggio 2014, 15:05 #6
Originariamente inviato da: Lamba
Concorrenza si, meglio no. Durante i grandi eventi degli LCS raggiungeva quasi 1M di utenti connessi contemporaneamente, e la cosa si faceva vistosamente sentire tramite lag ed interruzioni degli stream. L'acquisizione da parte di Google, se non oltraggiata da quelle capre dell'antitrust , sarà una gran cosa per noi utenti finali. Basta pensare al codec in sviluppo da Google VP8 e gli ovvi vantaggi nello streming


ma speriamo proprio che Google (Youtube) non ci mettano le mani.

Ad ogni aggiornamento di Youtube ci sono sempre meno funzioni utili e minore usabilità, non oso pensare i macelli che possano combinare con Twitch
InsideJohan19 Maggio 2014, 18:37 #7
io invece spero che twitch non finisca sotto le mani di google,i monopoli fanno sempre male agli utenti finali.
Xile19 Maggio 2014, 19:58 #8
Considerando che twitch lagga spesso anche con connessioni decenti spero proprio che venga acquistata e ci infilino il vp8
Obazi20 Maggio 2014, 10:00 #9
Molti perdono di vista una cosa fondamentale, che il servizio Twitch ogni tanto zoppichi non è rilevante, il monopolio fa sempre molto molto male, sopratutto quando chi lo detiene è Google...
che sta tentando di eliminare l'anonimato in rete (e accompagnato dalle leggi future che arriveranno ci riuscirà e cerca di accaparrarsi sempre più informazioni e tracciabilità sugli utenti, un giorno ci pentiremo di aver permesso certe cose, che vengono fatte piano piano in silenzio passetto dopo passetto, togliendoci alcune cose di cui manco ci accorgiamo.
A parte il discorso semi complottista youtube era ottimo, da quando è stato acquisito da Google è andato solo peggiorando.
Rainy nights20 Maggio 2014, 14:01 #10
Addio twitch. Certo che a volte è impossibile seguire eventi causa lag, ma sotto google la vedo ancora più nera.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^