Murdered, un gioco dove un fantasma indaga sulla propria morte

Murdered, un gioco dove un fantasma indaga sulla propria morte

Abbiamo provato le versioni PC e PS4 della nuova avventura investigativa prodotta da Square Enix. Un gioco senza azione, molto originale e coinvolgente, anche se forse non così rifinito sul piano tecnico. Gli amanti di Walking Dead, di Heavy Rain e di Gone Home farebbero bene a leggere questo articolo.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Square Enix
 

Una storia tra sovrannaturale e realtà come il suo protagonista

In Murderder la storia ha molto in comune con il suo protagonista, Ronan O'Connor. Ronan è un detective alla John McLane, ma allo stesso tempo è un fantasma. Per questo è una straordinaria combinazione di sovrannaturale e realtà, così come lo è la storia. Ambientata nell'iconica città di Salem, mischia sontuosamente la sofferenza e la miseria dei suoi protagonisti ad elementi provenienti puramente dall'aldilà, che sembrano mutuati dalla migliore tradizione dei thriller sovrannaturali.

[HWUVIDEO="1555"]Murdered Soul Suspect: videoarticolo[/HWUVIDEO]

Dopo aver letto il nome Salem, i più attenti tra di voi, e appassionati di tutto ciò che riguarda il sovrannaturale, avranno drizzato subito le orecchie. Si tratta, infatti, della città del Massachusetts resa famosa dal processo alle streghe del 1692. Proprio per questa terrificante storia, sono ambientati in questa città famosi film come Hocus Pocus (1993) e Le streghe di Salem (2012), e romanzi come La Lettera Scarlatta di Nathaniel Hawthorne (a cui a sua volta corrisponde un film con Demi Moore), oltre che l'opera teatrale Il crogiuolo di Arthur Miller.

La caccia alle streghe scoppiò in tutto il suo orrore nel 1692, quando fu istituito un vero e proprio tribunale e furono incarcerate e giustiziate 20 persone tra donne, uomini e bambini. Una storia d'altri tempi che, però, riecheggia anche nella modernità, grazie ai film che abbiamo citato e grazie a videogiochi come Murdered Soul Suspect.

Come avrete capito, si tratta di uno di quei giochi per cui la storia è molto importante, anzi fondamentale. A dire il vero, non sappiamo ancora molto su questa storia, e non sarebbe neanche giusto rivelarla, perché Murdered è un gioco dall'ottima narrazione, che coinvolgerà profondamente i giocatori e che li spingerà ad andare avanti per scoprire tutti i dettagli della faccenda e per inchiodare l'assassino. L'ambientazione di Salem, quindi, è indicativa, e le streghe centreranno, eccome, anche se ancora non è facile capire come.

Assassino che appare, come nella migliore tradizione, nella primissima scena. Ma forse non è così ricorrente vedere subito la morte del detective, nonché protagonista e personaggio controllato dal giocatore, ovvero Ronan. Nella prima sequenza lo vediamo precipitare giù dalla finestra del quarto piano di un edificio, e collassare a terra. Non è ancora morto, ma lo sarà subito dopo, quando un oscuro tizio incappucciato si avvicina al suo corpo per infliggere sette colpi di pistola.

Bene, tutto qui? No, perché subito dopo ecco che abbiamo due Ronan sullo schermo, uno fantasma e l'altro reale, anche se morto. Ronan è sbalordito da quello che sta succedendo e prova a inserire la parte ectoplasmatica in quella reale. Riesce a far combaciare le due sagome, ma non succede niente. Sarà ancora più meravigliato quando si renderà conto che adesso vive in una realtà separata rispetto a quella principale, fisica. Può interagire solamente con gli "oggetti-fantasma", mentre è completamente insensibile a quelli reali, al punto da poterli attraversare, come nella migliore tradizione della letteratura sui fantasmi.

Adam Phillips, il producer di Square Enix che ci ha descritto gli elementi principali di Murdered in occasione dell'evento di presentazione alla stampa italiana presso gli uffici del distributore Koch Media, ci ha detto che gli sviluppatori, Airtight Games, si sono ispirati al popolare film Ghost per riprodurre questi elementi tipici della letteratura sui fantasmi. Le meccaniche di gioco, invece, ricordano ottimi titoli come Walking Dead, Heavy Rain e Gone Home.

"Murdered è un gioco ideale per passarsi il gamepad con la fidanzata. Una parte la può giocare lei, mentre poi potrebbe restituirci il controller in modo che si possa continuare insieme, mentre si segue una storia affascinante e piena di colpi di scena", ha detto Phillips durante la presentazione.

 
^