Sniper Elite 3: torna il simulatore di cecchinaggio

Sniper Elite 3: torna il simulatore di cecchinaggio

Rebellion sposta il suo cecchino Karl Fairburne dal contesto europeo e prettamente urbano del precedente capitolo al fronte africano di questo Sniper Elite 3. Grandi spazi aperti, sabbia e calura sono i protagonisti di quello che promette di diventare la simulazione di cecchinaggio più accurata.

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
 

Intelligenza artificiale: la situazione

Come accennato, l’intelligenza artificiale, in un gioco come questo è più che fondamentale. Nella prova effettuata, mi sono concentrato nel provare tutti gli approcci possibili alle prime situazioni di gioco, piuttosto che nel proseguire fino al termine della missione.

Per prima cosa, posso con assoluta certezza affermare che SE 3 sarà un gioco tutt’altro che semplice, in cui, per proseguire coerentemente con un approccio stealth, sarà necessaria una pianificazione attenta e precisa di ogni nostra mossa.

Lo scenario, infatti, ben articolato in ampiezza e in altezza, consente numerosi accessi alle zone sensibili, ma costituisce anche una protezione per le forze nemiche.

Il comportamento degli avversari ‘a riposo’ è abbastanza vario e credibile, anche se un po’ troppo spesso afflitto dal ripetersi di routine brevi e predeterminate.

La perspicacia delle guardie dell’Asse (italiani e tedeschi!) desta ancora qualche perplessità: si comportano in modo abbastanza realistico quando devono indagare su un rumore sospetto o quando devono inseguire lo scoperto Fairburne. Meno convincente, invece, la loro capacità di individuarci anche attraverso ostacoli (soprattutto vegetazione) che dovrebbero ostacolare la visuale (in soldoni: spesso noi non vedremo i soldati nemici che, invece, si renderanno immediatamente conto di noi). Le tattiche di inseguimento che i nazi-fascisti praticano sono un po’ troppo lineari, ma riescono comunque a risultare sufficientemente ostiche per il giocatore in fuga.

Meno convincente, invece, la ‘memoria’ del nemico che con un po’ troppa facilità ‘si scorda’ di Fairburne facendo cessare l’allarme con eccessiva superficialità.

Niente di troppo negativo, invece, per gli atteggiamenti dell’IA sotto il fuoco dalla distanza o nei corpo a corpo. Le nuove uccisioni istantanee, infatti, sono una vera e propria ‘manna dal cielo’ che riduce al minimo i conflitti a fuoco ravvicinati (da sempre la parte meno convincente della saga).

Tutto quello sin qui detto, soprattutto quanto concerne l’IA, resta comunque dedotto da un test effettuato su un codice ancora parecchio ‘primitivo’. A dire il vero, in sede di presentazione, eravamo stati allertati circa la possibilità di assistere a scene poco confortanti del nemico: cosa che, fortunatamente, non è comunque capitata.

E’ allora lecito ben sperare: SE 3, per quanto ancora decisamente ‘work in progress’ (soprattutto per alcuni effetti di luce da rivedere), appare come un gioco interessante. Magari non godrà del budget milionario di altri titoli, ma è realizzato con cura e con consapevolezza. E’ certamente un’interessante variazione sul tema degli shooter, visto che – oltre a offrire una godibile esperienza da cecchino – propone un sagace mix di azione e stealth. Il tutto in un contesto geografico tutt’altro che scontato e graziato da scenari che paiono essere vari, ben studiati e strategicamente profondissimi.

Sniper Elite 3 sarà disponibile dal prossimo 27 giugno nei formati PC, PS3, PS4, Xbox 360 e Xbox One.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sichulserver16 Aprile 2014, 14:56 #1
farà schifo come i primi due episodi
Marok16 Aprile 2014, 15:05 #2
Già il solo fatto che si possano vedere i nemici sul radar una volta visti con il binocolo e si sappia quale guardie sono allertate e dove ci hanno visto l'ultima volta....si si propio una simulazione....
IL_mante16 Aprile 2014, 15:11 #3
Originariamente inviato da: sichulserver
farà schifo come i primi due episodi


magari non sono piaciuti a te, ma specialmente il primo episodio non faceva per niente schifo, anzi è stata una bella esperienza. con il secondo sono caduti in basso invece, poche novità rilevanti -corpo a corpo e la possibilità di scalare alcuni punti- e molte aspettative deluse, movimento limitato, livelli monodirezionali, gioco corto, kill cam inutile, già nel primo episodio in alcune situazioni era scomoda.

al di là delle ambientazioni non sembra ci sia molto di diverso tra questo 3 capitolo e il v2, spero di sbagliarmi.. anche nel secondo c'era la sagoma trasparente dell'ultima posizione ricordata dai nemici
Zifnab16 Aprile 2014, 16:20 #4
Originariamente inviato da: Marok
Già il solo fatto che si possano vedere i nemici sul radar una volta visti con il binocolo e si sappia quale guardie sono allertate e dove ci hanno visto l'ultima volta....si si propio una simulazione....


Giusto sarebbe se al massimo livello di difficoltà il livello di aiuto fosse realmente ZERO!!! altro che sagome, avvisi di ritorno alla normalità ecc.
The_Real_Poddighe16 Aprile 2014, 16:35 #5
Venghino signori niubbi venghino a provare le meraviglie dei videogiuochi.
Vul17 Aprile 2014, 01:09 #6
Hahaha, mi fanno ridere i commenti di chi non ha minimamente giocato quelli precedenti o l'avrà fatto con timidissime difficoltà medie e senza simulazione del proiettile (necessiti di sapere il vento e la distanza per sparare bene, non metti il cursore della testa del nemico e spari).

Sniper Elite V2 e Nazi Zombie Army sono dei gioconi di una difficoltà unica e io ho passato su certi checkpoint letteralmente ore.

Neanche a Dark Souls ho mai dedicato tutto quel tempo a dover risuperare uno specifico pezzo (forse l'1-2 di Demon's Souls mi ha tolto più tempo videoludicamente).

Se vi piace anche solo minimamente l'elemento Sniper vi consiglio caldamente di giocare a difficoltà massima i capitoli precedenti (anzi, Nazi Zombi Army so sicuro non lo finisce nessuno di voi, ma nessuno) e di ridacchiare meno.

Sniper Elite è una serie di giochi di tutto rispetto con tantissimi appassionati, altrimenti sicuramente non erano arrivati al terzo capitolo con tanto di due spin off e dlc vari.

Tornatevene a parlare dei 4 fps in meno che fate su Crysis 3 a 4K e sul perchè dobbiate assolutamente prendere due Titan Black per risolvere il problema, che di videogiochi su sto forum non ci capite na mazza.
BulletHe@d17 Aprile 2014, 02:24 #7
Concordo con Vul la serie di Sniper Elite è uno dei rarissimi giochi che hanno una vera sfida come difficoltà, e concordo con il fatto che chi lo abbia criticato non lo abbia veramente provato, ovvio che ci siano delle imperfezioni ma non essendo un simulatore militare (è pur sempre un videogame) sono a mio avviso trascurabili (è come lamentarsi della presenza dell'indicatore danni in un gioco di corse) alla fine il gioco ha un'ottimo grado di sfida non capisco proprio le vostre lamentele
tony7317 Aprile 2014, 10:16 #8
Gia il fatto che è un simulatore di CECCHINO me lo fa odiare a prescindere.
predator4317 Aprile 2014, 10:36 #9
Non sarà il massimo della simulazione (io leverei i radar)ma comunque i primi due capitoli sono stati due bei giochi.
Paletti9217 Aprile 2014, 11:20 #10
Io ho giocato il secondo capitolo della serie e mi è piaciuto molto. Ovviamente va giocato alla massima difficoltà (sniper elite), altrimenti non ha senso. Nonostante abbia numerosi difetti è un gioco che offre un elevato livello di sfida e che secondo me simula molto bene il cecchinaggio. Probabilmente chi lo critica lo ha giocato a difficoltà facile o media e così facendo si stravolge lo spirito del gioco, fatto di attenzione, attesa, calcolo della traiettoria in base a distanza, vento ecc.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^