2048 e il ragazzino italiano di 19 anni che ha creato il nuovo fenomeno virale della rete

2048 e il ragazzino italiano di 19 anni che ha creato il nuovo fenomeno virale della rete

Ci siamo fatti spiegare da Gabriele Cirulli come è riuscito a ottenere tanto successo con il suo 2048, che non è altro che la fusione di due giochi già esistenti, a loro volta simili a Threes, uno dei maggiori successi in ambito mobile dell'ultimo periodo. Gabriele ha solo 19 anni, ma è già abilissimo con tutte le tecnologie che circolano sul web.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Intervista

Gamemag: Ciao Gabriele. Tu hai solo 19 anni e già sei famoso sul web. Come ci si sente? Ci racconti un po' di te?

Gabriele Cirulli: Ciao! Avere una popolarità sul web fa sicuramente molto piacere, anche se a volte è stressante e difficile da gestire, sopratutto quando è per via di una cosa che non ti saresti mai aspettato! Io vivo in Friuli, ho terminato gli studi alle superiori l'anno scorso ed al momento lavoro come sviluppatore web. L'università non l'ho ancora fatta, ma potrei tenerla in considerazione per il futuro.

Gamemag: Come è nata l'idea di 2048? Siamo sicuri che quelli di Threes non si arrabbino?

Gabriele Cirulli: L'idea è nata come tentativo di unire due giochi: 1024 by Veewo Studio e l'omonimo 2048 di Saming. In realtà non conoscevo neanche Threes prima di rilasciare 2048!

Gamemag: Che modello di business ha 2048 sui dispositivi portatili? Puoi dirci che tipo di guadagno ti consente di avere?

Gabriele Cirulli: Al momento 2048 è gratuito ed open source. Non c'è un'applicazione ufficiale per mobile, anche se invito tutti a giocare dal sito http://git.io/2048 anche da telefono (e anche offline!). L'unico mezzo presente al momento sono le donazioni.

Gamemag: Sei stato contattato da qualche software house importante, magari interessata al tuo gioco?

Gabriele Cirulli: Alcuni mi hanno contattato per collaborare nello sviluppo di versioni mobile del gioco, o per acquisire il gioco in sé. Questo gioco però non si può comprare: è open source!

Gamemag: Come lo hai sviluppato? Quali sono state le sfide principali nello sviluppo?

Gabriele Cirulli: L'ho sviluppato usando le tecnologie web (HTML, CSS, JavaScript) visto che sono quelle che conosco meglio. La parte più interessante dello sviluppo (ed uno dei motivi per cui è stato un esercizio interessante) è stata il tentativo di scrivere codice ben strutturato e semplice. La parte più difficoltosa è stata fare in modo che le tessere si muovessero e si unissero correttamente.

Gamemag: Pensi che la struttura di gioco di 2048 e di Threes possa essere ampliata? Se si, come?

Gabriele Cirulli: Beh, è sicuramente molto flessibile. Ho già visto molte modifiche creative effettuate sul codice di 2048!

Gamemag: E adesso? Quali sono i tuoi piani per il futuro?

Gabriele Cirulli: Al momento il mio impegno principale è gestire questa nuova ondata di interesse. In futuro potrei lavorare a nuovi progetti interessanti nel campo dei siti web, perché quella è la mia occupazione principale.
12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Portocala26 Marzo 2014, 15:16 #1
Ok la purezza di cuore (open source con donazioni spontanee), ma cacchio, sfruttala sta occasione per fare un pò soldi ... vivi in Itaglia!!!!!
killercode26 Marzo 2014, 16:35 #2
Originariamente inviato da: Portocala
Ok la purezza di cuore (open source con donazioni spontanee), ma cacchio, sfruttala sta occasione per fare un pò soldi ... vivi in Itaglia!!!!!


Avendo seguito tutta la storia in diretta ti posso garantire che se non fosse stato così puro non avrebbe avuto tutto questo successo.
Dopotutto è basato su un gioco praticamente uguale a pagamento su mobile e che nessuno fino a ieri conosceva.
Phoenix Fire26 Marzo 2014, 16:39 #3
come tecnica non credo che 2048 sia un gioco così difficile, credo che chiunque sia del mestiere possa realizzarlo in pochissimo (anche l'autore dice che la difficoltà stava più nello scrivere un codice pulito non nelle funzionalità, ma, come capita sempre più spesso, più che la qualità tecnica (super grafica, controlli strani, interfacciamento 4D) vince l'idea, gioco semplice ma che crea dipendenza

@killercode
leggendo l'articolo in parte mi sento di quotare il discorso, se avesse già creato un app a pagamento, penso che avrebbe fatto la fine che credo abbia fatto flappy bird, ha fatto dei soldi subito, ma ha poi dovuto ritirarsi per non incorrere in beghe legali.
killercode26 Marzo 2014, 16:57 #4
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
@killercode
leggendo l'articolo in parte mi sento di quotare il discorso, se avesse già creato un app a pagamento, penso che avrebbe fatto la fine che credo abbia fatto flappy bird, ha fatto dei soldi subito, ma ha poi dovuto ritirarsi per non incorrere in beghe legali.


Il gioco esisteva di già come app prima che lui lo ricreasse, si chiamava 1024 e a sua volta era una copia di un'altro gioco chiamato Threes e nessuno dei due è diventato famoso.
Quindi nulla garantiva che ci avrebbe guadagnato dei soldi, non è che prima fai il gioco e poi lo fai diventare virale. Capita a random e basta.

p.s. Non è sicuro che flappy bird sia stato tirato giù per motivi legali e se anche fosse il caso qui diverso perchè non é stato copiato nulla di reale(come i tiles), solo l'idea di fondo
Phoenix Fire26 Marzo 2014, 18:18 #5
Originariamente inviato da: killercode
Il gioco esisteva di già come app prima che lui lo ricreasse, si chiamava 1024 e a sua volta era una copia di un'altro gioco chiamato Threes e nessuno dei due è diventato famoso.
Quindi nulla garantiva che ci avrebbe guadagnato dei soldi, non è che prima fai il gioco e poi lo fai diventare virale. Capita a random e basta.

p.s. Non è sicuro che flappy bird sia stato tirato giù per motivi legali e se anche fosse il caso qui diverso perchè non é stato copiato nulla di reale(come i tiles), solo l'idea di fondo


Io con il discorso soldi immaginavo la classica doppia app free con pubblicità (non invasive) e la versione premium senza pubblicità ad un costo relativamente basso più la versione web con qualche semplice banner, così avrebbe avuto lo stesso successo ma avrebbe guadagnato qualcosa in più.
Detto questo ho detto che io, come altri, penso che flappy bird sia stato tirato giù per motivi legali e qui poteva succedere una cosa simile (a quello che penso sia avvenuto), visto che c'era un gioco preesistente già sviluppato e quindi con copyright. Ovvio che un ragazzo che si trova un accusa di copyright da parte di una qualche azienda potrebbe incorrere in qualche problema a difendersi anche se avesse ragione e potrebbe preferire la via rapida del tolgo il gioco rispetto al vado avanti ad avvocati che dovrei pagare con soldi che non ho. Spero di essermi spiegato meglio ora
PhoEniX-VooDoo26 Marzo 2014, 21:45 #6
mai sentito parlare ne del ragazzo ne del gioco, ma gli auguro ogni bene ovviamente.

cmq la pubblictà (e relativi introiti, immagino) c'e eccome: https://www.youtube.com/watch?v=E1ODjRMu16U
killercode26 Marzo 2014, 22:29 #7
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
mai sentito parlare ne del ragazzo ne del gioco, ma gli auguro ogni bene ovviamente.

cmq la pubblictà (e relativi introiti, immagino) c'e eccome: https://www.youtube.com/watch?v=E1ODjRMu16U


Non è la sua app, è uno dei tanti cloni dei clone del clone del clone

Questa è la versione "ufficiale" http://gabrielecirulli.github.io/2048/
davo3027 Marzo 2014, 01:28 #8
Scappa finchè sei in tempo!
PhoEniX-VooDoo27 Marzo 2014, 08:11 #9
Originariamente inviato da: killercode
Non è la sua app, è uno dei tanti cloni dei clone del clone del clone

Questa è la versione "ufficiale" http://gabrielecirulli.github.io/2048/


ah
mi rendo conto adesso che sullo store ce ne sono a decine di questi "2048"

ma di che stiamo parlando allora? Un tipo che ha fatto un clone che manco si riesce a trovare nel mare di cloni dello stesso gioco?

sono un po confuso
hellkitchen27 Marzo 2014, 22:13 #10
Un gioco geniale

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^