Il Mondo di Felinia, i fumettisti Sketch & Breakfast approdano nel mondo dei videogiochi

Il Mondo di Felinia, i fumettisti Sketch & Breakfast approdano nel mondo dei videogiochi

Abbiamo intervistato Simona Zulian e Andrea Ribaudo, meglio conosciuti come Sketch & Breakfast. Si tratta di due abilissimi fumettisti milanesi che hanno deciso di sfondare anche nel mondo dei videogiochi, con l'aiuto di uno dei tecnici che hanno curato Castlerama.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Dai fumetti ai videgiochi

Simona Zulian e Andrea Ribaudo hanno conosciuto la popolarità grazie soprattutto alla loro fanpage su Facebook, la quale annovera ormai più di 130 mila iscritti, che vengono deliziati ogni giorno dalle "strip" dei due. Si tratta di fumetti dallo stile visivo accattivante e trascinatore, ispirati nella maggior parte dei casi agli avvenimenti di tutti i giorni. E costruiti intorno al personaggio di Felinia, una buffa, cicciottella e arzilla eroina, che, nella declinazione videoludica, si arma del suo "inarrestabile esercito felino" per andare a liberare il suo amato.

Sulla fanpage il duo artistico si descrive così: "Due giovani fumettisti disadattati e snobbati dalla moderna (e troppo fica) società". Simona inizia a disegnare sin da piccola e decide di frequentare l'Accademia di Belle Arti di Brera e poi la Scuola del Fumetto di Milano, dove conosce colui che sarebbe diventato non solo il suo partner artistico, ma anche il compagno nella vita, Andrea Ribaudo. Nell'intervista nella pagina successiva ci raccontano le idee che stanno alla base dei loro fumetti e perché hanno deciso di creare un videogioco.

Il Mondo di Felinia si propone di invertire la secolare trama che si trascina da 20 anni e che abbiamo ritrovato in tantissimi platform arcade, dove un nobile principe va a liberare una principessa prigioniera. Il gruppo di sviluppo milanese ci sta mettendo tanto entusiasmo e sta lavorando duramente per tirar fuori un gameplay che possa essere interessante e avvincente per la maggior parte dei giocatori. Felinia scorre lungo livelli "alimentari" ricchi di elementi buffissimi, ispirati ai fumetti di Sketch & Breakfast, può correre a destra e sinistra e saltare, avrà oggetti da evitare e altri da raccogliere.

Il referente tecnico de Il Mondo di Felinia è Karim Benaddi, ex collaboratore di Codenrama per Castlerama, che ci ha parlato delle sfide nello sviluppo di un videogioco così fortemente ispirato ai fumetti. "Benché la mia esperienza nello sviluppo dei videogames, sia in parte maturata da un progetto 3D, devo dirlo onestamente: Non amo i giochi 3D!...beh...diciamo... non tutti ecco!", ci ha raccontato Karim.

"Sappiamo tutti che per realizzare un gioco 3D di alto livello ci vogliono capitali e mezzi enormi. Quindi, non c'è altro da aggiungere sulle motivazioni", continua Karim. "Non è stata impulsiva la mia scelta di lavorare con Sketch & Breakfast, ma il prodotto della ricerca di qualche anno nel pool dei disegnatori usciti delle scuole di comics. Era già un pò che mi balzava per la testa l'idea di un platform arcade 2D che facesse il verso ai giochi degli anni 90 ma che avesse molti elementi del cartone animato e del fumetto, ma soprattutto volevo che ci fossero i personaggi giusti. Ho visto Felinia, e ho capito che era un personaggio nato per diventare lo sprite di un videogioco. E questa mia sensazione non è stata vaga o frutto di una percezione momentanea alterata. Pochi giorni fa, infatti, abbiamo mostrato il videogioco ad alcuni appassionati provenienti da diverse città e qualcuno anche dall'estero, e nonostante l'effettiva constatazione dello stadio ancora primordiale del prodotto, ognuno di essi ha concordato sulla bellezza del personaggio e l'elevata qualità dello sprite. Mi sono focalizzato sullo sprite, tormentando, nei primi mesi Sketch & Breakfast sui dettagli del personaggio, perché volevo che fosse davvero uno sprite bello, fluido con cui il giocatore potesse identificarsi".

"Il Mondo di Felinia è scritto semplicemente in C++", ci spiega Karim, passando alla parte tecnica. "Il codice viene successivamente inghiottito da un mio wrapper Objective-C in XCode, che genererà i compilati per iOS, da un secondo mio wrapper in Java, per generare i compilati per Android, e infine ridigerito completamente da Visual Studio, per i compilati Windows PC e W-Phone, ma in una fase successiva rispetto alle prime due piattaforme mobili, poichè richiederà un maggiore adattamento, in quanto formati e risoluzioni per il PC Windows saranno diversi. Ed ecco perché le versioni per quest'ultimo usciranno a distanza di tempo, dopo il primo rilascio. Ci è balzata l'idea di utilizzare un motore molto potente come Unity, che ho avuto modo di testare e verificarne le incredibili prestazioni che derivano dall'ottimizzazione di codice realizzata da un team enorme. Ma come ho detto, il budget di questo gioco è molto basso, ci stiamo mettendo la passione e le mosche che abbiamo nel portafogli e una licenza di Unity costa oltre tremila euro. Per cui, ci siamo ripromessi di completare il videogioco con gli attuali mezzi a disposizione e in seguito, magari, avviare altri progetti con un motore più potente".

"La sfida principale del gioco è questa: far entrare il Mondo di Felinia in 64 megabytes di ram. Esatto.. ho scritto bene... non 512...non 256 ne 128, ma 64 megabytes. Perchè? Principalmente per non deludere i fan di Sketch & Breakfast, che secondo le statistiche che abbiamo raccolto, sono un notevole gruppo di utenti che dispongono di dispositivi mobili di fascia intermedia. Possibile? Si, molto difficile ma possibile. Ma il margine di scarto è davvero minimo, perché significa che una variabile in più è troppa, significa che duplicare una scena, quando si può ripetere la stessa solo cambiando gli elementi a un batter di "refresh", è uno sbaglio, significa che implementare una png a 24 bit, quando l'immagine utilizza solo 216 colori, è uno sbaglio, significa che un fondale di 1200 punti verticali in luogo di uno di 915 inganna l'occhio "fingendosi HD", è troppo. Ma alla fine, riuscirò a far entrare il gioco in quei cellulari e tablet da 100 euro, e far Felici un sacco di appassionati sostenitori di Sketch & Breakfast, e questo sarà il premio maggiore agli sforzi che dovrò affrontare".

Ma, concluso l'aspetto tecnico, vi lasciamo a Sketch & Breakfast, che ci spiegheranno il segreto del loro successo, trainato principalmente da Facebook.

 
^