Sale la febbre per i Mondiali di calcio: si inizia con Fifa

Sale la febbre per i Mondiali di calcio: si inizia con Fifa

Nella sede di Electronic Arts di Milano abbiamo provato per la prima volta Mondiali Fifa Brasile 2014. Non si tratta certo di un’evoluzione netta rispetto a Fifa 14 in termini di meccaniche di gioco, ma introduce diverse nuove modalità che potranno interessare i fan della serie. Purtroppo è un titolo rivolto solo a PS3 e Xbox 360, per cui abbiamo cercato di capire con Matt Prior, Lead Producer presente all’evento, come mai siano state escluse le altre piattaforme.

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
XboxElectronic ArtsMicrosoft
 

Presentazione: coinvolgimento prima di tutto

Come ovvio, un titolo dedicato a una manifestazione singola e – per quanto mondiale nel vero senso della parola – breve nel tempo, deve forzatamente puntare forte sulla riconoscibilità e sull’immersione nella manifestazione che celebra.

Ea, nel recente passato, ci ha abituato più che bene, realizzando titoli per Mondiali ed Europei eccellenti per quanto riguarda il ‘contorno’: loghi e grafiche ufficiali, colonne sonore ispirate e licenze, nomi di giocatori e kit originali per quasi tutte le Nazionali.

Il titolo dedicato a Brasile 2014 non sarà da meno, anzi: Ea ha promesso qualche novità gustosa.

Come al solito, i menu e le grafiche in-game saranno realizzate secondo lo stile ufficiale del Mondiale. La colonna sonora, poi, ci porterà di peso in Brasile: con pezzi allegri e colorati che avranno come unico scopo quello di farci sentire immersi nella grande kermesse iridata.

Tutte le partite – seguendo un po’ quanto offerto da Fifa 14 next-gen – avranno una presentazione ricca ed articolata: si partirà con una visione aerea dell’impianto in cui si svolgerà il match (prevedibilmente, tutto gli stadi del Mondiale sono stati riprodotti in modo eccellente), poi scenderemo sul campo per seguire l’ingresso dei 22 calciatori sul terreno di gioco (saranno nuovamente rappresentati con precisione anche i vari Ct). Verranno suonati gli inni nazionali (che si potranno ascoltare ogni volta che si desidera anche dal menu di selezione squadra) e avremo dei collegamenti dalle piazze delle Nazioni in gioco (sono stati scelti luoghi particolarmente iconici, dove vedremo i tifosi delle varie Nazionali assiepati davanti ai classici maxi-schermi). Tutto lo stadio, poi, durante la partita, sarà vivo e partecipe, con tutti gli eccessi tipici di un Mondiale.

Per quanto riguarda le licenze di giocatori e maglie, Ea ha garantito di avere ufficialità totale per tutte le squadre presenti al Mondiale. Per chi è rimasto fuori abbiamo una situazione abbastanza confortante per quanto riguarda i kit e praticamente perfetta dal punto di vista dei nomi dei calciatori. Interessanti anche i filmati dedicati alla cerimonia inaugurale del Mondiale (dove spunterà anche Blatter), così come le scrupolose introduzioni per ogni città o stadio dove si giocherà il torneo.

Mondiali 2014 è pieno di cut-scene ed elementi di contorno che svolgono alla grandissima il loro compito: far immergere il giocatore nell’atmosfera unica del Mondiale, così diversa e molto più goliardica rispetto a quella del ‘solito’ calcio professionistico.

In questo senso, si può dire che la missione di Ea è ampiamente risuscita anche se, dopo essere stati abituati allo splendore della next-gen, non possiamo evitare un po’ di scoramento di fronte ai modelli offerti da PS3/Xbox 360.

 
^