Recensione Thief: rubare per una buona causa

Recensione Thief: rubare per una buona causa

Ecco il nostro parere sull'atteso gioco di Eidos Montreal, che abbiamo provato sia su PC che su PS4. L'ottima grafica e la sontuosa ricostruzione dello scenario medievale sono solamente alcuni degli aspetti più apprezzabili del nuovo Thief.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Concentrati o no?

Thief ha una parte ruolistica solamente accennata. Nonostante la massiccia presenza di missioni facoltative, infatti, Garrett non acquisisce abilità avanzate, al di là di quelle della modalità Concentrazione, la quale comunqe non è richiesta per procedere nell'avventura, come abbiamo visto. Consegnando delle monete alla Regina dei Mendicanti, un'altra figura iconica che aleggia sulla Città, o semplicemente andando avanti nella missione principale, Garrett otterrà dei Punti Concentrazione, che potrà spendere su diverse abilità facenti parte di questa modalità.

Ad esempio potrà diventare più preciso negli scassi o più resistente o, ancora, vedere più indizi all'interno degli edifici da derubare. In quest'ultimo caso, le impronte lasciate dai proprietari sui mobili che si trovano vicini agli oggetti preziosi risulteranno evidenziate.

Il giocatore può anche recarsi da negozianti clandestini che si trovano per le vie della Città per acquistare altri tipi di oggetti o di potenziamenti, spendendo il denaro che ha raccolto penetrando nelle abitazioni della gente. Questi negozianti hanno oggetti speciali, strumenti e potenziamenti, che migliorano ulteriormente le abilità di Garrett. Se le abilità, però, non sono fondamentali per procedere nell'avventura, gli oggetti speciali diventano cruciali per accedere ad alcuni collezionabili e per ottenere delle possibilità di intervento alternative nelle situazioni più delicate.

Pinza tagliafili, chiave inglese e rasoio possono, infatti, consentire di sbloccare dei macchinari, di raccogliere degli oggetti bloccati da viti o di aprire delle grate e di ritagliare delle tele più o meno preziose dalle cornici su cui sono riposte. Insomma, una delle prime cose che il giocatore dovrebbe fare è rintracciare il venditore che offre questi utensili, perché sono a dir poco determinanti.

Come da tradizione per la serie, Garrett ha poi a disposizione una serie di strumenti che gli consentono di interagire con gli scenari e con le guardie. Il suo artiglio hi-tech, ad esempio, gli permette di raggiungere le superfici poste più in alto, le quali gli saranno di grande aiuto per fuggire dalle attenzioni delle guardie e per spostarsi lungo la città senza essere visto. Abbiamo poi tutta la serie di frecce. Le frecce spuntate costano poco e sono utili per distrarre le guardie o per attivare interruttori dalla distanza. D'altra parte, non riescono a sfondare gli elmi delle guardie, visto che per quello servono le frecce blindate. Le frecce di corda, una volta che sono state ancorate a punti ben prefissati, permettono invece di creare nuove opportunità di arrampicata e di raggiungere quindi superfici distanti.

Abbiamo poi le frecce d'acqua per spegnere le fonti di calore in modo da agire all'oscurità, e di fuoco, che utilizzate sulle chiazze di liquidi infiammabili producono devastanti incendi. Ci sono poi le frecce asfissianti e le bombe abbaglianti, ma Garrett può recuperare anche i papaveri per rimpinguare la barra che regola Concentrazione. Quest'ultima, infatti, non può essere usata liberamente, ma per intervalli di tempo limitati proprio da questa barra.

Ma tutte queste frecce sarebbero inefficaci senza un buon arco. E per questo Garrett non si separa mai da questo arnese, che gli permette di realizzare qualsiasi tipo di movimento furtivo. Il manganello, infine, torna ad essere l'oggetto più utile all'interno delle meccaniche stealth, visto che Garrett può utilizzarlo per mettere fuori combattimento le guardie. Stordire invece che uccidere, infatti, è fondamentale per lui, se vuole mantenere la sua etica da ladro non letale.

In certi ambienti il giocatore è chiamato a sbloccare grossi meccanismi o ad aprire delle casseforti rinvenendo la giusta combinazione. Questi enigmi sono particolarmente complessi e se, si gioca senza aiuti, spingono il giocatore al ragionamento, visto che spesso è chiamato a incastrare vari ingranaggi nell'ordine giusto. Sono solamente uno dei tipi di sfida che il giocatore incrontra durante l'esperienza a Thief, che oltretutto lo costringe a salvare continuamente e a ricaricare altrettanto frequentemente. Il salvataggio è libero, e il giocatore può salvare quando vuole, ma ci sono ugualmente dei checkpoint, che aiutano a fissare dei paletti e delle ripartenze dalle quali riprendere a giocare in caso di morte.

Alla fine di ogni missione, inoltre, il gioco offre un riassunto di quanto fatto evidenziando il livello di completamento di quella parte di gioco. Mostra quanti oggetti sono stati recuperati rispetto al totale disponibile e assegna al giocatore un profilo in funzione del suo operato. Si può essere, quindi, predatori, fantasmi o opportunisti. Se si rientra nella prima categoria allora vorrà dire che si è propensi ad attaccare le guardie e a stordirle, mentre gli opportunisti sono coloro che evitano qualsiasi tipo di contatto ravvicinato. Fantasma è l'approccio intermedio fra i due. Questa struttura garantisce la rigiocabilità di Thief, spingendo i giocatori a tornare sui loro passi per migliorare il punteggio acquisito.

Ma oltre alla campagna principale c'è anche la Modalità Sfida, che ricorda i Contratti di Hitman Absolution. I giocatori possono realizzare le loro prestazioni e poi confrontarle con quelle degli amici nelle classifiche online. Questa prima versione di Thief offre tre scenari di gioco per Sfida e tre modalità giocabili in ciascuno di questi scenari. Sfida a catena prevede di raccogliere il bottino il più velocemente possibile per mantenere attiva la catena. I giocatori devono rubare un oggetto dopo l'altro e farlo rapidamente: se passa troppo tempo tra il rinvenimento di un oggetto e il successivo la sfida termina e non si ha più la possibilità di migliorare il punteggio. Caccia al bottino speciale, invece, porta il giocatore a rinvenire un bottino di maggior valore, mentre Sfida a catena limitata è simile alla prima modalità, ma con tempo maggiormente contingentato.

 
^