Outlast: un horror che più survival non si può

Outlast: un horror che più survival non si può

Il Playstation Network mette a disposizione degli utenti una piccola chicca che Red Barrels aveva già offerto ai PC gamers. Se state cercando un vero survival horror vi trovate sulla pagina giusta.

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
PlaystationSony
 

Introduzione

Quando Miles Upshur, giornalista freelance sempre a caccia di uno scoop, riceve una ‘soffiata’ da parte di un tecnico informatico, la sua attenzione viene subito catturata. Il programmatore, nell’anonima missiva, rivela infatti di aver lavorato per un breve periodo nella clinica psichiatrica di Mount Massive, sui monti del Colorado. Nella clinica – gestita dalla multinazionale Murkoff, che Upshur già conosce per via di numerose attività al limite della legalità -, stando al misterioso informatore, i pazienti vengono trattati in modo disumano e lo staff si sta dedicando ad esperimenti quantomeno eticamente discutibili.

Upshur, ben deciso a non farsi sfuggire l’opportunità di portare alla luce uno scandalo di proporzioni enormi, decide di recarsi presso la clinica. Il giornalista raggiunge la Mount Massive al calare della sera e immediatamente intuisce che qualcosa, nella casa di cura, non sta andando per il verso giusto.

Tanto per cominciare, il posto di guardia ai cancelli è completamente deserto. In più, davanti all’ingresso principale della villa ottocentesca, stazionano tre imponenti camionette militari, decisamente fuori luogo nei pressi di una casa di cura. Upshur, comunque, non demorde e sfruttando dei ponteggi e una finestra lasciata aperta, entra nella villa. E sprofonda nell’incubo.

Risulterà presto evidente che, all’interno della Mount Massive, la situazione è completamente sfuggita di mano. Tutto lascia intuire che sia avvenuta una sanguinosa rivolta, a seguito della quale il personale di controllo è stato eliminato con la violenza, lasciando campo libero ai pazienti più violenti e coriacei.

Man mano che Upshur si addentrerà nella clinica – inizialmente con l’intento di capire quanto accaduto, successivamente costretto dalle circostanze -, però, risulterà evidente che tra le mura della casa di cura siano avvenute (e stiano avvenendo!) vicende aberranti. In un crescendo di orrore, infatti, scopriremo presto come la Murkoff fosse al lavoro su esperimenti al limite tra lo scientifico e l’occulto. Il tutto, evidentemente, è sfuggito al controllo degli scienziati coinvolti e la multinazionale ha provato a fare ‘piazza pulita’ all’interno della Mount Massive, inviando le proprie milizie private. Sarà solo questione di minuti, però, prima che il terrorizzato Upshur si renda conto di quanto i militari della Murkoff abbiano clamorosamente fallito.

Molto presto, insomma, l’urgenza dell’inchiesta del protagonista di Outlast, si sostituirà con il molto più pressante bisogno di salvarsi la vita e fuggire. E non sarà un’impresa semplice.

 
^