2014, i videogiochi più attesi dell'anno

2014, i videogiochi più attesi dell'anno

Come ogni anno, passiamo in rassegna quella che sarà l'offerta videoludica dell'anno entrante. Nel mondo del gaming, bisognerà vedere come Microsoft e Sony riusciranno a sfruttare la base installata iniziale delle nuove console, offrendo agli utenti dei titoli finalmente in grado di sfruttarne l'hardware. Il nuovo Uncharted e Halo 5, in tal senso, sembrano i titoli più interessanti. Ma anche il mondo PC è in forma, tra Steam Machine e diversi giochi ottimizzati sull'hardware più recente, come The Witcher 3 Wild Hunt.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
SonyMicrosoftSteamThe Witcher
 

Introduzione

Il 2014 sarà un anno molto complesso per il mondo videoludico, con svariati trending topic e tantissimi spunti da analizzare. Il tutto si può riassumere in tre filoni principali di argomenti: console di nuova generazione, Steam Machine e mobile, social e casual gaming. Se negli anni passati le console sono state il punto di riferimento indiscusso per gli sviluppatori più importanti di videogiochi, a partire dal 2014 le cose potrebbero cambiare, perché questa leadership potrebbe venire erosa.

Se nel mondo PC la frammentazione fra tantissime categorie di hardware ha reso la vita molto complicata, se non impossibile, anche agli sviluppatori più affermati e con maggiore esperienza, le Steam Machine possono finalmente offrire un panorama più chiaro e finalmente di facile interpretazione. Avere uno standard di riferimento, dettato da uno dei protagonisti di maggiore esperienza nel mondo gaming come Valve, può rilanciare il mondo del PC gaming, o del gaming tradizionale se vogliamo usare questa definizione, visto che queste macchine, come ben sappiamo, sono basate su sistema operativo derivante da Linux.

E anche la lista dei titoli più attesi è diversa rispetto a quella degli anni passati, con tanti giochi per PC, che con ogni probabilità saranno compatibili anche con il sistema operativo SteamOS delle Steam Machine. Certo, si tratta di un mondo che deve ancora fare molta strada per riconquistare i gradi di un tempo, e che in questa fase è fortemente sostenuto dal crowd funding. I finanziamenti tramite Kickstarter puntano a riportare in auge alcuni tra gli autori di videogiochi più famosi di sempre, come Chris Roberts, Peter Molyneux e Chris Avellone, tanto per citarne tre, mentre in certi casi si può parlare di veri e propri record.

Roberts, ad esempio, ha sfondato il tetto dei 35 milioni di dollari di finanziamento dal pubblico con il suo Star Citizen, ovvero il seguito "spirituale" di Freelancer, che darà nuova linfa vitale al genere dei simulatori spaziali. Un traguardo di finanziamento inatteso per Cloud Imperium Games Corporation e Roberts Space Industries, che permetterà di offrire ai giocatori ben più di quanto previsto dal piano iniziale per questo videogioco, che andremo ad analizzare, insieme a molti altri, nelle prossime pagine.

Quanto a Xbox One e PlayStation 4, dopo tanto parlare nella seconda parte dell'anno che è appena andato, per il 2014 le cose si faranno molto difficili. Principalmente perché Steam Machine e mobile gaming hanno delle carte da giocare molto valide, con la possibilità di colmare il margine che in questi anni si è creato tra console gaming e il resto del mondo del gaming, andando proprio a erodere quelle che sono le fondamenta del successo del mondo delle console. E mi riferisco principalmente al supporto degli sviluppatori di videogiochi, ovvero l'arma più potente di Microsoft, Sony e Nintendo negli ultimi anni. Come abbiamo visto, anche grazie al supporto del pubblico, nel 2014, infatti, torneranno sulla cresta dell'onda tanti progettisti che, chi più chi meno, sono rimasti fedeli alla piattaforma PC, e che torneranno con videogiochi molto simili a quelli che ne hanno decretato il successo negli anni passati.

D'altronde, siamo in attesa di vedere come gli sviluppatori di videogiochi riusciranno a sfruttare al meglio l'hardware delle nuove console, che rimane estremamente competitivo in termini di rapporto prezzo/prestazioni. Giochi come il nuovo Uncharted e Halo 5 rischiano di diventare irraggiungibili per gli sviluppatori indipendenti in termini di supporto cinematografico, visto che titoli come questi richiedono sessioni di performance capture molto costose, con una parte consistente della produzione che viene realizzata così come si produce un film ad alto budget.

Ma se c'è un settore che attira investimenti sempre più cospicui, e che in questo momento sembra in inarrestabile ascesa anche dal punto di vista del fatturato, è quello che prima abbiamo definito mobile, social e casual gaming. Dal mio punto di vista si tratta di un fenomeno che non può essere trascurato da un sito di gaming moderno, perché questi giochi sono sempre più facili da produrre, mentre il modello di pagamento del free to play sembra ormai quello preferito dalla maggior parte del pubblico. Sono giochi che attirano inevitabilmente nuove fasce di utenza, che continuano a rimanere indifferenti al gaming tradizionale.

Come ogni anno, dedichiamo una pagina per ciascuno dei titoli il cui rilascio è per il momento previsto nel corso del nuovo anno, rimandando ovviamente agli articoli dedicati per maggiore approfondimento.

 
^