2014, i videogiochi più attesi dell'anno

2014, i videogiochi più attesi dell'anno

Come ogni anno, passiamo in rassegna quella che sarà l'offerta videoludica dell'anno entrante. Nel mondo del gaming, bisognerà vedere come Microsoft e Sony riusciranno a sfruttare la base installata iniziale delle nuove console, offrendo agli utenti dei titoli finalmente in grado di sfruttarne l'hardware. Il nuovo Uncharted e Halo 5, in tal senso, sembrano i titoli più interessanti. Ma anche il mondo PC è in forma, tra Steam Machine e diversi giochi ottimizzati sull'hardware più recente, come The Witcher 3 Wild Hunt.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
SonyMicrosoftSteamThe Witcher
 

Shroud of the Avatar: Forsaken Virtues

Produttore: Portalarium
Sviluppatore: Interno
Piattaforme: PC, Mac, Linux
Rilascio: ottobre 2014

Finanziato tramite Kickstarter, il nuovo progetto di Richard Garriott intende catturare nuovamente il fascino dei primi capitoli di Ultima reinventando il genere fantasy Rpg, mischiando elementi da gioco single player a elementi da MMORPG.

In Shroud of the Avatar: Forsaken Virtues, c’è una storia omnicomprensiva che viene a intrecciarsi con l’esperienza del giocatore, e i giocatori possono scegliere di seguire la vita di un avventuriero o, se preferiscono, concentrarsi invece su esplorazioni e scoperte. I giocatori possono anche optare per la vita di un colono al sicuro nelle terre colonizzate oppure nella pericolosa, ma potenzialmente redditizia, frontiera. A partire dai profili psicologici familiari utilizzati per creare il proprio personaggio fino ad arrivare alle scelte di comportamento del giocatore, le virtù fondamentali e le conseguenze delle azioni giocano un ruolo enorme in Shroud of the Avatar.

Shroud of the Avatar sarà un prodotto per PC disponibile tramite download digitale con contenuto a episodi scaricabile in un secondo tempo. Il gioco è realizzato per essere sperimentato come solo experience ma conterrà anche un mondo persistente dove sarà possibile incontrare e condividere le esperienze con sia con nuovi che vecchi amici.

Portalarium parla di mondo virtuale completamente interattivo e di grande spessore anche dal punto di vista della scrittura. Nei testi, i giocatori troveranno, infatti, parabole etiche, storie culturali e una lingua alternativa completamente strutturata. Verranno resi disponibili anche degli oggetti fisici a tema del nuovo Rpg, come mappe in tessuto, manuali in stile medievale e ciondoli.

Il giocatore, inoltre, non sarà limitato alla classe che sceglierà all'inizio della sua avventura, ma potrà modellare il personaggio come meglio crede man mano che procede nel mondo di gioco. Sarà poi possibile acquistare una casa, che verrà condivisa nel mondo persistente, e questo conferirà un valore immobiliare alle case in funzione della loro posizione nel mondo. Ad esempio, gli alloggi a basso costo si troveranno nei Villaggi, mentre i Comuni offrono maggiore protezione e più confort rispetto ai primi, ed è per questo che un'abitazione in uno di essi costerà di più. Nei Comuni i terreni saranno, inoltre, più grandi e questo consentirà di costruire abitazioni più grandi. Infine, ci saranno le Città, con servizi ancora più stratificati e diverse opportunità di spesa per i giocatori.

Shroud of the Avatar prevederà anche un sistema di crafting, attraverso il quale i giocatori potranno costruire oggetti utili per i combattimenti, con un preciso valore, e oggetti che potranno servire per migliorare le abitazioni e abbellirle. Portalarium parla anche di un PvP pensato per minimizzare il griefing, con un sistema che intende attirare i giocatori nella sfida e li intrighi all'interno dell'esperienza PvP. Nel mondo di gioco ci saranno anche le cosiddette 'scene', sempre disponibili per essere rigiocate e affrontabili con altri giocatori.

 
^