Il creatore di Mega Man ci parla del suo nuovo gioco

Il creatore di Mega Man ci parla del suo nuovo gioco

Keiji Inafune è uno dei game designer di maggior blasone di tutta la storia dei videogiochi, essendo stato alla base di titoli come Mega Man, Onimusha e Dead Rising. In occasione dell'evento di presentazione di Yaiba Ninja Gaiden Z, il suo nuovo gioco, abbiamo avuto modo di intervistarlo.

di Dorin Gega, Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Ballo del razzo

Yaiba è un gioco che piacerà molto agli amanti dell'arte orientale e da chi è disposto a farsi trascinare dalla follia e dall'imprevedibilità delle opere nate nella terra del Sol Levante. Yaiba è ovviamente il protagonista indiscusso di questa produzione, ma co-protagonisti sono anche gli zombi e una misteriosa Miss Monday. Scopriremo però il suo ruolo solo andando avanti nella campagna di Ninja Gaiden Z.

Una componente molto importante per ogni Ninja Gaiden riguarda il livello di difficoltà, visto che i fan della serie si aspettano di incontrare delle importanti difficoltà. Yaiba è molto veloce e le combo sembrano difficili da realizzare. Magari ci sarà qualche semplificazione rispetto al passato, e qualche aiuto in più a guidare i giocatori meno smaliziati, ma ai livelli di difficoltà più alti Yaiba sembra poter offrire un tipo di sfida non indifferente. A facile, invece, tutto si fa più rilassato, ed essere in ritardo di qualche millesimo di secondo non sarà più punito in maniera netta.

Ma non è tanto la difficoltà in sé a cambiare rispetto al passato, quanto il tipo di precisione che si ha nei combattimenti. Mentre nella tradizione Ninja Gaiden ci si concentra su pochi avversari e quindi il tipo di interazione è molto più "tecnico", in Yaiba avremo a che fare con tantissimi zombi contemporaneamente presenti su schermo. Insomma, tutto sarà più adrenalinico e, appunto, "tamarro", mentre l'obiettivo dello sviluppatore non sembra essere tanto quello di offrire un tipo di combattimento preciso come da tradizione della serie, quanto quello di mettere nelle mani dei giocatori un qualcosa di immediato e incredibilmente veloce, sostenuto da un frame rate a 60fps.

Una delle caratteristiche su cui Spark Unlimited e gli altri team si concentrano fortemente riguarda, poi, la possibilità di utilizzare gli zombi come armi: si possono afferrare e scagliare su altri zombi, ma non manca la possibilità di raccogliere i loro arti, combinarli tra di loro e creare una potente arma.

Ma, attenzione, perché il trittico di team di sviluppo ha pensato anche ai fan di vecchia data di Ninja Gaiden, visto che la modalità Ninja Gaiden Z presente all'interno del gioco è pensata appositamente per loro. Offrirà un livello di difficoltà maggiore e sarà un omaggio ai fan della serie anche perché ricorderà i primi capitoli nella grafica e, tra le altre cose, per il fatto che la telecamera seguirà il protagonista dalla prospettiva laterale.

3 DLC, inoltre, sono già stati previsti, mentre altri saranno annunciati prossimamente insieme a diversi kit di potenziamento e di personalizzazione per Yaiba. Possiamo aspettarci le trasformazioni più impensabili per il protagonista di cui abbiamo già "decantato" le lodi, anche perché potrà essere trasformato anche nello stesso Mighty con un apposito set di costumi.

 
^