Assassin's Creed IV: su PC grafica migliore rispetto a PS4 e Xbox One

Assassin's Creed IV: su PC grafica migliore rispetto a PS4 e Xbox One

Andiamo alla ricerca delle feature grafiche che rendono la versione PC di Assassin's Creed IV Black Flag ancora superiore rispetto alle controparti next-gen. All'interno trovate anche il videoarticolo, che serve per valutare le meccaniche di spostamento, mentre la gallery di screenshot dà un'idea della massima qualità visiva del gioco.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxAssassin's CreedMicrosoft
 

APEX Turbulence e Texture 4K

APEX Turbulence è un nuovo sistema proprietario di Nvidia per la simulazione fisica accelerata dalla GPU. La tecnica permette alle particelle di fumo in sprite di avere un comportamento realistico e dinamico all'interno del mondo di gioco. Le particelle, grazie a questo sistema integrato in PhysX, risultano influenzate dalla forza di gravità, dal vento, dai movimenti dei personaggi, e dalle esplosioni. Inoltre, queste particelle in sprite hanno l'abilità di proiettare delle ombre sullo scenario e su altre particelle.

Possono anche proiettare ombre di tipo soft sull'ambiente utilizzando la tecnica Particle Shadow Mapping (PSM). Quando le ombre vengono proiettate sulle altre particelle, inoltre, queste ultime acquisiscono un aspetto denso e consistente, mentre, senza PSM, sarebbero piatte e irrealistiche.

Assassin's Creed IV Black Flag è poi il primo gioco in assoluto a offrire le Texture in risoluzione 4K, il che consente di avere un livello di dettaglio per le superfici senza precedenti nel mondo PC. Questo vale anche se si gioca Black Flag con una portentosa configurazione Surround con tre monitor, ottenendo così la risoluzione dell'immagine complessiva di 11520x2160 pixel. Naturalmente, per avere le Texture 4K e la risoluzione complessiva dell'immagine 4K bisogna disporre di una configurazione hardware particolarmente competitiva, dal valore di svariate migliaia di euro.

Dell'HBAO+, invece, abbiamo già parlato in articoli pubblicati in precedenza dedicati ad altri giochi. Il primo obiettivo con HBAO+ è quello di rendere l'algoritmo abbastanza veloce da renderizzare l'occlusione ambientale in piena risoluzione a 1920x1200 con le GPU più potenti (da GeForce GTX 660 in poi). HBAO+ poi offre un'ottimizzazione su quali campioni vengono scelti dal depth buffer. Inoltre, consegna delle immagini più rifinite e gradevoli alla vista nel caso l'effetto sia applicato su oggetti sottili come erba, foglie e vetro, per i quali la precedente applicazione dell'occlusione ambientale era più problematica. HBAO+ non solo migliora la qualità delle immagini, dunque, ma garantisce anche prestazioni velocistiche superiori.

HBAO+

HBAO+

HBAO+ richiede alla GPU, nel caso di GeForce GTX 680, 2,7ms quando viene renderizzato a 1920x1200, mentre il vecchio HBAO richiede alla stessa GPU 9,2ms. Queste tempistiche tengono conto di tutti i passaggi necessari per renderizzare completamente l'effetto di occlusione ambientale.

Come altri giochi recentemente rilasciati, poi, Assassin's Creed IV offre il filtro di anti-aliasing temporale TXAA. Questo filtro mantiene l'effetto di smussamento dei bordi anche nel caso di movimenti estremamente repentini. L'immagine risulta più spettacolare, gli spostamenti più fluidi e più "morbidi", con maggiore effetto di blurring. Insomma, tutto è più coinvolgente e ancora più sontuoso allo sguardo. Altri dettagli su questa tecnica si trovano qui.

 
^