Sentirsi dei minuscoli piloti nella vastità dell'infinito con X Rebirth

Sentirsi dei minuscoli piloti nella vastità dell'infinito con X Rebirth

La rinascita della serie X era attesa da tempo. L'ultimo capitolo di questa saga iniziata nel 1999 e da sempre ancorata saldamente al mondo Pc risale al 2011: l'espansione Albion Prelude che doveva servire proprio a creare un ponte narrativo tra X3 e questo nuovo “Rebirth”.

di Jonathan Russo pubblicato il nel canale Videogames
 

Conclusioni

Ritengo che la recensione di un videogioco debba avere due scopi. Il primo, evidente, è analizzare il prodotto in cerca di pregi e difetti. Il secondo, meno ovvio ma ugualmente importante, è cercare di stabilire a quale tipo di giocatore possa essere adatto il titolo recensito tenendo conto di tutte le sue caratteristiche. Un gioco di ruolo con una grafica terribile può essere comunque molto amato dai fan del genere se ha una sufficiente profondità.

Nel caso di Rebirth, il problema è proprio qui: a chi consigliarlo? Per i fan di X3, come le ultime settimane hanno dimostrato, probabilmente non è adatto. Non perché stravolga del tutto i dettami del suo predecessore, ma semplicemente perché sembra che Egosoft abbia volutamente cercato di fare un gioco diverso, non un “more of the same” di quanto già visto in passato.

Per chi è digiuno della serie e vuole un titolo ad ambientazione spaziale, Rebirth potrebbe essere una scelta da considerare, ma c'è un problema: proprio come il suo predecessore, è un gioco ostico, con un tutorial poco chiaro, comandi da imparare con attenzione, e spesso richiede di sbattere la testa contro il monitor o cercare su internet la soluzione ad alcuni problemi (come metto una nave nella mia squadra? Come uso un modulo minerario per minare asteroidi? Perchè gli npc non rispondo alle mie richieste? Come si usano i droni?).

Se si è disposti a imparare e si parte senza preconcetti, ritengo che Rebirth con il suo vastissimo universo e la sua grafica spettacolare possa dare ampie soddisfazioni. Tenendo infine presente che il gioco alla sua release è afflitto da numerosi bug, come di consueto per i titoli Egosoft, e che comunque gli sviluppatori stanno rilasciando patch a ritmo quasi giornaliero per risolverli.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Slater9127 Novembre 2013, 18:51 #1
Bella recensione, complimenti! Il livello di HWUpgrade si alza un po', rispetto alla media degli ultimi tempi (e tocca dire "purtroppo".
Se penso che a me non erano piaciuti nemmeno un po' neppure i cambiamenti in Terran Conflict rispetto a X3, credo mi terrò ben alla larga da Rebirth. Peccato.
Raghnar-The coWolf-27 Novembre 2013, 22:14 #2
Bella recensione sì.
Anch'io odio quando si parla di interfacce etc... perché il 90% delle volte è solo un "ahhh i bei vecchi tempi", che se avessimo seguito saremmo ancora alla lista delle macro su foglio di carta.

Questa rece mi ha fatto scendere un bel po' l'hype, assurdo che in un titolo X si impongano delle limitazioni come l'obbligo di cercare in continuazione sulla terraferma o una sola astronave

Capisco svecchiare il titolo e dare un twist, ma così si snatura il più bel simulativo spaziale di sempre!
pazzy8328 Novembre 2013, 10:01 #3
Io l'ho acquistato al day-one.

Purtroppo, da amante della serie (dai tempi di X2) devo confermare quanto scritto nella review.
La possibilità di usare una sola nave (una grandissima limitazione), la mappa in gioco semi-incomprensibile, l'impossibilità di utilizzare la visuale esterna (solo visuale dall'abitacolo), la necessità di scendere dalla nave e girovagare nelle stazioni per trovare personale (una cosa tediosissima) e qualche bug nella trama principale e nei comandi dati alle navi possedute hanno fatto si che interrompessi il gioco in attesa di tempi migliori e più maturi... Magari tra un mesetto, dopo l'uscita di varie patch correttive (ad oggi stiamo a 6-7 patch, se non sbaglio)... Per ora ho perso la speranza e sono tornato a giocare a X2 sul portatile.
Lagash30 Novembre 2013, 13:29 #4
Mi trovo in disaccordo con questa recensione.
Decisamente non merita 4.5/5 di grafica, non dopo aver incontrato le prime "star grandmas" (le skin più frequenti, una settantenne con la voce da ventenne).

I cali di prestazioni nello spazio ci sono eccome, appena le zone diventano un po' affollate; mentre sulle stazioni sono una costante (tant'è che il minigame dei dialoghi per me è come tirare i dadi, clicco al momento giusto ma nella stessa discussione è capitato anche di fare 5/5 alla prima risposta e 0/5 alla seconda), e ogni tanto il personaggio "cade" attraverso pavimenti non caricati... rassegnatevi ad una grafica negli "interni" oggettivamente peggiore, e non poco, del primo Mass Effect (che di suo ha già 6 anni ma in confronto è un gioiellino); che viaggia, se va bene, a 20 FPS sui pc che di anni non ne hanno 1... anche riducendo i settaggi grafici.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^