Assetto Corsa rilasciato su Steam Early Access: prime impressioni di guida e video

Assetto Corsa rilasciato su Steam Early Access: prime impressioni di guida e video

Abbiamo provato in via preliminare il nuovo titolo di Kunos Simulazioni, che è adesso disponibile su Steam Accesso Anticipato. Le prime impressioni si suddividono in tre emozioni diverse, in ordine cronologico nelle varie fasi della prova: delusione, interesse, esaltazione.

di Nino Grasso pubblicato il nel canale Videogames
SteamKunos Simulazioni
 

Introduzione, Dall'Italia con furore

Dopo mesi di attesa Assetto Corsa ha fatto finalmente la sua prima apparizione su Steam Early Access, servizio che permette ai vari sviluppatori di rilasciare agli appassionati una versione preliminare dei loro titoli e svilupparla ulteriormente sulla base dei feedback ottenuti dalla stessa utenza. In altre parole una fase di beta allargata agli utenti, che possono di fatto valutare anche il lavoro svolto sino a quel momento. Il costo di Assetto Corsa in questa fase è di 34,99€, che aumenterà del 22% una volta che sarà rilasciato nella versione finale e completa.

Al momento attuale, Assetto Corsa permette di saggiare quasi esclusivamente il comportamento su strada di 8 vetture di altrettante categorie differenti all'interno di cinque circuiti di diversa tipologia fra di loro. Fra le auto a disposizione nella Early Access avremo le seguenti:

  • Abarth 500 EsseEsse
  • BMW M3 E30
  • BMW M3 E92
  • BMW M3 GT2
  • BMW Z4 E89
  • Ferrari 458 Italia
  • KTM X-Bow R
  • Lotus Type 49
  • Lotus Elise SC
  • Lotus Exige Scura
  • Formula Abarth

Queste auto possono essere guidate all'interno delle modalità Pratica, Hotlap e Time Attack e in alcuni Eventi Speciali (sempre in gioco singolo). Un po' poco anche per una beta, come fatto notare da molti utenti: tuttavia, a 34,99€, oltre all'Early Access si ottiene una copia del gioco completo quando verrà rilasciato.

Assetto Corsa va ad inserirsi in una nicchia di mercato sempre più popolata con soluzioni al tempo stesso simili ed estremamente diverse fra di loro. Il diretto concorrente della nuova produzione di Kunos Simulazioni è indubbiamente Project C.A.R.S., progetto in crowd-funding con finalità particolarmente simili a quelle di Assetto Corsa, ma con una disponibilità di fondi estremamente superiore a quella degli sviluppatori italiani. C.A.R.S. parte tuttavia da una base già esistente, quella di Shift e Shift 2 Unleashed. che mal si sposa con le finalità principalmente simulative come quelle del concorrente di Kunos Simulazioni, già consolidato nel settore con netKar Pro.

Lo stesso genere vede la presenza di rFactor 2, forse il titolo che più si avvicina ad Assetto Corsa dal punto di vista della struttura simulativa e delle feature, prima fra tutte la possibilità di accedere alla folta community per la produzione di contenuti aggiuntivi tramite l'installazione di mod. Sull'olimpo della simulazione troviamo inoltre iRacing, titolo che ha una connotazione del tutto diversa rispetto agli altri sinora affrontati, ma che richiede un quantitativo di tempo - e di soldi - enormemente maggiore rispetto alle altre proposte.

In un settore del tutto parallelo ma al tempo stesso parecchio differente, troviamo quelle che saranno le proposte probabilmente più gradite dalle masse e che riscuoteranno un successo commerciale sensibilmente superiore: Gran Turismo 6 e Forza 5. Si tratta di due titoli che visivamente danno una percezione di realismo probabilmente anche superiore rispetto ai simulatori puri che abbiamo considerato finora, ma che non riescono ad offrire le stesse sensazioni alla guida, principalmente per un sistema fisico sempre molto simile spalmato su un numero di vetture ampiamente superiore.

Una simulazione, per essere tale, non deve basarsi esclusivamente sull'analisi dei freddi numeri (caratteristica in cui ad esempio eccellono Forza 4 e 5), ma deve prestare un occhio di riguardo soprattutto alle sensazioni che si hanno al volante di diverse tipologie di vetture sulla base del più variegato comportamento su pista possibile. Nei titoli presenti su console le differenze fra veicoli si basano tutte su una serie limitata di caratteristiche che conferiscono poi un univoco feeling di guida, come il tipo di trazione utilizzata, la potenza e i dati di accelerazione e handling. Il grosso limite di questo approccio si mostra palese nel fatto che ogni macchina è caratterizzata da uno stile di guida esattamente identico a quello di ogni altra vettura dotata dello stesso tipo di trazione, più o meno estremizzato in base ai dati di targa rilasciati dai produttori.

Sembra quindi logico pensare che le simulazioni più estreme siano anche quelle dotate del minor numero di auto possibile, elemento che non è compatibile con l'approccio tipico dei titoli per console. Fra i migliori simulatori di sempre annoveriamo ad esempio Grand Prix Legends, che di certo non spiccava per numero di tipologie di vetture differenti.

Kunos Simulazioni ha sin da subito esternato quali fossero i piani per Assetto Corsa: un gioco che vuole prendere il meglio fra tutti i giochi di cui abbiamo parlato sino ad ora ed inserirli in un unico software. Si tratta di un lavoro di enormi dimensioni e portata, soprattutto considerato il piccolo team di sviluppo che ne sta alla base.

 
^