Battlefield 4: grafica e multiplayer hardcore ai vertici

Battlefield 4: grafica e multiplayer hardcore ai vertici

Con l'aiuto dell'hardcore gamer Gioacchino, membro del clan Regia Armata, abbiamo sviscerato Battlefield 4, sia per quanto concerne il nuovo motore grafico che per gli equilibri di gioco della parte multiplayer che, come sempre quando si parla di Battlefield, è quella cruciale. Trovate anche il videoarticolo, costruito su immagini catturate dalla versione PC, e una gallery di screenshot, prelevati sempre dalla versione PC con dettaglio grafico impostato sui massimi livelli qualitativi.

di Rosario Grasso, Gioacchino Visciola pubblicato il nel canale Videogames
Battlefield
 

Le mappe

Grossa parte del valore aggiunto di Battlefield 4, rispetto al precedente capitolo della serie, risiede nelle mappe. Passiamo in rassegna le 10 nuove mappe introdotte da DICE, cercando di dispensare qua e là qualche utile consiglio. Le mappe di Battlefield 4 spingono i giocatori in una varietà di situazioni differenti: si va dai combattimenti in spazi ravvicinati agli scenari urbani, fino a scenari molto grandi che permettono di agire tramite carroarmati, jet e altri veicoli. Per la prima volta per Battlefield, inoltre, ci sono mappe il cui focus specifico sono i combattimenti navali, grazie alla nuova gestione dei liquidi di cui abbiamo parlato in precedenza. Ci riferiamo a Paracel Storm. Altre mappe, inoltre, saranno rese disponibili tramite DLC: il primo sarà Second Assault, che conterrà quattro mappe di Battlefield 3 rivisitate per l'occasione, ovvero Operation Metro, Operation Firestorm, Gulf of Oman e Caspian Border.

Siege of Shanghai: come suggerisce il nome, è ambientata nell'agglomerato urbano di Shanghai. Sebbene si concentri soprattutto sui combattimenti tra la fanteria, vi si possono trovare veicoli sia leggeri che pesanti. Le due fazioni coinvolte su questa mappa, che abbiamo avuto modo di apprezzare anche in occasione del beta test, sono americani e cinesi. Ci sono cinque punti di controllo, mentre quello centrale, C, sblocca una serie di armi molto potenti per il comandante della fazione che lo possiede. All'inizio della partita, il punto di controllo C è un grattacielo molto alto, che però può essere abbattuto se colpito frequentemente da esplosivi e da altre armi pesanti. Questa meccanica sta al centro del concetto di Levolution già analizzato. Dopo che il grattacielo viene abbattuto, questo si riduce in un cumulo di macerie, sulle quali si continua a combattere. In questa mappa sono disponibili i carroarmati M1 Abrams e Type 99, gli APC LAV-25 e ZBD-09, gli elicotteri AH-1Z Viper e WZ-10, l'elicottero adibito al trasporto UH-1Y Venom, le imbarcazioni RCB e PWC, e i veicoli di trasporto MRAP e ZFB-05.

Paracel Storm: questa mappa è ambientata nel Mar Cinese Meridionale. Si concentra fortemente sui combattimenti aerei e marittimi, con diverse barche, jet ed elicotteri disponibili per entrambi gli squadroni. Su questa mappa è possibile assistere alle condizioni meteo variabili: si inizia con il sole, ma nel corso della partita, una tempesta tropicale può abbattersi sulle isole di cui si compone la mappa. Anche Levolution è presente in Paracel Storm, visto che una nave della marina può schiantarsi su una delle isole distruggendo tutto quello che incontra sul suo percorso. I punti di controllo su Paracel Storm sono distribuiti tra le varie isole presenti. Abbiamo gli aerei F-35 e J-20; gli elicotteri AH-1Z Viper, WZ-10, UH-1Y Huey e Z-9; gli AA Tunguska e LAV-AD; le imbarcazioni DV-15 Interceptor, RCB, PWC e RHIB; e i mezzi di trasporto MRAP, Vodnik e ZFB-05.

Operation Locker: è una mappa sia per veicoli che per fanteria, con un layot lineare che in qualche modo ricorda Operation Metro. Il fulcro dell'azione riguarda un largo complesso che si trova al centro della mappa, che favorisce i combattimenti tra la fanteria, mentre ai bordi ci sono altri piccoli punti di controllo, attaccabili con i veicoli. Nelle parti all'aperto si può ammirare la neve, che ricopre quasi interamente lo scenario. Come Damavand Peak, inoltre, abbiamo una netta distinzione tra parte centrale e parti laterali, visto che la prima è all'interno mentre nei bordi si gioca all'aperto. Si trovano tanti tunnel che collegano il complesso centrale alle parti laterali, mentre i giocatori possono interagire con gli scenari sbarrando questi passagi con la chiusura di porte e cancelli.

Flood Zone: in questa mappa si trova una grande diga che può essere distrutta, il che porta all'inondazione dell'intera mappa. Mentre all'inizio ha un aspetto tradizionale, nel momento in cui la diga risulta distrutta Flood Zone diventa una mappa navale. Combina, quindi, le nuove caratteristiche di Levolution e combattimento navale. I giocatori possono distruggere la diga in qualsiasi momento della partita. Flood Zone è ambientata in una città cinese adiacente a una diga, che spinge i giocatori ad acquisire dimestichezza nel saltare di tetto in tetto quando l'acqua inizia a disperdersi tra le vie della città. Dopo l'inondazione, i veicoli terrestri diventano inutilizzabili. Su questa mappa si trovano i carri M1 Abrams e Type 99; gli elicotteri Z-11W, WZ-10, AH-1Z Viper e UH-1Y Venom; i veicoli per il trasporto MRAP, ZFB-05 e Quad Bike; e le imbarcazioni DV-15 Interceptor, RHIB e PWC.

Golmud Railway: è un grosso spazio aperto che permette combattimento su vasta scala tra veicoli come carri, APC, aerei ed elicotteri. Assomiglia alle mappe del DLC di Battlefield 3 Armored Kill, in cui i punti di controllo sono distribuiti in un mondo aperto di grandi dimensioni. Inoltre, nella modalità Conquest, i punti di controllo sono disposti in maniera lineare, lungo una rete ferroviaria. Golmud Railway si rifà a un luogo effettivamente esistente in Cina, ma non mancano gli edifici che consentono alla fanteria, benché la mappa resti focalizzata sullo scontro veicolare visto che sono presenti tutti i veicoli di Battlefield 4 tranne le imbarcazioni, di trovare rifugio. Abbiamo i carri M1 Abrams e Type 99; gli APC LAV-25 e ZBD-09; gli elicotteri AH-6J Little Bird, Super Huey, Z-11W e WZ-10; e gli aerei FA-18 Hornet, F-22 Raptor e J-20.

Dawnbreaker: è ambientata al crepuscolo in uno scenario urbano. Assomiglia per certi versi a Siege of Shanghai, con la differenza che prevale l'oscurità; anzi, in nessun'altra mappa di Battlefield 4 l'azione si svolge nottetempo. Dawnbreaker favorisce gli scontri tra la fanteria, ma vi sono comunque alcuni veicoli leggeri e pesanti. In Conquest abbiamo cinque punti di controllo, distribuiti nei vari distretti della città, mentre i mezzi a disposizione sono i carri M1 Abrams e Type 99; gli APC LAV-25 e ZBF-09; i veicoli per il trasporto MRAP e ZFB-05: e gli aerei F-22 Raptor, J-20 e SU-50.

Hainan Resort: come Paracel Storm, è ambientata in uno scenario tropicale ma, a differenza di quella, si concentra principalmente sul combattimento tra la fanteria. Al centro si trova una grossa petroliera in fiamme, che dispensa fumo su tutta la mappa. La struttura più grande è un resort, che corrisponde al punto di controllo B in Conquest. Questo edificio presenta locali sia su un piano sopraelevato che sul piano terra, che possono ospitare contemporanamente diversi scontri a fuoco. I due team iniziano la partita fuori dal resort principale, per poi spingersi verso la location centrale posta su una piccola isola. Abbiamo gli APC LAV-25 e ZBD-09, gli elicotteri AH-6J Little Bird e Z-11, gli aerei A-10 Thunderbolt e SU-25, e i trasporti MRAP e ZBF-05.

Lancang Dam: si snoda intorno una diga che si trova nell'area di Lancang, in Cina. Offre un misto tra combattimento veicolare e tra la fanteria, includendo anche il combattimento navale. I punti di controllo sono disposti a forma di "U", tutt'intorno alla grande diga che si trova in centro. Uno dei punti di controllo è posto su una piccola isola, ma la maggior parte delle battaglie si concentrano intorno alla parte centrale. Diversi corsi d'acqua si incontrano proprio nella parte centrale della mappa, mentre i veicoli presenti sono i carri M1 Abrams e Type 99; gli elicotteri Z-11W, WZ-10, AH-1Z Viper e UH-1Y Venom; gli aerei F-22 Raptor e J-20; e i trasporti MRAP e ZFB-05.

Rogue Transmission: ambientata in un grande osservatorio in Cina, che assomiglia a quello di Areceibo, questa mappa permette di combattere sia sulla gigante antenna dell'osservatorio, che sotto di essa. Il punto di controllo principale in modalità Conquest si trova direttamente sotto la grande parabola, mentre la mappa si adatta bene sia ai combattimenti tra fanteria che a quelli con i veicoli. Troviamo gli aerei A-10 Thunderbolt e SU-25; i carri M1 Abrams e Type 99; gli APC LAV-AD e Type 95 AA; gli elicotteri Z-11W, WZ-10, AH-1Z Viper e UH-1Y Venom; e i trasporti MRAP e ZFB-05.

Zavod 311: ambientata in Russia in una grande fabbrica di carroarmati, con gameplay che riguarda sia i combattimenti tra i veicoli che quelli tra la fanteria. Come parte di Levolution, i giocatori possono far esplodere una testata per abbattere un'enorme ciminiera, il che modifica la conformazione della mappa e il gameplay. La grande fabbrica al centro della mappa è anche il punto di controllo più importante in Conquest, e per questo attira furiosi combattimenti. La mappa presenta colori caldi autunnali, con maggiore contrasto rispetto a quello che si trova nella maggior parte delle altre mappe di Battlefield 4. È particolarmente adatta per le modalità di gioco Deathmatch e Squad Deathmatch. Vi si trovano i carri M1 Abrams e T-90, gli APC LAV-25 e BMP-2, e i veicoli per il trasporto MRAP e Vodnik.

 
^