Batman Arkham Origins: avventure e tecnologia a Gotham City

Batman Arkham Origins: avventure e tecnologia a Gotham City

Eccovi le nostre impressioni su Batman Arkham Origins, dopo aver completato la campagna e provato la parte multiplayer. Dedichiamo molto spazio alle caratteristiche grafiche, visto che il nuovo titolo della serie di Batman è uno fra quelli in cui le differenze tra l'impatto grafico in DirectX 11 e in DirectX 9 sono più marcate. Le immagini che trovate nelle varie pagine dell'articolo sono fornite dal produttore, mentre quelle nella gallery sono homemade.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Le novità

WB Games Montreal, però, ha cercato di inserire delle novità al gameplay, in modo da differenziare il suo gioco dal precedente. Innanzitutto, ha introdotto nuovi gadget, che ovviamente rimangono uno degli elementi cruciali alla base della struttura di gioco.

L'Artiglio Remoto può essere fissato a due ganci opposti, comunque pre-determinati sulla mappa di gioco, in modo da creare nuovi percorsi. Lo sviluppatore ha ideato tutta una serie di enigmi intorno a questa possibilità di interazione, lasciando oltretutto l'opportunità di agganciare la corda così creata con il rampino.

Come nei giochi precedenti, il giocatore può sbloccare nuove abilità per Batman in riferimento ai combattimenti in mischia, per la sua capacità di agire inosservato e per l'uso dei gadget.

Per l'Artiglio Remoto, procedendo nella progressione, si sbloccheranno nuovi usi che, tra le altre cose, permetteranno di usare la corda che così si crea per tendere delle imboscate alle guardie. Prima dei combattimenti, inoltre, una delle estremità dell'Artiglio Remoto può essere fissata a un oggetto infiammabile, mentre l'altra viene ancorata su un nemico, in modo da scatenare un'esplosione e sfoltire il gruppo di minacce prima di attaccarlo. In questi casi, i nemici non saranno in grado di capire qual è l'origine del pericolo, e non percepiranno la presenza di Batman nella stanza.

Il Detonatore a Concussione è un'arma non letale che produce una piccola scarica elettrica utile per attirare l'attenzione delle guardie verso uno specifico punto della stanza. Le guardie, inoltre, si impauriranno, al punto da iniziare a gridare e sparare in giro irrazionalmente. Questo dispositivo, quindi, può essere utilizzato per rallentare il nemico quando è in netta superiorità numerica.

Il Distruttore, invece, rilascia una scarica elettromagnetica che disabilita le armi della polizia e degli altri nemici di Batman. Inoltre, può mandare in tilt i sistemi elettrici che tengono chiuse le porte, che a quel punto possono essere sbloccate definitivamente con l'ausilio del vecchio Sequenziatore Crittografico. Ma questo gadget è molto utile soprattutto per disarmare le guardie dotate di armi da fuoco prima di iniziare le manovre stealth o di combattimento in mischia, in cui questo tipo di armi possono essere fortemente letali contro il disarmato Batman.

I Guanti folgoranti provengono da una tecnica che Batman mutua da Electrocutioner. Quando vengono attivati, infatti, aggiungono un potente impulso elettrico ai pugni inferti da Batman. Sono in grado di rendere nulli scudi, armature e altri tipi di difese di cui sono dotati i nemici. Si tratta di una consistente alterazione agli equilibri di gioco, perché con questi guanti Batman è in grado di colpire qualsiasi tipo di nemico nei combattimenti in mischia, penetrando scudi e altri tipi di difesa. I combattimenti diventano ancora più frenetici e veloci, fino a consentire al giocatore di concatenare combo anche di 50 colpi in pochissimi secondi. Naturalmente c'è un limite all'uso di questi guanti, che diventano attivi solo dopo aver caricato la relativa batteria (lo si fa stendendo i nemici) e il cui funzionamento è regolato dall'autonomia della stessa batteria.

La Granata a colla, invece, trattiene i nemici, immobilizzandoli per qualche secondo. Sbloccando la relativa abilità nel solito albero delle abilità, inoltre, la Granata a colla può trasformarsi in Mina a colla.

La Modalità Detective è stata, inoltre, ampliata rispetto ai precedenti capitoli. Come al solito viene conferita grande enfasi alle abilità investigative dell'uomo pipistrello, che in certi punti della campagna può esaminare indizi e ricostruire ciò che è avvenuto sulla scena del crimine. Adesso, la novità riguarda il fatto di poter mandare avanti e indietro la sequenza incriminata, il che consente di scoprire altri dettagli con cui Batman può interagire per ampliare le sue indagini. Il nuovo sistema ricorda quanto già visto in Remember Me, ma nel caso del gioco su Batman ricorre veramente in pochissime circostanze della storia.

WB Games Montreal ha poi inserito un nuovo tipo di feedback ai combattimenti, che conferisce al giocatore un certo numero di punti esperienza in base alla difficoltà dei combattimenti in mischia e al livello di abilità dimostrato. Naturalmente, gran parte dell'enfasi sul gameplay è riposta sul sistema di combattimento in mischia, sul quale è strutturata anche la Modalità Sfida. Si possono affrontare sfide sempre nuove, con avversari a scelta, nella Batcaverna, che nel nuovo gioco su Batman è molto più dettagliata e grande, consentendo di essere esplorata in diverse parti.

 
^