G-Sync: da Nvidia una soluzione ai problemi di Stutter, Lag e Tearing

G-Sync: da Nvidia una soluzione ai problemi di Stutter, Lag e Tearing

In questo articolo riepiloghiamo tutte le novità annunciate da Nvidia all'evento The Way It’s Meant To Be Played tenutosi la scorsa settimana a Montreal. Si parla, quindi, di G-Sync, ma anche di GameStream, Shadowplay, Flex, GI Works e Flame Works. All'interno trovate anche un'intervista esclusiva a John Carmack.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
NVIDIA
 

The Way It’s Meant To Be Played

Nvidia ha organizzato nella scorsa settimana un grosso evento a Montreal per annunciare le sue ultime tecnologie in fatto di elaborazione, streaming e, soprattutto, risoluzione dell'annoso problema della sincronizzazione verticale. Si è trattato di uno show in grande stile, che ha diffusamente intrattenuto i giornalisti grazie a partite di hockey, presenza di grandi protagonisti del mondo dello sviluppo dei videogiochi e, soprattutto, annuncio di nuove tecnologie.

[HWUVIDEO="1429"]John Carmack ci parla del G-Sync[/HWUVIDEO]

È stata scelta la location di Montreal per suggellare l'accordo recentemente raggiunto da Nvidia con Ubisoft, che porterà ad avere videogiochi completamente ottimizzati per le GeForce da parte del produttore francese che, appunto, ha il suo più importante centro di sviluppo a Montreal. Watch Dogs e Assassin's Creed IV Black Flag, infatti, saranno i primi giochi a beneficiare del nuovo programma GameWorks.

GameWorks è la risposta di Nvidia a Mantle, che metterà direttamente nelle mani degli sviluppatori gli strumenti per sfruttare completamente l'hardware Nvidia. Fanno parte del nuovo pacchetto per gli sviluppatori le tecniche di GI Works, Flame Works e Flex, che vedremo nel dettaglio nelle prossime pagine ma che riguardano illuminazione globale, resa di effetti di fuoco e fiamme e interazione tra questi ultimi e oggetti solidi.

Jen-Hsun Huang, Tim Sweeney, Johan Andersson e John Carmack

Jen-Hsun Huang, Tim Sweeney, Johan Andersson e John Carmack

Come dicevamo, hanno partecipato alcune delle personalità più importanti della storia dello sviluppo di videogiochi, come Tim Sweeney, CEO e direttore tecnico dell'Unreal Engine, John Carmack, direttore tecnico di id Software e di Oculus Rift, e Johan Andersson, direttore tecnico di DICE e principale responsabile del Frostbite Engine. I tre luminari sono stati accolti da Jen-Hsun Huang, CEO di Nvidia.

Tutti e tre hanno mostrato grande entusiasmo sui nuovi annunci di Nvidia, e in particolare sul G-Sync, che risolverà molti dei limiti tecnici che questi tre sviluppatori hanno incontrato nella loro carriera. Ricordate l'impegno di Carmack con Rage a proposito di virtual texturing e di risoluzione delle immagini cangiante proprio per mantenere i 60 fps? Secondo Sweeney, Carmack e Andersson, G-Sync risolverà molti crucci dei giocatori hardcore che normalmente disabilitano la sincronizzazione verticale, consentendo di avere immagini fedeli e fluide in qualsiasi situazione, anche e soprattutto per gli shooter multiplayer.

 
^