Fifa 14: un'altra rivoluzione per il calcio videoludico

Fifa 14: un'altra rivoluzione per il calcio videoludico

In attesa della versione next-gen con Ignite Engine, ecco che diventa disponibile Fifa 14 per i formati attuali. Precision Movement è alla base di un'esperienza di gioco che ridefinisce alcuni equilibri storici della serie Fifa e porta il tutto a un nuovo livello di fluidità.

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
 

Conclusioni

Fifa 14 rappresenta un’altra rivoluzione nel modo di intendere il calcio virtuale. Forse non totale come quella vissuta nel 2012, con l’introduzione della Tactical Defence, ma comunque molto rilevante. Per affrontare Fifa 14, infatti, è assolutamente prioritario dimenticarsi l’approccio dedicato a Fifa13.

Al centro c’è la rinnovata fisica dei giocatori e, soprattutto, del pallone. Lo strumento di gioco, infatti, ora si comporta in modo assolutamente realistico e credibile, rendendo possibile una pletora di soddisfacenti passaggi e consentendo lo splendido e vario sistema del Pure Shot.

Ma l’elemento maggiormente differente, rispetto alle ultime edizioni del gioco, è quello legato al controllo di palla e al dribbling. Oggi, infatti (finalmente!), la palla non è più incollata ai piedi del calciatore: essa si comporta in modo autonomo e deve essere preoccupazione dell’atleta virtuale portarla con sé in tutte le occasioni. Di fatto, i calciatori di Fifa sono – realisticamente- costretti a toccare il pallone in continuazione per gestirlo in ogni movimento. Questo si traduce in un vorticoso rallentamento delle operazioni: complice un’inerzia accresciuta, ogni mossa palla al piede richiede tempi e spazi molto accresciuti rispetto al passato. Scordatevi, insomma, corse velocissime a cui far seguire repentini cambi di direzione.

L’evoluzione è realistica e corretta, ma siamo ancora ai primi passi: il ritmo di gioco – soprattutto i movimenti dei calciatori non in possesso – è ancora troppo elevato per armonizzarsi a dovere con i complicati controlli di palla e cambi di direzione con la sfera tra i piedi. Gestire il possesso di palla insomma, è particolarmente complicato e richiede dedizione notevole.

La strada intrapresa, però, dà maggiore controllo su tutte le componenti della partita e – nonostante qualche passaggio a vuoto – rende un match a Fifa 14 particolarmente credibile. Perfettibile, certo, ma coerente e divertente.

  • Articoli Correlati
  • Hands-on Fifa 14: Precision Movement è la nuova parola d'ordine Hands-on Fifa 14: Precision Movement è la nuova parola d'ordine Per la prima volta abbiamo avuto modo di giocare al nuovo Fifa 14. All'interno dell'articolo trovate le nostre prime impressioni e i ragguagli sugli ultimi annunci di EA Sports. Nella fattispecie, il nuovo Precision Movement dovrebbe rivoluzionare il concetto di fluidità in Fifa.
  • Fifa 14: Protect the Ball, Pure Shot e le altre novità di questa stagione Fifa 14: Protect the Ball, Pure Shot e le altre novità di questa stagione Come sempre, in questo periodo dell’anno, è tempo per dare una prima occhiata al nuovo capitolo di Fifa, che ci terrà compagnia nella prossima stagione pallonara. Per farlo, EA ha organizzato una mattinata presso lo Starhotel di Piazza Fontana dove sono intervenuti Sebastian Enrique e Nick Channon, Producer del gioco.
6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Collision04 Ottobre 2013, 16:18 #1
Finalmente quest'anno sono tornato a divertirmi, il gioco è molto più ragionato, la cpu pressa in maniera dinamica e con logica, finalmente quando un giocatore perde palla ha anche qualche possibilità di recuperarla, ma soprattutto se la perde Vidal o Boateng contro cippalippa è sicuro che Vidal o Boateng corrono inc..ti dietro a cippalippa, recuperano palla e arrivano a fondo campo piazzando pure un bel cross!

Per me assolutamente da comprare quest'anno!
il.principino04 Ottobre 2013, 16:36 #2
quest'anno è ancora un volta il vincitore , ma bisogna correre ai ripari per
i tiri a giro
e
il classico pallonetto che smarca gli attaccanti , anche oltre i 50 metri
*aLe04 Ottobre 2013, 16:36 #3
Io per ora giudico basandomi sulla demo, e confermo quanto si legge nell'articolo: il ritmo di gioco è ancora un po' troppo veloce.
Però con questa demo mi sta capitando quello che mi capitò con la demo del 2012: pur essendo un gioco imperfetto (e da certe cose purtroppo si vede con chiarezza) non riesco a smettere di giocare, perché è maledettamente addictive.

Poi se è vero che la EA ha già in sviluppo una patch che riduce l'efficacia dei filtranti alti, dei tiri di precisione e (soprattutto) dei colpi di testa in fase offensiva tanto meglio
Computerman08 Ottobre 2013, 00:12 #4
Lo trovo inutilmente lento, le finte sono state limitate, ma ancora troppo spesso determinanti.
Sono curioso di vedere la versione per ps4...infatti per ora sto aspettando
il.principino08 Ottobre 2013, 14:31 #5
Originariamente inviato da: Computerman
Lo trovo inutilmente lento, le finte sono state limitate, ma ancora troppo spesso determinanti.
Sono curioso di vedere la versione per ps4...infatti per ora sto aspettando



Appare lento perchè viene valorizzato il controllo palla
Vero che le finte sono fin troppo determinanti , ben una mette il difensore fuori tempo
Riordian13 Novembre 2013, 14:25 #6
Un gioco come FIFA secondo me va valutato dopo n po' che ci giochi e per me, dopo un mese, il gioco risulta appena sufficiente.
Primo perchè se giochi online ti accorgi che, a fronte di un miglioramento nelle movenze di chi ha la palla non fa coppia anche le movenze di chi difende, troppo rapidi e aggressivi e il tutto risulta sbilanciato. Questo potrebbe però essere mitigato da una gestione della stanchezza che invece non c'è. Una squadra può tranquillamente pressare per novanta minuti senza subire cali di stanchezza.

Capitolo Passaggi si notano diversi bug, il più odioso è quello che fa partire il passaggio in una direzione totalmente diversa da quella segnata.

La gestione dei falli è assurda, ci sono dei falli clamorosi non fischiati e contrasti lievi che invece portano alla ammonizione senza contare che in EA non hanno ancora imparato cosa significa fallo d'ostruzione. ANche la gestione dei rimpalli non è delle migliori, sembrano pensati da sbirulino.

Se poi parliamo di IA anche qua ci sono delle lacune clamorose che sono le stesse da anni, tipo i giocatori imbambolati con la passa che gli passa a fianco, soliti portieri che respingono sui piedi dell'avversario e non parano dei tiri ciofeca o giocatori che continuano la loro corsa infastidendo il portatore di palla.

L'unica cosa che è veramente migliorata è la fisica della palla.
A parte questo fifa si porta dietro sempre i soliti problemi e ne tira fuori di nuovi, tipo le improbabili rovesciate volanti dei difensori per intervenire sulla palla.

A sto punto qualcuno potrebbe dirmi: ma allora perchè continui a giocarci? la mia risposta è che purtroppo non ci sono alternative e infatti l'unico voto alto lo darei alla Longevità del gioco.

Stendo invece un velo sulla gestione delle tattiche ferma allo stesso punto da anni e sul comparto audio con i soliti effetti audio e telecronaca da brivido, è la prima cosa che levo appeno comincio a giocare.

Tutto ciò che ho scritto è rapportato ai fifa precedenti, sono convinto che per 65 70 euro in EA dovrebbero innovare molto di più il gioco invece di proporre poco più che un'espansione, tenendo conto che hanno 12 mesi per lo sviluppo, ma finchè non vengono toccati sul vivo fanno esattamente ciò che ha fatto Konami con PES diversi anni fa...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^