Arkham Origins: un livello di sfida più alto per Batman

Arkham Origins: un livello di sfida più alto per Batman

Warner Bros. ha organizzato un evento di lancio per Batman Arkham Origins, l'atteso nuovo capitolo della premiata serie che passa nelle mani di WB Montreal. Ovviamente non potevamo mancare e non potevamo rinunciare a provare la nuova demo single player del gioco. Abbiamo anche intervistato Ben Mattes, Senior Producer di WB Games Montreal.

di Dorin Gega, Davide Fasola, Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Free roaming

Una volta esaurita l'esplorazione della Bat-caverna si torna fuori e si procede verso il Gcpd. Ci viene mostrato come il Batwing sia alla base del nuovo sistema di fast travel. WB Montreal è orgogliosa di questa introduzione, perché fa capire quanto grande sia il mondo di gioco, grande a tal punto da giustificare un sistema di spostamento istantaneo. Il fast travel, però, è stato inserito per coloro che badano quasi esclusivamente alla narrazione, perché fa perdere molte sfide e diversi elementi narrativi secondari.

Come al solito, nella parte free roaming c'è una moltitudine di missioni facoltative che prevedono ora di eliminare bande di violenti criminali e di esplorare delle pericolose ambientazioni, come le strade più povere o gli attici della Gotham bene.

Dentro al dipartimento di polizia, invece, risulta evidenziato il nuovo rapporto conflittuale con i poliziotti, che sono adesso una delle principali minacce per Batman. Il loro principale obiettivo, infatti, è arrestare Batman, che viene considerato come una minaccia superiore rispetto agli altri supervillain come Deathstroke e Black Mask. Batman si intrufola nella base della polizia attaccando i bersagli nel modo tradizionale: si avvicina alle spalle e li stende uno per uno, a volte anche due insieme.

A un certo punto si imbatte nel Pinguino che sta interrogando e torturando Alberto Falcone, un esponente della celebre famosa famiglia mafiosa dell'universo di Batman. L'uomo pipistrello si scaglia sugli uomini del Pinguino e, alla fine, sullo stesso boss. Quando ha in pugno il Pinguino ecco che arriva Deathstroke, che in questo nuovo capitolo di Batman Arkham sarà il nemico numero uno da affrontare (perlomeno nella prima parte della storia).

I due si ritrovano a combattere all'esterno dell'edificio in un duello mozzafiato all'ultimo sangue. Notiamo come WB Montreal abbia rivisto il sistema di inquadrature, che adesso segue gli ottimi combattimenti tipici della serie da una visuale molto simile a quelle dei tradizionali picchiaduro. I due personaggi, infatti, vengono ripresi lateralmente coma accede tipicamente in questo tipo di giochi.

WB Montreal parla di maggiore attenzione al design dei boss fight, e per tale motivo ha messo in grande risalto questo aspetto del gioco durante la presentazione a cui abbiamo assistito. Non solo i combattimenti vengono seguiti in maniera più spettacolare, ma ogni boss si caratterizzerà per attacchi speciali che richiedono un contrattacco specifico da parte di Batman, e quindi del giocatore. Ci saranno nuove combo specifiche da impiegare in questi combattimenti, che varieranno da boss a boss.

Nel corso del gioco ci saranno nuovi nemici come l'Armored Enforcer e il Martial Artist che appunto incoraggeranno i fan ad approcciarsi al combattimento FreeFlow tipico della serie in maniera diversa. Nel cast dei personaggi di Batman Arkham Origins, comunque, troveremo anche delle celebri figure come Bane, Anarky, il Capitano Gordon, Joker, Firefly, oltre ai già citati Black Mask, Pinguino e Deathstroke.

 
^