Recensione Gta 5: perché un successo così dirompente?

Recensione Gta 5: perché un successo così dirompente?

Dopo aver passato gli ultimi giorni a "uccidere persone, contrabbandare persone, vendere persone", ecco finalmente il nostro giudizio definitivo su Grand Theft Auto V. L'ultimo free roaming di Rockstar va al di là del semplice media videoludico, ed è ormai un fenomeno culturale. Rispetto ai predecessori c'è una base psicologica concreta e interessante, oltre che una sferzante critica alla società moderna. Cerchiamo di capire insieme il perché di tanto successo per l'ultimo arrivato da Sam Houser e soci.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Grand Theft Auto
 

Un senso di schiacciante futilità

La mia prima missione è stata proprio quella di recuperare la mia copia per la recensione di Grand Theft Auto V. Preso dalle mille cose da fare per il mantenimento quotidiano del sito, mi sono cimentato in questa seppur fondamentale recensione con ritardo. Esco dall'ufficio alle 16:30 e devo arrivare nella sede di Cidiverte, il distributore italiano di Gta 5, entro un'ora, con circa 50 chilometri da fare e un traffico urbano e interurbano incessante. Mi accompagna mio fratello.

[HWUVIDEO="1412"]Grand Theft Auto V: videoarticolo[/HWUVIDEO]

Superiamo in maniera aggressiva, ma questo non ci permette di evitare le lunghe code. Una volta in autostrada ecco che possiamo scatenare la potenza del motore della nostra auto, fino a raggiungere la location campagnola in cui si trova Cidiverte (a Gallarate). Lascio la macchina a circa 200 metri dall'entrata del grosso stabilimento e con passo veloce mi fiondo verso la mia copia di Gta 5. Cidiverte chiude alle 18 e sono le 17:55. Affretto il passo, suono il campanello e pronuncio le parole: "Rosario Grasso, Hardware Upgrade". La porta automatica si apre ed ecco che la PR mi consegna la busta con l'attesissimo gioco, insieme a qualche gadget per scusarsi dei problemi con la spedizione (vedete tutto nella foto che riporto in questa pagina).

Gta 5 è un fenomeno culturale, e ce ne rendiamo conto anche dall'impressionante numero di views che ottengono i nostri contenuti quando si parla del nuovo titolo Rockstar. C'è tantissima gente che va su Google e che digita "Gta 5", e per una volta il mondo dei videogiochi, quelli intesi in senso classifico, riceve un volume di attenzioni pari agli smartphone o ai tablet.

L'ansia di giocare Gta 5 è alle stelle, anche perché chi vi parla è un grosso fan del tipo di free roaming che Rockstar offre e che ritiene che Red Dead Redeption sia una delle migliori espressioni in assoluto dell'attuale generazione. Con questo pathos, quindi, mi fiondo a iniziare la mia avventura a Los Santos. Installo il primo disco e inizio a giocare tenendo inserito nel lettore della Xbox 360 il secondo disco, quello di gioco. Gta 5 parte con una sequenza di un colpo in banca, in cui tre ladri professionisti, tali M, T e B architettano la rapina perfetta, e poi riescono a sfuggire dalla polizia che li circonda.

Ma appena fuori dalla banca ecco che succede qualcosa di imprevisto. La console si blocca, mostra una schermata nera e si riavvia. Gta 5 è di nuovo nel menu di lancio. Sorvolo su tutta la parte di improperi, e passo direttamente a quella in cui disinstallo il gioco e lo reinstallo. Dopo circa 700 MB degli 8 GB di installazione ecco che il processo si interrompe. Penso che sia un problema al disco rigido visto che la prima installazione era andata a buon fine. Provo quindi a installare su chiavetta USB, ma niente.

Gta 5

Preso dallo sconforto, e considerato che i tempi per la recensione si sarebbero allungati considerevolmente, provo la procedura su una seconda Xbox 360. Questa non riesce neanche a leggere il disco, e non può neanche lanciare l'installazione. La console mostra un messaggio di errore anche se si inserisce il secondo disco, quello di gioco. Provo a pulire la superficie del disco adibita alla lettura e riprovo con la prima Xbox 360. Adesso la procedura di installazione va a buon fine, ed ecco che inizia la mia esperienza con Gta 5, quella vera.

Tutto questo per dirvi che Gta 5 è un gioco che sfrutta fino in fondo il potenziale di Xbox 360, sforzando tutte le componenti della vecchia console di Microsoft. È appurato, al di là della nostra esperienza, che le vecchie unità della 360 fanno fatica a leggere i dischi: per cui se non avete un lettore performante, con una lente pulita, organizzatevi prima di comprare Gta 5. Potreste incorrere nei problemi di lettura, con il messaggio "disco illegibile", che abbiamo riscontrato anche noi. La soluzione migliore è installare il primo disco sull'hard disk e il secondo su una chiavetta USB. Gta 5 infatti porta l'unità ottica a leggere continuamente durante il gameplay, e questo alla lunga può sporcare la lente e rigare e danneggiare il disco. Se non disponete di una chiavetta di almeno 8 GB lasciate perdere l'installazione del secondo disco: installarlo metterebbe sotto eccessiva pressione il disco rigido, con troppe letture contemporanee che non riuscirebbe a gestire per via della sua lentezza in fase di accesso ai dati.

Ma che Xbox 360 sia una tecnologia obsoleta per un grande progetto come Gta 5 è evidente anche da altri punti di vista. Come vedremo nel corso della recensione, Gta 5 su Xbox 360 ha difficoltà anche nello streaming delle texture, nella gestione dell'anti-aliasing e nel rendering dell'enorme mondo di gioco. Nonostante il motore grafico di Rockstar sia pensato per console e ottimizzato per questi sistemi, il massimo potenziale di Gta 5, dal punto di vista tecnico, lo si avrà solo con la versione PC.

Detto questo, come si fa a non rimanere a bocca aperta per il tipo di free roaming che Rockstar offre? La filosofia di Rockstar, o meglio Rockstar North, la componente scozzese del gruppo che nasce dalle ceneri di DMA Design Limited, va al di là del semplice videogioco. Il free roaming di questo team ha successo perché non è solo gameplay, o solo cinematograficità, ma in molti momenti è semplicemente immergere il giocatore nel mondo. Assegnargli, quindi, delle mansioni quotidiane che potrebbe svolgere anche nel mondo normale, ma in un contesto per certi versi immaginifico, dove può respirare la Libertà con la L maiuscola, all'interno di una location di gioco in cui questo è realmente possibile. E dove interpreta dei personaggi particolari, al di là delle regole, che possono compiere qualsiasi tipo di azione in un posto dove la loro libertà non è in alcun modo limitata.

Insomma, è proprio quella sensazione di "schiacciante futilità" che rende Gta 5, in misura incredibilmente potenziata rispetto al passato Rockstar, un prodotto che non ha eguali nel mondo dei videogiochi.

 
^