GamesCom 2013: round decisivo tra PS4 e Xbox One

GamesCom 2013: round decisivo tra PS4 e Xbox One

Eccovi il nostro report dal consumer game show più grande al mondo, che si è svolto la scorsa settimana a Colonia. Non solo gli eventi pre-show di Microsoft, Electronic Arts e Sony, ma il resoconto su tutti i giochi che abbiamo avuto modo di provare in anteprima. All'interno, tra gli altri, trovate quindi dettagli su Call of Duty Ghosts, The Sims 4, Command & Conquer, Assassin's Creed IV, Watch Dogs, Ryse Son of Rome, Battlefield 4, e molti altri ancora.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
SonyMicrosoftXboxElectronic ArtsAssassin's CreedCall of DutyBattlefield
 

Celebrate the games

Il GamesCom non è uno show come gli altri. Se da una parte è vero che viene accolto all'interno di una struttura mastodontica come il Koelnmesse, dall'altra è altrettanto vero che coinvolge un numero di persone spropositato. Nella scorsa settimana, infatti, circa 340 mila persone si sono riversate nei corridoi e nei grandi padiglioni del Koelnmesse, attirate dalla possibilità di provare con un netto margine rispetto alle rispettive date di rilascio tutti i blockbuster della prossima stagione videoludica.

E così come è capitato con l'E3, l'edizione di quest'anno del GamesCom è stata speciale perché ha permesso di avere un primo impatto con PS4 e Xbox One, le due nuove console che con ogni probabilità segneranno le abitudini e le preferenze videoludiche di buona parte dei giocatori nei prossimi 5-6 anni. La kermesse teutonica, quindi, è servita anche per fare un punto della situazione sull'ormai infinita console war tra Sony e Microsoft. Chi ha vinto questo round?

Difficile dare una risposta come era capitato nel caso dei precedenti confronti. All'E3, infatti, Microsoft riusciva in parte a colmare il gap con la rivale grazie a una bella conferenza quasi interamente dedicata al gameplay, che seguiva un deludente evento di Reveal per Xbox One. Tuttavia, solo qualche ora dopo Sony si sarebbe rifatta annunciando un prezzo decisamente competitivo per PS4, ristabilendo probabilmente le distanze.

Tutti i fan di gaming si pongono la domanda: meglio comprare PS4 o Xbox One? Al momento non è possibile dare una risposta, perlomeno per gli appassionati più superficiali, perché chi gioca dalla mattina alla sera finirà inevitabilmente per prenderle entrambe. Bisogna dire che Microsoft ha quasi interamente rivisto la sua strategia iniziale in termini di connettività obbligatoria a internet, Kinect imprescindibile dal resto del sistema, supporto agli sviluppatori indipendenti.

Qualche giorno prima del GamesCom ha appunto annunciato che Xbox One funzionerà anche senza Kinect, e questo ha fatto pensare che in Germania potesse essere annunciata un'ulteriore SKU con un prezzo più basso, allineato a quello di PS4 (ricordiamo che per 399 euro questo bundle non comprende PS Eye, il corrispettivo, seppure limitato, di Kinect). Questo non è accaduto, visto che Microsoft, durante il suo showcase al GamesCom, ha fatto solamente qualche annuncio sul self publishing, su Fifa 14 e sul nuovo capitolo di Fable.

Come aveva fatto per Fable III, infatti, Microsoft ha utilizzato ancora una volta il GamesCom per annunciare un nuovo capitolo di Fable. Si tratta di Fable Legends. Questo nuovo episodio si discosterà notevolmente dai predecessori, trattandosi infatti di un mondo online persistente, basato su un approccio cooperativo per quattro giocatori. Fifa 14, invece, sarà offerto gratuitamente a tutti coloro che faranno il pre-order della nuova console.

La conferenza PlayStation che si è svolta nello stesso giorno è stata altrettanto dimessa. Sono stati annunciati diversi giochi indipendenti, ma niente di realmente grosso che possa migliorare il line-up di lancio della nuova console Sony. Ovviamente, quel che ha attirato le attenzioni di tutti è stato l'annuncio della data di rilascio della console. Due date che sono ormai impresse a fuoco nelle menti di ogni videogiocatore: 15 novembre per gli Usa e 29 novembre per l'Europa. Una differenza di un paio di settimane che permetterà a Sony di gestire il problema della produzione in massa della console nella fase di lancio.

Insomma, la sensazione è che Sony proponga un'offerta più solida rispetto alla traballante contro-offerta di Microsoft. Sensazione corroborata dai tanti annunci e successive smentite a cui ci ha abituato lo staff Xbox in questo 2013. Ma, d'altra parte, Xbox One sembra tecnologicamente più avanzata, non tanto in termini di hardware, quando per il supporto di rete. Xbox Live sembra poter aumentare ancora il divario rispetto al network della console rivale e, in questo caso, è proprio Sony che rincorre Microsoft.

Per rispondere alla domanda di prima poi bisogna parlare di esclusive. E se tiriamo in gioco questo elemento chiaramente si scende anche nel campo del soggettivo. Ognuno propenderà per la console che offrirà la serie che preferisce, mentre nel caso di produzioni multi-piattaforma, proprio per via della somiglianza tra i due hardware, probabilmente non ci saranno differenze concrete nelle prestazioni.

Ma le due console, e scendiamo in un altro piano di analisi, deludono sul piano dell'hardware. In base agli hands-on che abbiamo fatto a Colonia non ci sembra di poter dire che ci sia un passo avanti generazionale netto in fatto di prestazioni e di dettaglio visivo. Per certi giochi è addirittura difficile distinguere se si tratti di versione next-gen o di old-gen. La nuova generazione probabilmente permetterà di gestire ampi spazi aperti, frame rate più solidi e a 60 fps e più giocatori nei match multiplayer. Ma a livello di dettaglio visivo nei piccoli ambienti non aspettatevi un passo avanti decisivo.

Come sempre su console conta di più l'ottimizzazione e gli sforzi fatti dagli sviluppatori per rendere il tutto più levigato e godibile agli occhi del giocatore. Per questo motivo anche nella scorsa generazione abbiamo avuto gioielli visivi come Uncharted o Gears of War anche se quei sistemi non erano certo competitivi sul piano dell'hardware. Quello che voglio dire è che probabilmente le cose migliori in fatto di grafica con PS4 e Xbox One le avremo solamente nella seconda parte dei cicli vitali, mentre i titoli di lancio difficilmente riusciranno a sorprendere.

Abbiamo avuto modo di toccare con mano Zoo Tycoon e Ryse Son of Rome per Xbox One, due dei titoli con la miglior grafica tra quelli che verranno offerti per prima sulla nuova console di Microsoft. Offrono qualcosa in più rispetto all'attuale generazione ma notiamo come ci sia ancora molto da fare sulle prestazioni: non si raggiungono i 30 fps fissi in nessuno dei due casi con queste prime build. Per quanto riguarda Ryse, inoltre, abbiamo un dettaglio poligonale inferiore rispetto a Crysis 3 per PC (gioco con lo stesso motore grafico e sviluppato dalla stessa software house). Ma leggerete più dettagli su entrambi i giochi nella relativa pagina del report.

Rispetto all'E3 va segnalata poi un'altra grande differenza, dipendente dalle specifiche caratteristiche dei due mercati. Il GamesCom, infatti, si concentra storicamente di più sul mondo PC, mentre gli Usa sono la patria per eccellenza delle console, che in quel territorio hanno la fetta di mercato più ampia, e ci riferiamo soprattutto a Xbox. Per cui al GamesCom c'è sempre tanto spazio per i titoli Blizzard, per le serie come Command & Conquer (a proposito, buone sensazioni finalmente su questo titolo!), The Sims e Total War. Inoltre, rispetto agli altri anni, abbiamo notato uno spazio consistente per il mondo free to play e dei cosiddetti browser game. Anzi, si potrebbe dire che c'è più free to play che gaming tradizionale, anche per la vicinanza con la Russia, in cui questo tipo di prodotti è dominante.

Il PC naturalmente offre le migliori cose sul piano grafico. Al di là di The Witcher 3 (si è vista la stessa demo dell'E3), che sarà un punto di riferimento incontrastato in questo ambito, allo stand Nvidia abbiamo visto cose notevoli per giochi come Assassin's Creed IV e Splinter Cell Blacklist. Grazie alla presenza di opzioni grafiche come tassellatura, filtri di anti-aliasing avanzati, HBAO, e altro ancora, i giochi per PC saranno sempre più definiti e più fluidi, offrendo un'esperienza più completa e immersiva rispetto alle controparti console. E non ci sono console di nuova generazione che tengano.

Tornando a confrontare GamesCom con E3, inoltre, bisogna aggiungere che la seconda è sicuramente una fiera più "giornalistica". Per noi della stampa, insomma, ci sono più cose da riportare, perché i produttori rilasciano più annunci, sia in termini di nuovi titoli che di feature all'interno dei giochi prima rivelati. All'E3 si apprendono le novità e al GamesCom si gioca, insomma. E quindi per la prima volta è stato possibile mettere le mani su tanti titoli, come il multiplayer di Call of Duty Ghosts, la nuova espansione di Diablo III, The Sims 4, alcune parti inedite di Battlefield 4, e molto altro ancora.

Prima di concludere, faccio un rapido riferimento a Valve. Appena sono tornato in Italia, molti amici mi hanno chiesto informazioni sulla presenza della software house di Bellevue al GamesCom. Evidentemente in molti si aspettavano delle novità su Half-Life, Left 4 Dead, la Steam Box. Purtroppo nessuno di questi prodotti era presente in Germania. Ma questa non è certo la sede giusta per tornare a criticare l'operato di Valve, che sempre più frequentemente lascia in sospeso dei progetti iniziati anche diversi anni prima. L'unica presenza di Valve al GamesCom era uno store di merchandising con action figure dei vari giochi del brand come la Portal Gun in scala ridotta.

E il Best of the Show? Ammetto di essere in difficoltà se si prende questo argomento. Da una parte ci sono state poche novità e dall'altra l'effetto sorpresa per titoli come The Witcher 3, Metal Gear Solid 5, Titanfall, Thief e Destiny, ovvero quelli che mi avevano convinto di più all'E3, è ormai esaurito. Purtroppo su nessuno di questi titoli ci sono stati aggiornamenti consistenti all'E3. Per cui, in considerazione di questo discorso, il Best of the Show alla fine rimane Fifa 14. Come potete vedere anche nel video che riportiamo in questa pagina, novità come Precision Movement e Ignite Engine riescono a rendere il titolo EA Sports incredibilmente ancora più fluido e reattivo. Insomma, secondo il sottoscritto, con questa versione di Fifa si farà un balzo in avanti enorme.

Detto questo, vi lascio allo speciale vero e proprio. Come al solito, per ogni pagina trovate informazioni dettagliate sui giochi provati, nonché le nostre prime impressioni.

[HWUVIDEO="1393"]Xbox Showcase @ GamesCom 2013[/HWUVIDEO]

[HWUVIDEO="1394"]PlayStation 4 Preview Event @ GamesCom[/HWUVIDEO]

[HWUVIDEO="1395"]Electronic Arts Media Briefing @ GamesCom 2013[/HWUVIDEO]

[HWUVIDEO="1392"]Killer is Dead: intervista a Suda 51[/HWUVIDEO]

 
^