GamesCom 2013: round decisivo tra PS4 e Xbox One

GamesCom 2013: round decisivo tra PS4 e Xbox One

Eccovi il nostro report dal consumer game show più grande al mondo, che si è svolto la scorsa settimana a Colonia. Non solo gli eventi pre-show di Microsoft, Electronic Arts e Sony, ma il resoconto su tutti i giochi che abbiamo avuto modo di provare in anteprima. All'interno, tra gli altri, trovate quindi dettagli su Call of Duty Ghosts, The Sims 4, Command & Conquer, Assassin's Creed IV, Watch Dogs, Ryse Son of Rome, Battlefield 4, e molti altri ancora.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
SonyMicrosoftXboxElectronic ArtsAssassin's CreedCall of DutyBattlefield
 

Wildstar

Wildstar
publisher: NCsoft
software house: Carbine Studios
piattaforme: PC
data di pubblicazione: primavera 2014

Rispetto alla presentazione all'E3, la demo GamesCom di Wildstar verteva soprattutto sui dungeon. Come sappiamo, si tratta di un promettente MMORPG prodotto da NCsoft e sviluppato da Carbine Studios che punta tutto sulla personalizzazione del mondo di gioco da parte degli utenti. È, infatti, basato su un motore grafico decisamente versatile, che permetterà ai giocatori di modificare direttamente alcune parti della mappa. Questo si tradurrà prevalentemente nel cosiddetto player housing, ovvero nella possibilità di creare, personalizzare e mantenere un'abitazione all'interno del mondo di gioco.

Negli ultimi giorni Carbine ha anche rivelato il modello di business per Wildstar, che sarà una sorta di via di mezzo fra modello tradizionale e modello free to play. L'acquisto di WildStar includerà 30 giorni di gioco e tre pass da regalare agli amici per una settimana di gioco. Poi si potrà scegliere tra l'abbonamento mensile standard, l'acquisto di una Game Time Card, o l'uso di oro guadagnato in gioco per acquistare i C.R.E.D.D. dagli altri giocatori e non dover pagare alcun canone. I C.R.E.D.D., quindi, teoricamente consentiranno a coloro che dedicano più tempo nel mondo virtuale di giocare gratuitamente. In questo modo, i giocatori non dovranno pagare il canone mensile.

In Wildstar due fazioni si danno battaglia anche sul piano tecnologico nel tentativo di superarsi. A seconda del cammino imboccato come classe, poi, ci sono degli elementi secondari peculiari nel corso dei livelli di gioco: ad esempio, gli esploratori potranno trovare nuovi tesori e nuovi dungeon, mentre i combattenti si imbatteranno in battaglie all'ultimo sangue con boss. I risultati ottenuti dai vari giocatori modificheranno il mondo di gioco: se i coloni lavorano particolarmente bene, infatti, aumenteranno le dimensioni delle città; mentre se gli scienziati sono proficui ci sarà una migliore dotazione tecnologica per tutti i giocatori. Non bisogna pensare a modifiche del mondo di gioco in termini di classici, piuttosto all'acquisizione di nuove sfumature incastrate su quelle già disponibili.

Si tratta di un MMORPG decisamente action oriented, visto che i combattimenti richiedono movimenti veloci, l'uso sapiente delle skill. Ma non mancano armi di grandi dimensioni e attacchi magici che richiedono lunghi caricamenti. Ci sarà spazio anche per il co-op e il PvP, con dungeon, raid e i cosiddetti Warplots, degli scenari di gioco che vedono fronteggiarsi 40 giocatoriper ogni parte.

Nel mondo di gioco, poi, capitano degli eventi casuali, come lo può essere l'impatto di un meteorite sul suolo. Quando il giocatore si trova entro un'area che potenzialmente può essere pericolosa e portare alla sottrazione di qualche HP, quell'area si colora di rosso qualche istante prima della collisione. Questo capita nel caso dell'impatto dei meteoriti, ma anche durante i combattimenti con i boss, quando questi lanciano i loro attacchi più forti. Il giocatore quindi deve reagire prontamente e spostarsi all'esterno dell'area rossa in tempo utile.

Al GamesCom, Carbine ha parlato soprattutto di "breakout gameplay". Si tratta di una serie di abilità che permettono di andare al di là dei soliti canoni dei MMORPG: per esempio, rotolare via dal combattimento, bloccare l'avversario e disarmarlo, e altro ancora. Così come accade negli altri MMORPG anche in Wildstar ci sarà il cosiddetto target lock, ma se il nemico riesce a uscire fuori dalla traiettoria dei missili allora potrà definitivamente sfuggire ai colpi.

Carbine parla di dungeon più grandi rispetto agli altri MMORPG. Alcuni di questi richiederanno fino a 45 minuti per essere completati e presenteranno tanti locali differenti, con elementi grafici specifici per ognuna delle zone di cui si compongono. Ci è stato mostrato, ad esempio, un grande castello avvolto dalle fiamme infernali.

Uno di questi dungeon si chiama Stormtalon's Lair e richiede di annientare dei guardiano che generano un campo magnetico che protegge il boss. Quest'ultimo, nel frattempo, lancia magie che colorano di rosso quasi l'intera schermata. Ricordate che le zone rosse sono quelle in cui i personaggi sono destinati a incassare i colpi. Anche per i combattimenti con i boss, quindi, Carbine ha cercato di rendere il tutto il più variegato possibile. Non c'è un modo unico per sconfiggere qualsiasi mostro, ma bisogna individuare di volta in volta la giusta tattica, e capire come fronteggiare i servitori del boss e interpretare lo scenario in cui si svolge il combattimento.

Andando avanti in Stormtalon's Lair, si incontra un altro mostro che genera scariche casuali dopo essersi liberato da catene elettriche. Il boss riesce a creare delle tempeste che producono dei danni praticamente in ogni parte dello schermo. In questo caso, quindi, bisogna creare un'area sicura, impenetrabile dalla tempesta, e fare in modo che tutto il gruppo resti all'interno.

Come abbiamo visto in precedenti occasioni, Wildstar è un MMORPG di personalità, sia per le caratteristiche che per il tipo di mondo di gioco e di grafica che offre. Al GamesCom ci sono state mostrate queste soluzioni pensate per rendere variegato il gameplay e favorire la cooperazione. Sembrano degli spunti sufficienti per dargli una possibilità, anche se la "tenuta" del gioco nel lungo periodo, così come per ogni MMORPG, non si può certo verificare in un evento confusionario come il GamesCom.

La versione definitiva di WildStar arriverà nella prossima primavera.

 
^